Un po' di antropologia sessuale

libri di jacopo foScienziati dell'universita' di Bradford, Londra, capitanati da Timothy Taylor, uno studioso di archeologia che ha passato la vita a raccogliere centinaia di dati relativi alla vita sessuale dei nostri antenati, hanno scoperto che gli abitanti delle caverne non facevano sesso solo per riprodursi, come comunemente si crede, ma anche come puro piacere per i sensi, a volte con l'utilizzo di giocattoli erotici, un pizzico di bondage e un po' di travestitismo.
Taylor ipotizza inoltre che il sesso faccia a faccia divenne la relazione interpersonale piu' importante all'interno delle comunita' degli uomini delle caverne e che la monogamia arrivo' solo con la fine della vita nomade e l'introduzione dell'agricoltura.
Tutto cio' si e' dedotto solo grazie all'attento studio di un antico e consumato fallo in pietra, scoperto in una caverna in Germania.

(Fonte: Corriere.it)