Vacanze estive alla Libera Università di Alcatraz

Carlo Vulpio il giornalista cacciato dal Corriere della Sera

www.beppegrilo.it ci informa che il Corrierone ha cacciato un giornalista reo di aver scritto un'articolo facendo i nomi degli imputati eccellenti delle inchieste di De Magistris.
Ora secondo me in casi come questi il movimento non può restare immobile. Protestare serve poco. La mia idea è che dovremmo premiare Vulpio. Come?
Dandogli forza. Lui ha un blog. Con il licenziamento ha perso almeno 1 milione di lettori potenziali, diciamo centomila che leggevano poi realmente i suoi articoli.
Non possiamo restituirglieli ma possiamo aumentare notevolmente i lettori del suo blog. Oggi in Italia ci sono almeno 5000 siti e blog indipendenti. Se tutti lincassimo Vulpio magari non gli restituiamo tutti e centomila i suoi lettori ma un buon po' glieli restituiamo. Dovremmo risarcirlo per il danno che ha subito per il suo coraggio.
Tempo fa ho lanciato una proposta simile in sostegno di Daniele Luttazzi, colpito dall'ennesimo strale censorio, ma questa idea non è stata sostenuta da molti (ringrazio i pochi che hanno aderito).
Evidentemente il movimento non stima questo tipo di lavoro da formiche. Ma io credo che sia l'unico che alla lunga paga.
E insisto.
Lincate www.carlovulpio.it. E scrivete una recensione sul suo blog. Le recensioni per i motori di ricerca valgono 10 volte un semplice link.

NB
La mia idea è che i siti indipendenti dovrebbero amarsi ed essere solidali.
Dovrebbero lincarsi e recensirsi.
L'effetto della catena inventato da http://blog.libero.it/KudaBlog/commenti.php?msgid=6021706&id=23343#comments/ ha finora coinvolto 65 siti che si sono linkati tra loro per sostenere la campagna NO AL SUICIDIO ENERGETICO DI BERLUSCONI.
Ognuno di questi 65 siti ha compiuto un'azione politica essenziale per il futuro economico di milioni di lavoratori italiani (se vinciamo) e guadagnato in un sol colpo 65 link. Ma questi link, simultaneamente, hanno aumentato il loro valore singolo (rispetto ai motori di ricerca) proprio perché ogni link ricevuto ha acquisito una valutazione più alta del giorno prima in quanto è più forte di 65 link. E' lo stesso ragionamento che stiamo facendo con www.stradaalternativa.it, portale di scambio di pubblicità e segnalazioni tra siti etici. Ti basta un clik per far apparire il tuo link su 180 altri siti.
Se chi vuole fare cultura etica si connettesse scoprirebbe che rende di più che stare chiusi nel proprio orticello.
L'assurdo è che oggi in Italia non esiste una pagina web dalla quale raggiungere tutto il mondo ecosolidale. Ci lamentiamo che berlusconis ha 6 tv e poi non ci impegnamo a valorizzare quello che già abbiamo.
Siamo il Movimento più pirla del mondo.
Un movimento che disprezza queste piccole azioni di opposizione concreta perché sono solo piccoli passi. Ma sono passi reali. In un momento nel quale le chiacchiere valgono zero.

Il sito indice del Movimento lo stiamo realizzando. Sarà pronto entro un mese.
E inviteremo tutti a aiutarci a completarlo.

Vinceremo. Cazzo se vinceremo!
(Ai pessimisti ricordo che nel 1985 la bioarchitettura era considerata una stronzata del 98% degli architetti, dei geometri, dei giornalisti e dei banchieri.
Abbiamo dovuto rompere i maroni per 20 anni ma adesso la capiscono perfino al Corriere della Sera.

PPPSSS
Ho sentito dire che uno ha comprato un giornale che aveva cacciato un redattore che voleva fare il giornalista e poi gli è venuta la cagarola. E' proprio vero che certa roba porta sfiga. Toccatevi le palle quando vedete uno che legge certi giornali. Se non avete le palle toccatele al possessore più vicino. Non si sa mai.

Della serie: OFFENSIVA VIRALE.
IL 70% DEGLI ITALIANI E' SUPERTIZIOSO.
DAGHEL GIO'! (Picchia di brutto! ovvero: nessuna pietà per gli imbecilli.)


Commenti

"L'assurdo è che oggi in Italia non esiste una pagina web dalla quale raggiungere tutto il mondo ecosolidale. Ci lamentiamo che berlusconis ha 6 tv e poi non ci impegnamo a valorizzare quello che già abbiamo" , Jacopo Fo.
Nel mio piccolo ...  

http://fontelive.blogspot.com/ , intendi circa questo? Se fossi un esperto informatico proverei a  fare di piu. Non rubatemi l'idea, sono un precario mannaro, provo a crescere e guadagnare un  po sulla pubblicità. Farmi lavorare 14 ore al giorno non è bastato, dovevano assicurarmi il lavoro per non darmi il tempo di informarmi.

Intanto voi collegate il pc alla tv, e provvedete a convertire i vostri amici e parenti, parlatene. 

Diego - Fonte Live

Bella iniziativa. Secondo me dovresti mettere l'articolo in evidenza al centro, e i link a i lati. Mentre i banner in alto, sotto il titolo in orizzontale, ma più piccoli, in modo che ci stiano tutti.

 

Ritornando in argomento:

Secondo me l'intento è efficace se nel sito di Carlo Vulpio ci si mette adsense, o meglio ancora banner sponsorizzatori. Così potrebbe prendere anche di più di quello che prendeva al corriere(forse.-D)

 

Ho riletto tutto l'articolo, e apprendo che state organizzando una pagina web per linkare i siti del movimento.
Pazienza, anche se somiglia la mio sito, spero che facciate una bella cosa.
Se posso aiutarvi in qualche modo, provate a contattarmi. (non me ne va bene una!)

Diego - Fonte Live

Linkato e recensito!
Il potere delle ossessioni e con me e con tutti voi!!!! :D :D :D

http://ossessionicompulsioni.blogspot.com/2008/12/carlo-vulpio-un-cattivo-giornalista.html


Ciao Jacopo,

accolgo volentieri il tuo invito, ma io andrei oltre e propongo un boicottaggio di massa del Corriere della Sera.

Vediamo come reagiscono ;-)

www.blochincuius.com

Il difficile è convincere chi legge il corriere a smettere. Dà assuefazione.

Telefona a Grillo e vedi se lancia un appello lui ;-)

Come minimo ne devono parlare!

Potremmo anche scrivere a qualche testata tedesca, facendo appello alla libertà di informazione che da tempo è andata a farsi benedire!

www.blochincuius.com