Vaginite solidale

Vaginite solidale.

Avevamo passato la notte a bere zibibbo di un'azienda di ex tossicodipendenti che gestivano terreni sequestrati alla mafia catanese e a discutere del perché sia così difficile mettere assieme i Gruppi di Acquisto Solidale, le botteghe del commercio equo e tutta quella miriade di associazioni che ci sono in giro per l'Italia.
"Potremmo piantare un bel casino se invece di curarsi ognuno il proprio orto ci si mettesse a collaborare veramente..." dice Giuseppe.
Io ero d'accordo: "Siamo almeno centomila in Italia, se ci mettessimo assieme potremmo farci costruire la Clio di Beppe Grillo, che fa 100 chilometri con 3 litri di carburante... Oppure potremmo importare dall'Inghilterra i piccoli mulini a vento che costano 1500 euro e producono un kilowatt di corrente..."
Anna non era ottimista: "E quando mai riusciamo a mettere d'accordo 100 mila persone?... Non c'è proprio la cultura della collaborazione.
Dovremmo iniziare da cose più semplici. Ad esempio far sapere in giro che la Franca del Gas di Baggio si è guarita la vaginite con lo yogurt biologico del gruppo d'acquisto solidale."
"Ma cosa c'entra?" chiese Giuseppe un po' irritato.
Teresa corse in aiuto di Anna: "Sono mesi che ripetete 'sta solfa fino alla nausea: si dovrebbe collaborare... si dovrebbe collaborare...
Rendetevi conto che non si riesce. Nessuno si fida di nessuno, tutti pronti a urlare TRADIMENTO! TRADIMENTO! a ogni passo. Allora se non si riesce a collaborare sulle grandi cose collaboriamo sulle piccole: mettiamo insieme le nostre conoscenze, si rischia poco, è utile e incentiva la cultura della collaborazione!"
Fu così che nacque il Laboratorio della Vaginite Solidale. Con tutte le spiegazioni di come far penetrare lo yogurt bio coi fermenti vivi e solidali dentro la passera usando una siringa (SENZA AGO!!!)...
Fu un grande successo. Decine di donne raccontarono come si erano curate... Mi dispiaceva di non poter partecipare. La vaginite è una delle poche malattie che non posso avere. Fu forse per questo senso di invidia che fondai il laboratorio Gastrite Solidale. Che fu seguito da un altro, Orgasmo Solidale, che raccolse migliaia di contributi dai GAS di tutta Italia: le più folgoranti esperienze erotiche di chi era impegnato nella costruzione di un Mondo Migliore. Fu così che molti Italiani smisero di compatirci e di considerarci una scoria antistorica e iniziarono a invidiarci.

P.S.: Questo post segna veramente l'apertura del lavorio Vaginite Solidale. Scrivi le tue esperienze e i pubblicale nei commenti a questo articolo.

Sono già attivi i seguenti laboratori:

Laboratorio 1. Dimostriamo che il mondo sta migliorando!!!
Laboratorio sul piacere

Pompini solidali
Come far impazzire di piacere una donna. Apriamo un laboratorio strategico!!!! Il desiderio femminile e le vacanze di sogno.
www.jacopofo.com/?q=node/1971

Eiaculazione femminile: quante donne italiane eiaculano? Quanto è il liquido eiaculato? (vedi anche il sondaggio pubblicato su nella colonna di sinistra).
www.jacopofo.com/?q=node/2109

Progetto benessere
Emorroidi solidali.
Consigli su come sconfiggerle.
www.jacopofo.com/?q=node/1918


Commenti

Non so niente di vaginite!
Sono solidale come sempre ma non so gniente di gniente!
LO GIURO!

buona fortuna olè olèèèèèè!

allora: quest'estate la mia anziana madre aveva cominciato a farsi queste perette di yogourth con notevoli benefici e... schiamazzi da parte dei miei tre figli adulti, di cui uno a nome Iacopo quindi a rischio...La figlia grande ,Giulia , diceva che nonna faceva autoerotismo al bacillo bifidus, il suddetto Iacopo. essendo medico. trovava la cosa demenziale e il piccolo Ippolito , si fa per dire m.1,85, vivendo in Olanda, suggeriva mezzi più accattivanti per la cura...
io, ex sessantottina, ex flowerchild ed ex altre cose ,purtroppo, ero possibilista, però ero rimasta alla maschera di bellezza...ed ora le vostre ricerche danno ragione alla mia terribile madre che ha precorso i tempi...sarà stato il fascismo??

questa quà dello yogurt mi pare una cosa possibile, tanto male non farà mica...

ma senti, yogurtino bianco? quello particolarmente liquido o va bene quello in vasetti?
e che strumento usi poi per aspergere di yogurt?
io la peretta non so manco cosè..hmmmm......

dalla mia esperienza di detersivi in cui ho imparato di tutto e di più, mi sento di proporre una siringa che ho giusto trovato per misurare i detersivi liquidi: è da 60cc ha il bocchino largo (tolto l'ago ovviamente) si compra in farmacia chiedendo le siringhe per cateteri,costa 2 euros quì a berghèm
Aspira il detersivo liquido si aspirerà anche lo yogurt suppongo..

ecco fatto, scusate la pochezza di info, ma sono fortunatamente digiuna di vaginiti!

ciaoooo

lo yogurth funziona davvero, anche per la candida.
Per utilizzarlo è sufficiente munirsi di un apparecchietto per irrigazioni vaginali. Si compra in farmacia.
Poi basta sciogliere un vasetto di yogurth senza zucchero o additivi vari, rigorosamente bianco (meglio liquido, credo), in un po' d'acqua tiepida e lasciare che l'irrigAzione avvenga.
Esistono poi anche degli ovuli alla calendula della Boiron, da utilizzare un po' come lo spicchio d'aglio di cui sopra, preferibilmente di notte e con un salvaslip.

Ho affrontato con i due *strumenti* l'ultima candida, molti anni fa, e non si è più ripresentata.

Fantastici questi consigli!Grazie!

Per la candida, purtroppo non ricordo affatto, chissà che qualcuno non lo sappia: un medico naturopata una volta mi spiegò che per riequilibrare la situazione che alla base provocava la candida, bisognava agire anche sull' alimentazione,
eliminando i carboidrati mi pare (??)
Mi spiegò anche il perchè ma è passato un tempo giurassico, mi vergogno di scrivere una notizia così inaffidabile

PERò MAGARI QUALCUNO NE Sà QUALCOSA?????

ciao ele

ciao care

riposto quello che avevo già scritto (un po' off topic) in un altro post...

io ho sofferto di candida a più riprese... ho scoperto che anch'essa viene originata da un malfunzionamento intestinale. infatti la candida è uno degli organismi normalmente presenti nell'intestino. se l'equilibrio acido - basico dell'intestino si altera, diventando troppo basico, allora la candida supera le pareti intestinali e va ad annidarsi nella vagina, dove però crea un ambiente acido (non lo so perchè, nn sono un medico...). quindi... bisogna non solo trattarla localmente, ma soprattutto ripristinare il corretto equilibrio intestinale, con l'alimentazione corretta (per esempio, io soffro di intolleranze alimentari, ed il mio intestino si altera facilmente) e con eventualmente degli integratori.
io ho usato con successo il kolorex in capsule (2 volte al giorno, una a colazione e cena, per circa un mese) per l'intestino e in crema vaginale come trattamento locale. è un fitofarmaco a base di melaleuca alternifoglia, totalmente naturale, grande antibatterico ed antimicotico.
in questo periodo sono da evitare assolutamente tutti gli alimenti che contengono zucchero (soprattutto quello bianco) che nutre la candida ed acidifica le mucose.
se proprio si è nel periodo di infiammazione acuta, si possono anche fare delle lavande con la propria urina, non diluita. detto così sembra una cosa terribile, ma funziona benissimo, in quanto funziona da autoimmunizzante (l'ho sperimentato con successo anche nel caso di stomatiti particolarmente toste)!
per prevenire il contagio da candida, se qualcuno in casa ce l'ha, ci si può lavare con l'acqua in cui è stata messa qualche goccia di tea tree oil (olio di melaleuca); uno spruzzino che contenga l'olio essenziale di melaleuca va bene anche per la pulizia dei sanitari, in quanto è un antimicotico.

brava eldina! stà faccenda dell' intestino è quella che avevo sentito anche io, bisognerebbe trovare altre info.

Comunque oggi m'è venuta in mente una cosa banalissima, efficacissima, che probabilmente sappiamo tutte ma non è mica detto:

le mutande! Di cotone assolutamente! e possibilmente bianche!

Anche in momenti di sana patatina senza infiammazioni virulente, il cotone è indispensabile per mantenere un microclima adeguato. Ci si accorge eccome!

E lo dico io che ho fomentato e sempre fomenterò la rivoluzione del tanga rosso e della mutanda che ammazza.. ehehehe
io che se devo saltellare ai quattro elementi mi ispiro di biancheria come si deve

ma quando scrivo al piccì, signore e signori... mutanda bianca di cotone doc!

ciaooooo

ps, avevo chiuso il post, ma parlando di mutande... abbiamo appena studiato quanTo dannosi e inquinanti sono i detersivi tradizionali, ammorbidenti, sbiancanti e derivati,E QUANTE ALLERGIE E DERMATITI ALIMENTANO!
quindi altra cosa FONDAMENTALE, è un uso intelligente, mai eccessivo, possibilmente biologico, di detersivi,
e igienizzanti, ammorbidenti, sbiancanti,ecc ecc

in caso di infiammazioni intime, ragazzuole, date un taglio alle sostanze allergeniche contenute nei mefistofelici detersivi

mi vengono in mente le cose a tratti alterni, sono lentaaaaaaaaaaaaa!

altra cosa ovvia ovvissima, ma magari non per tutti:
eliminare jeans stretti e indumenti che stringono e soffocano e tagliano ecc ecc,
a questo proposito non oso di immaginarmi certe mutande iper sintetiche e iper stuzzicadenti che girano, cosa non sono capaci di combinare...

ma chi le disegna stè mutande???

e poi ovviamente, ma non è neanche da dirlo, i tampaxxxxxxx! evitare sempre quando possibile!

slavaslip e altri aggeggetti del genere che ci tocca di mettere, in quanto altamente sintetici quando non petrolati e plasticati e quant'altro ati, sono nefasti per l' igiene intima, andrebbbero usati il giusto indispensabile e finita lì.

E la mega detergenza con detergenti altamente petrolchimici??
non voglio immaginare altri prodottini e profumini vari, manco da nominare

e poi poi... magari mi verrà in mente qualcosa d'altro... shhhh

Si vince poi qualcosa a partecipare a stì laboratori?
che me li stò partecipando con costanza dal primo all' ultimo??

eh?

un regalino??????

La Elle se li segue tutti! Vero Vero Vero!
Non è che ha fatto un record? No perchè sennò se la sono dimenticata nel libro dei record!!! :D
Ciaooooooooooo! :D :D :D

POF POF POF !!!
Scelgo di essere felice! :D

grazie patch! se vinco qualcosa mi ricorderò di te! ahahahah

Altri consigli utili contro la candida: non mangiare prodotti lievitati o fementati (alcolici, mollica del pane e aceto)perchè contengono gli zuccheri che alimentano il fungo (è tutta colpa del panettone di natale)!

Siii, è vero e finalmente trovo qualcun altro che lo dice. Tutti i ginecologi consigliano creme costosissime che alla fine eliminano tutta la flora batterica della 'passera' formata di lactobacilli (quelli presenti nello yogurt). Così lei rimane senza difese e oltre alla candida si rovina tutto l'ambiente naturale.
Dopo tante visite solo un ginecologo della mutua mi consigliò di mettere esclusivamente un po' di yogurt, così ho preso delle comunissime siringe da 50 cc, ho tolto l'ago e con queste si mette lo yogurt la sera (con salvaslip) e dopo qualche giorno scompaiono i disturbi senza alcuna controindicazione!!!

Io lo uso spesso anche alla fine del ciclo!
Una volta avevo dei leggeri fastidi e prima di andare dal ginecologo mi sono curata con lo yogurt e lavande di salvia e camomilla....è andato abbastanza bene,tranne la faccia del ginecologo quando gli ho descritto il mio rimedio casalingo!Non è riuscito a complimentarsi ma non mi ha dato altre costose medicine!

e nessuna di voi ha mai sentito consigliare la ricotta?
per uso esterno immagino,
pare di ricordare che anche'essa è particolarmente antinfiammatoria.
E per la patatina và bene

elle che guarda il frigo col sopracciglio alzato...

La mia esperienza di giovane donna mi ha portato a sperimentale questo metodo facile facile:
Ingredienti:
uno spicchio d'aglio bello grosso
ago e filo.
Procedimento:
sbucciare lo spicchio d'aglio e cucire il filo ad una estremità di modo che sia bello saldo e che rimanga un bel po' di filo lungo almeno 20/30 cm.
Inserire all'interno (tipo tampax) lasciando il filo fuori, tenere tutta la notte avendo l'accortezza di indossare un salva slip e togliere quello che ne rimane al mattino dopo.
E' di sicuro efficacissimo per qualsiasi tipo di bruciore e/o pizzicore...
provare per credere.
Potrebbe bruciare un pochettino ma è quasi liberatorio!!!
Ciao Ciao

Fare delle irrigazioni con acqua a bollire e parecchio sale, lasciare intiepidire, conservare in una bottiglia sterile, si può aggiungere all'acqua in ebolizione un pò di olio d'oliva extravergine, e dare una sceccherata prima di riempire il bussolotto.
L'uso dei detergenti può favorire la vaginite in quanto sono aggressivi e tolgono la protezione naturale della pelle che quindi si irrita e arrossa, prima esternamente poi si estende all'interno della vagina provocando la formazione di quelle perdite come di cera bianca... meglio limitarne l'uso e diluirlo bene ... usare il sale nell'acqua del bidè è un ottima abitudine... anche la carta igienica è irritante meglio acqua fresca se si può.
Il rimedio dell'aglio è interessante alla prossima mi sa che sperimento

Ciao a tutti vi posso dire che condivido in pieno i vostri rimedi ma io l'ho debellata con dei fermenti lattici che ho trovato in erboristeria che servivano a riequilibrare l'intestino e dal punto di vista ayurvedico la candida e' dovuta ad una leggera depressione che fa scendere la nostra difesa immunitaria, quindi mangiando troppi dolci raffinati per consolarci ne diventiamo vittime .Va da se che nutrirsi scegliendo che so farro al posto della pasta e tante verdure non posson che aiutare l'intestino a evitare tutte quelle fermentazioni che inevitabilmente portano alle vaginiti .

Io x anni mi sono avvelenata con vari preparati sempre più potenti, sempre più a lungo e sempre più inutili fino a che un dermatologo mi ha dato degli ovuli contenenti esclusivamente fermenti lattici e aloe; non è omeopatico o erboristico, ma è assolutamente naturale, e cola molto meno dello yogurt introdotto in vagina.
Lo yogurt però è importantissimo nella dieta, mangiarne tanto, regolarmente o anche solo all'accorrenza, tiene lontana la candida e aiuta a guarire più velocemente.
La regolarità dell'intestino è altrettanto importante e anche in questo lo yogurt aiuta molto....
E poi, durante l'infezione lavarsi con soluzione satura di bicarbonato (acqua calda e tutto il bicarbonato che riuscite a sciogliere, quello che non si scioglie resta sul fondo).
C'è chi lo beve regolarmente e sostiene che faccia bene quanto lo yogurt, ma personalmente non l'ho mai provato.
auguri a tutte le patatine in fiamme!

Grazie a una splendida persona, ostetrica di un consultorio oggi e dell' aied 30 anni fa, ho risolto in modo economico ed efficace.
Acqua bollita, qualche granello di sale (9% è l' ideale) lasciate intiepidire e aggiungete tintura di calendula e propoli decerato (10-15 gocce ciascuno su 250g di soluzione) fate delle irrigazioni per qualche giorno. (a me 2-3 giorni solitamente bastavano)
E l' amore torna un bel gioco

P.S. un po di crema alla calendula attenua il bruciore e acellera la guarigione