Il 25 luglio, a Alcatraz, faremo una grande festa e proclameremo la secessione dall’Italia!

Le monete della Libera Repubblica di AlcatrazFonderemo una Libera Repubblica naturalistica e poetica, un gesto dadaista, un grande gioco. Ma un gioco vero.
Ogni volta che diciamo che fondiamo una repubblica vediamo le facce degli amici che si illuminano.
Abbiamo bisogno di uno spazio per il sogno.
Dal 25 luglio saremo una Libera Repubblica fondata sul gioco, il comico, la passione, la fantasia e l’impegno civile.
Abbiamo gia' avviato le pratiche per essere riconosciuti dalle decine di micro repubbliche del mondo (siamo dentro un movimento planetario).
Poi chiederemo di entrare nell’Onu, nell’Unione Europea e nel G14 (che dovra' diventare G15).
Una cosa possiamo garantire fin d’ora: La Repubblica sara' un grande strumento per fare casino!
Fin d’ora e' possibile diventare cittadini della Libera Repubblica di Alcatraz e ottenere denaro, passaporto, bandiera e quant’altro pagando una tassa di 100 euro (che verranno investiti per il 90% in ricerca scientifica e solidarieta' internazionale e per il 10% per fornire aiuto ai cittadini della Repubblica che si trovassero in difficolta'.).
Da settembre sara' anche possibile aderire alla Repubblica per via telematica.
Per ora fateci gli auguri.
(Intanto Bossi chiacchiera e noi facciamo i fatti)
Vuoi saperne di piu'? Leggi qui http://www.jacopofo.com/libera-repubblica-alcatraz-costituzione

I francobolli della Libera Repubblica di Alcatraz
Nelle foto le monete e i francobolli della Libera Repubblica di Alcatraz
(clicca sulle immagini per vederle più grandi)

 

Commenti

" ..i sogni son desideri chiusi in fondo al cuor ..."  NON più ora con questa bella idea: congratulazioni!

ciao luisa

W la repubblica, e lunga vita ai suoi cittadini.

Oggi avrei voluto essere tra voi, ma ciò non è stato possibile.

Vi invio pertanto il mio augurio che ho tratto da una poesia di Emily Dickinson:

Ogni giorno la vita

sembra più grande,

e quello che noi abbiamo il potere

di essere

sembra più stupendo.

Sto cercando di capire il limite (se c'è) di questa sublime Repubblica.
Mentre cerco di capirlo sento il mio animo creativo - da sempre bistrattato in varia maniera - sentire un impulso.
Ho sempre sostenuto e creduto contro ogni altro parere contrario (praticamente il 95% dei pareri) che la vita, così come si è manifestata, dovrebbe fare di tutti noi poeti, artisti, artigiani, amanti della vita, dei nostri simili e delle donne (e viceversa)... e poi, per le cose minimamente necessarie all'ordine, saremmo dovuti anche essere lavoratori obbligati da una qualche forma di PIL...
Invece le cose vanno tutte al contrario rispetto al mio (e a quanto vedo non solo mio) pensiero...
Allora sta Repubblica mi attrae, mi interessa. Non appena avrò decodificato tutto il labirintico collegamento interno del sito e delle informazioni dell'invenzione di Jacopo, non escludo come prima cosa di farmi cittadino, e come seconda cosa di andare a fare visita alla Repubblica.
Tra parentesi non ho ancora capirò dove fisicamente dove si trova... ma lo capirò... da qualche parte è scritto.
Nel frattempo una proposta: chi non potrà risiedere fisicamente nella Repubblica di Alcatraz, potrà issarne il vessillo alla finestra dell'abitazione propria e fare in questo modo opera di manifestazione della libertà... e poi un giorno, chissà, chiedere l'annessione.

Haran (extracomunitario)