Ok. Attacco la Kamchakta. Mi sono rotto i coglioni di questa finta calma piatta.

Lo so che ti ribolle il sangue sotto la pelle.
C'è troppo silenzio questa notte.
Quando c'è troppo silenzio vuol dire che gli Apache stanno per attaccare.
Se hai visto un film western lo sai.
Il problema è che gli indiani siamo noi. E non si capisce perché non attacchiamo.
Che ti succede? Mal di pancia? Terrore da crisi economica?
Cazzo gente mi son rotto le palle.
Attacco la kamchakta. Non me ne frega un cazzo se ho solo 6 carrarmatini.
Se hai giocato a Risiko sai cosa vuol dire attaccare la Kamchakta con 6 carrarmatini.
Ma qualcuno deve farlo.
Farò 6 volte doppio 6. Nel laboratorio sui 500 lanci di una moneta che viene fuori sempre TESTA, mi hanno spiegato che non c'è motivo per cui non ci si debba riuscire testa 500 volte di seguito.(http://www.jacopofo.com/legge_probabilità_quantistica_caso)
Fanculo. 6 volte doppio 6 e prendiamo la Kamchakta. Poi la via per gli Urali è aperta.
Ok. Sto delirando. E perché no?
Questo non è un blog serio. E' un blog che gli girano le palle.
Guardo questo mare di insipienza e mi viene da vomitare.
Cazzo va bene che la storia ha i suoi tempi ma anche io ho i miei, non vivrò mica in eterno. E non posso morire prima di Berlusconi. Questa è una questione sulla quale non si discute.
Non posso morire neanche prima di Veltroni.
Non posso morire prima che il tempo abbia inghiottito i politici italiani, la casta...
Ogni tanto vorrei essere un leader carismatico.
Salire in cattedra e gridare a gran voce: "Uomini, ci sono momenti nei quali si fa la storia o si muore. E adesso siamo in uno di quei momenti. Chiunque sia in grado di stare in piedi prenda un fucile. Chi non è capace di alzarsi sparerà da sdraiato con le pistole."
Non sono mai riuscito a fare il leader. Una questione di allergia.
Sono sempre capace di trasformare in qualche cosa di ridicolo le mie azioni. Non lo faccio apposta. D'altra parte non sono convinto che sia un difetto. Anzi, ci sono dei giorni che sono fiero di me.
Però poi mi trovo in situazioni come stamattina, che mi prudono le mani davanti all'orrore insulso dei telegiornali del mondo.
Vorrei poter andare in giro un paio di giorni con i superpoteri di Thor e il suo grosso martello incantato.

Perché mi girano?
Perché tra l'altro, ieri sera, in un collegamento telefonico con un cineforum, una ragazza mi ha chiesto: "Perché le ecotecnologie non si diffondono? Sono le lobby del petrolio a impedirlo?"
Cavolo non è così!. Ho scritto fiumi di carta virtuale su questo argomento.
Ma è un'idea impopolare la mia. Una di quelle idee da non tirare mai fuori se vuoi portarti a letto la ragazza di turno.
Le lobby certamente hanno fatto la loro parte, in passato. Ma ormai la rivoluzione delle ecotecnologie è arrivata. Obama ha vinto le elezioni sventolando la bandiera dell'efficienza energetica.
E io mi trovo qua, con anni di lavoro preparatorio alle spalle, e finalmente la possibilità di lanciare in Italia nuovi gruppi di acquisto per ecotecnologie fantastiche e non riusciamo a trovare imprenditori e manager capaci e disposti a buttarsi in questa storia. E noi sinceramente non ce la facciamo proprio a prendere altro lavoro. Rischieremmo di danneggiare quel che già stiamo facendo, abbiamo costruito 64 impianti fotovoltaici e ne stiamo costruendo 248.
Un altro giovane mi chiede: "Sono a conoscenza di una grande invenzione che potrebbe far risparmiare al mondo milioni di kilowatt."
Bene. Bravo. Ma qui siamo pieni zeppi di grandi invenzioni che potrebbero far risparmiare milioni di kilowatt. Ma poi servono persone che organizzano l'ingegnerizzazione, la produzione in serie, la vendita. Una grande invenzione se non ha gambe per camminare è morta. Abbiamo migliaia di persone sul web che puntano il dito indicando grandi invenzioni. Quelli che si sbattono per farle arrivare alla gente sono 18, forse 19. C’è sproporzione. SPROPORZIONE.

Ho passato due giorni interi a fare una consulenza per una grossa azienda di ingegnering. Cercavano nuove tecnologie da sviluppare. Ho passato due giorni a fargli l’elenco di tutto quello che c’è in giro, già testato e ritestato con prototipi funzionanti perfettamente.
In alcuni casi si trattava semplicemente di trasferire in Italia tecnologie utilizzate da anni all’estero. Bene, molto interessante, ciao.
Non fanno nulla.
Cioè alla fine ci sono delle gran chiacchiere ma la gente che si muove è poca. E fanno pure la figura dei fessi. Perché dalle nostre parti hanno più successo quelli che parlano bene e non fanno un cazzo con le viti e i bulloni che ci si sporca le mani e poi la gente ti scambia per un operaio.
Ogni tanto arriva a Alcatraz qualcuno che mi vede portare via l’immondizia, chiedo se servono informazioni e quello mi guarda schifato. “Cercavo l’ufficio.” Glielo indico. Vanno in ufficio e chiedono di parlare con me. Che sono sempre quello di prima. “Ah, è lei?”
“Sì, sono io, e lei è lei?”
Mi chiedo se in altri paesi succeda che uno che porta l’immondizia sia considerato un deficiente al quale non si possano fare domande.

E per favore non parlatemi di disoccupazione, almeno non a certi livelli di cultura. Può essere disoccupato uno che ha la terza media scarsa e viene da una famiglia nella quale nessuno aveva un mestiere e nessuno aveva mai letto un libro. E lo picchiavano.
Se sei un giovanotto col cellulare, la stanzetta con lo stereo a casa della mamma e l’adipe incipiente (perché mangi il fabbisogno alimentare del Congo) e il diploma della scuola superiore allora non sei disoccupato. Hai una lesione grave alla parte del cervello che pensa a fare qualche cosa di intelligente della tua vita. Hai anche una lesione grave al cassetto dove tieni le palle. Non si apre più. Non che sia colpa tua intendiamoci. Hai sofferto da piccolo e ti capisco, povera gioia. A me mio padre mi ha mandato a lavorare a 18 anni a pedate nel sedere (pedate nel sedere morali), non sono fortune che capitano a tutti.
Ma non parlarmi di disoccupazione. Non dirmi che non trovi lavoro. Dimmi che hai subito un trauma psicosessuale che ti rende operativamente dislessico.
Nel 2007-2008 abbiamo dato un centinaio di borse di studio, offrendo corsi gratuiti su web e ecotecnologie. Quanti poi hanno utilizzato quel che hanno appreso durante i corsi? Difficile arrivare 10 persone. Ed è un risultato del quale comunque dobbiamo andar fieri visti i tempi che corrono.
Volete un milione di posti di lavoro?
Ve li do io. Voi trovatemi un milione di persone capaci di lavorare.
Qui c’è da fare un lavoro di formazione di base da paura.
Cazzo mi servirebbero 10 mila insegnanti per organizzarlo.
Hai visto in giro 10 mila insegnanti validi?
Se li vedi digli che li cerco.
Cerco esseri umani strani con uno smodato senso ludico del lavoro.
Ho lanciato un bando per un laboratorio gratuito di 7 giorni di introduzione al lavoro autonomo ribelle.
Richiesto curriculum di 30 righe, composte da 60 battute ciascuna, come unico criterio di selezione (!!!). Accettavamo persino i settentrionali biondi campioni provinciali di salto in alto. Ho scritto il bando un giorno che mi giravano i santissimi (altissimi, levissimi) dicendo che cercavo persone capaci di scrivere un curriculum di 30 righe, no 29, no 31. 30 righe, 1800 battute spazi compresi.
Semplice.
Domanda: quanti sono riusciti a superare questa terribile prova?
Prova a dire un numero.
Dai prova.
Quanti sono riusciti a scrivere un curriculum di 30 righe, 1800 battute?
Una. Sola. Persona.
Ok, la inviteremo a Alcatraz, perchè val sempre la pena di conoscere un genio. Ma il corso lo abbiamo annullato per mancanza di cervelli. (http://www.jacopofo.com/laboratorio-lunatico-alcatraz-idee-rivoluzione-o...)

Comunque adesso faccio qualche cosa. Non so cosa ma sarà pazzesco.
Primo obiettivo: la KAMCHAKTA.
E’ tempo di eroi.

(NB: L’Italia è alla frutta. Vendi i bot se ne hai. Il suicidio energetico di Berlusconi ci farà crollare entro 60 giorni. 90 se interviene il Colpo di Culo Maximo.)


Commenti

Sarà che faceva parte della "prova shamanica", ma io il post sul curriculum di trenta righe mica l'ho visto. E dire che sono quasi tutti i giorni su questo blog, anche più volte al giorno...

Va bhe...

Spero nel prossimo!

caro jacopo se vuoi posso darti un paio dei miei di carrarmatini (a cui ho fatto montare il pannello solare), in questo momento provo i tuoi stessi sentimenti, sono un delegato all'assemblea regionale dei giovani del PD, l'altro giorno in riunione provinciale dei giovani ho preso parola ho detto che secondo me bisognava ripartire dalla tecnica, dal mettere le persone competenti nei posti giusti, di ripartire dai problemi ambientali, ripartire dal solare, dalla raccolta differenziata, ampliare i modi di vedere e mi hanno detto che le cose che dicevo non avevano senso, che le cose importanti erano altre, che il solare non è una via percorribile e mille altre cose...

e tutto questo da gente di 20 anni o poco più...

e meno male che non ho tirato in mezzo roba come la rivoluzione pigra, l'indicatore di sviluppo cultura e felicità, il sorriso ad ogni costo...

 

Sono sfiduciato ma non mi arrendo, ce la farò

Tanti non credono nel fotovoltaico, tanti non credono che l'ambiente non è una cosa lontana, ma sono loro, noi, quello che mangiamo, beviamo e respiriamo, il lavoro, la società, tanti non credono. A sentire parlare di 8000 euro a kw  si spaventano, non hanno capito il costo sociale ed economico della loro discreta bolletta petrolifera, (nascosto dalle tv e ma anche dai divulgatori scientifici corrotti) e che il guadagno col fotovoltaico è infinito. Questo in Italia. Perche in america Obama ci ha vinto le elezioni con ste "baggianate".   Sarò banale, ma me lo spiego solo dando la colpa all'l'informazione ignorante e servile di buona parte della tv. 
Esistono case, quartieri e interi paesi con autosufficienza energetica, come in germania, e la gente non ci crede. Bisogna unire gli sforzi dei blogger per essere piu unificati in alcuni articoli, come pubblicizzare quelle case e paesi in cui il miracolo è avvenuto, anch'io infatti non ricordo esattamente il nome di quei paesi che ci son riusciti, se ci riesco li raggruppo in una sezione del blog e ve lo segnalo. Un buon lavoro lo sta facendo anche questo ottimo magazine,   http://www.genitronsviluppo.com/ a cui ho chiesto quanto sopra, e mi hanno risposto che stanno lavorando in merito. Altro lavoro lo sta facendo Grillo con i comuni a 5 stelle, ma la scarsita degli esempi italiani, va a discapito della incisivita di quegli esempi, un po vaghi, bisogna puntare anche sui comuni esteri, per adesso che siamo in pochi. Buon natale a tutti a cominciare dai regali Sostenibili, http://www.genitronsviluppo.com/2008/02/06/10-modi-e-per-regalare-cio-che-vuoi-in-modo-sostenibile/

Diego - Fonte Live

Capisco il tuo sfogo Jacopo. Sei un vulcano di idee, energie e voglia di iniziative e di muoverti. Una delle poche sorgenti di innovazione e cambiamento in Italia assieme a tuo padre Dario, a tua madre Franca, a Beppe Grillo e a pochi altri. E ci stai provando sul serio. A volte con ottimi risultati e a volte con insuccessi. E' normale no? Non sei mica Dio...
Hai ragione su quanto hai scritto in questo post, sia quando dici che la crisi italiana è merda nostrana e non è diretta conseguenza di quella mondiale.

Sai che c'è Jacopo? E sapete che c'è cari amici di Jacopo e lettori del suo blog? Jacopo ha fatto un appello sacrosanto. Cambiamo le cose in Italia. Se avete i coglioni non dite proviamoci, mo' vediamo, cosideriamoquesto o consideriamo quello... e bla bla bla. Il mondo è casa nostra ed è pieno di tanta merda. Chi ci prova è fottuto. Chi fa e cambia vince.
Da dove cominciamo? Da uno stile di vita diverso: raccolta differenziata dei rifiuti, riduzione degli sprechi, car sharing, consumo critico, commercio equo e solidale, marketing e banca di tipo etico e tante altre proposte ancora che lo stesso Jacopo ci fa ogni giorno. Voi a che punto siete?

Ma non ce la possiamo fare da soli. Iscrivetevi ad associazioni, leggete, parliamoci e vediamoci. Alcatraz potrebbe diventare il punto di riferimento di quelli che presero la KAMCHAKTA, come dice Jacopo.

Possibile che ci facciamo fottere da Berlusconi e dai quei vecchiacci piduisti che oggi hanno il potere in Italia? E' tempo di rivoluzione... non avete visto cosa sta succedendo in America Latina e soprattutto in Paraguay? C'è un pacifista al potere... roba da altro mondo! E quando cazzo ci svegliamo noi?

Troviamo due cose concrete da fare subito, iniziamo a farle, apriamo un forum, pensiamo a un progetto e ogni tanto vediamoci ad Alcatraz.

Giuseppe

Ieri un amico di un amico ha detto ad un altro amico perche vota a Sberlusconi: "perchè lui non tifa ne a destra e ne a sinistra (e fin qua ci siamo), lui vota per chi alla fine dei conti gli fa ritrovare piu soldi in tasca". HO CAPITO, E' LA MATEMATICA IL PROBLEMA !!!!!!!!!!! Non riescono a fare i conti, sprattutto l'algebra. Questione morale a parte, tipo uno che ti toglie tutto, magari potrebbe pure farti pagare meno tasse, comunque il problema è questo, la Matematica. Ricordo agli amici, che 150+40+30+15+70-a+c-d/4gatti elevato all 7-l*rtk/2*k5 sempre verso x, fa circa -500  aggi e un disastro domani, meno diritti costitzuionali e un debito permanente verso il mantenimento delle centrali nucleri e degli ospedali, meno soldi e meno futuro, sono le variabili nascoste che agli amici sfuggono. La matematica è sempre stata ostica per noi poeti italiani.  Mi sento sollevato, capire che vota sberla non solo  i capitalisti grandi, ma pure i pesci piccoli e gli amici che non riescono a fare ovviamente quei conti da genio della matematica finanziari moderna.Almeno ho capitoperche gli amici vanno verso il disastro. Buon Natale.

Diego

Condivido completamente le tue parole, ti fara' sicuramente piacere sapere che ho scelto come regalo per il mio compleanno ( 31ottobre08) di passarlo a conoscere Alcatraz ed il minicorso di Joga....questo mi ha dato ancora maggior consapevolezza sugli argomenti in cui credo da tempo(G.A.S, Tecnologia Solare, RIsparmio Enegetico, Raccolta differenziata)quindi ogni situazione e contesto è valido per argomentare ed informare le persone con le quali mi relaziono e confronto, QUINDI IL FUCILE CELO, LO TENGO BEN STRETTO e cerco di utilizzarlo nel miglior modo possibile.

 

Ciao a presto

Marco Lamberti

 

 

caro jacopo, sono rimasto molto deluso da te.

innanzitutto a risiko non puoi attaccare con più di tre carrarmati alla volta e poi anche se facessi sei sei e sei non è detto che vinci perchè se anche il nemico fa sei sei e sei (e per come vanno le cose in italia stai sicuro che lo farà) tu perdi perchè in caso di pareggio a risiko vince chi sta in difesa.

a parte gli scherzi, io mi sono trasferito da un pò di tempo negli stati uniti e per avere qualche notizia vera dell'italia indovina dove vado?

prima vado a vedere il blog di grillo (mi scuserai spero) e poi vengo a vedere il tuo. a dire il vero quando mi sento un po più curioso visito anche il sito di repubblica e di questo me ne vergogno un pò. è che mi secca di accrescere i visitatori di quel sito e di fargli guadagnare più in pubblicità. lo so che devo stare molto attento a quelle notizie, ma ormai mi sento abbastanza vaccinato da simile informazione.

e poi mi ricorda quando in italia compravo quel quotidiano, perchè mi piaceva leggere il giornale sdraiato sul divano o su una panchina nel parco al sole, illudendomi che fosse dalla nostra.

l'altro giorno ho notato, riguardo alla notizia delle intercettazioni al figlio di di pietro, la loro strategia: non si schierano mai apertamente e rimangono sempre in superficie elencando dei fatti a cui danno più risalto e trascurando di dire altre cose. alla fine hai l'impressione di farti un'opinione del tutto obiettiva dell'accaduto senza che nessuno ti abbia spinto in quella direzione. è come se loro dicessero: noi non ti abbiamo detto niente, sei tu che hai capito ciò. in realtà è un sistema molto sottile e perverso, molto più pericoloso di giornali e telegiornali sputtanati come il tg4 di fede ad esempio. si sono sgamati però quando fra i commenti avevano inserito al primo posto uno ferocissimo contro di pietro. di commenti ce n'erano più di 200 e gli altri (giuro che ho controllato di persona) erano tutti degli osanna a di pietro.

comunque quando decidi di passare gli urali fammi un fischio.

io ci sto

auguro a tutti un natale rivoluzionario

PS gente non dovete più consumare, comprate il meno possibile. è l'unico modo per farli schiattare di   crepacuore

roby