Obama abbassa l'ozono

L'agenzia USA per la protezione dell'Ambiente ha presentato alcune nuove norme anti-inquinamento, in vigore dai prossimi mesi, che prevedono anche nuovi valori per i livelli di inquinamento da ozono.
I precedenti limiti, fissati a 75 ppb (part per billion) da Bush nel marzo del 2008, dovranno ora scendere a 60/70 ppb.
Sembra poca cosa ma l'impatto sul sistemo produttivo (soprattutto manifatturiero e petrolifero) sara' notevole, con la necessita' di investimenti tra i 19 e i 90 mld di dollari all'anno da qui al 2020.
D'altra parte si stimano benefici per la salute, con minori costi sociali, per una cifra che va da 13 a 100 mld di dollari all'anno.
(Fonte: Lanuovaecologia)