Risparmio energetico - Non cantate sotto la doccia!

Adoriamo gli australiani: l'Energy Australia, il corrispondente della nostra Enel, ha lanciato una campagna nazionale semiseria per il risparmio idrico ed energetico, battezzata "Non cantate sotto la doccia!".
Canticchiare, fantasticare sognando ad occhi aperti, ma anche farsi la barba, lavarsi i denti e tutto quello che vi detta la fantasia, sono operazioni "non essenziali" che possono far allungare il tempo di una doccia fino a 9 minuti e 8 secondi. Con relativo spreco d'acqua, circa 108 litri (calcolando una doccia che eroghi 12 litri di acqua al minuto), di energia elettrica o gas per scaldarla, e di soldi per le bollette. Gli australiani potrebbero risparmiare circa 60 euro all'anno diminuendo di 2 minuti i tempi della doccia.
Per questo l'azienda sta regalando 500mila timer agli abitanti di Sidney, con un consiglio: se proprio non resistete alla tentazione di cantare sotto l'acqua, scegliete canzoni brevi!

(Fonte: Ananova)


Commenti

Non so se sono fuori tema, vorrei fare una domanda.
Alla radio del supermercato ho sentito, distrattamente, una pubblicita' che diceva piu' o meno cosi':
"Se tutte le donne avessero una lavastoviglie, ci sarebbe un notevole risparmio energetico"
ecc. poi diceva qualcosa su finanziamenti e altro.
Non ho fatto attenzione e mi e' tornata in mente solo a casa lavando i piatti (a mano).
Io pensavo che la lavastoviglie fosse un elettrodomenstico altamente antiecologico, sia per il consumo di energia elettrica, sia per il consumo di acqua.
Sono io che sbaglio o quella pubblicita' era in qualche modo ingannevole?
grazie
ciao