L'AUTO AD ARIA COMPRESSA è ARRIVATA!

Sta per arrivare sul mercato l'auto ad aria compressa inventata da Négre.
La produce Mdi (www.mdi.ne). In India ha comprato i diritti per quest'auto Tata Motors, una delle maggiori aziende asiatiche di automobili. L'auto, in versione city car, sarà venduta in Francia all'inizio del 2009 a un prezzo incredibile: a 3500 euro. Cento chilometri con un euro. (Per leggere tutto clicca Leggi tutto in fondo. Ci sono 4 video, due in francese, due in inglese)

IN INGLESE

IN FRANCESE.

Négre spiega che è possibile comprare i diritti per diventare concessionari di zona e impiantare una fabbrica. In Italia ci sono ancora aree commerciali libere. Se hai 8 milioni di euro fammi una telefonata.

Cito da: http://oknotizie.alice.it/go.php?us=198010a8e9b12a1d

Automobile rivoluzionaria che funziona ad aria compressa. 1,5 euro per fare 200 km! (QUESTO DATO NON CORRISPONDE A QUELLO DATO NEL PRIMO VIDEO IN FRANCESE. 1 euro per 100 chilometri nda)

BBC News ha segnalato che una società francese ha messo a punto un'automobile ecologica, che funziona ad aria compressa. India's Tata Motors ha già cominciato la produzione e l'auto sarà in vendita in Europa e in India entro la fine dell'anno. L'automobile ad aria, chiamata anche Mini-CAT o City Cat, può essere rifornita in pochi minuti da un compressore d'aria da stazioni appositamente attrezzate e può percorrere 200 km con 1,5 euro. La velocità massima sarà di oltre 110 km/h e il costo del veicolo a partire da 7000 $. La vettura dispone di una carrozzeria in fibra di vetro e di un rivoluzionario sistema elettrico che è completamente controllato dal computer. E' alimentato dall'espansione dell'aria compressa, senza usare nessun tipo di combustione, e il gas di scarico è completamente pulito e fresco, tale da essere usato per il sistema interno di aria condizionata. Tata Motors è nota per il suo interesse in materia di innovazione e nel 2000 aveva già messo in vendita l'autobus ad aria compressa. Si sta attualmente lavorando alla produzione su scala mondiale di quest'auto, che sarà quasi per il 100% in plastica e sarà venduta in India per circa 2500 $. Tata è adesso in piena espansione nel mercato mondiale e promette bene per tutti i tipi di applicazioni ecologiche.

Commenti

La voglio!

Jacopo, urge conoscere dove sono le concessionarie italiane che commercializzano questa auto!

Grazie jacopo per tenerci al corrente delle evoluzioni del progetto di auto ad aria compressa, dopo l'avvio della produzione elettrica del mio impianto fv, (1700 kw in poco più d'un mese!!) il mio obiettivo è ora un auto elettrica per il circuito urbano, ma ad aria compressa sarebbe lo stesso, se non meglio, vista la maggiore autonomia,

Le informazioni che riporti sono però contraddittorie:

Se il brevetto è di proprietà TATA e poi Mdi, come mai l'inventore Négre parla di minifabbriche in franchsing? (idea peraltro affascinante, avrei proprio 6000 mtq coperti di serre in via di dismissione ed alla ricerca di nuovo scopo)

Perchè quando si parla di prezzi di vendita si va dai € 2.500 dell'India, ai 3.500 per arrivare ai 7.000 ?

Quale sarà realisticamente il prezzo di vendita? in fondo il 2009 è dopodomani, e non hanno ancora il crash test, non  sono un po' in ritardo?

Bellissima notizia,
per la serie: "Non è vero che tutto và peggio"! Pensavo che il progetto Eolo si fosse bloccato e invece l'ingegner Négre non ha mollato affatto; sono proprio ammirato per il suo impegno. E sono molto stupito per il prezzo della MDI, soprattutto se lo confrontiamo con quello delle auto elettriche. Anche se la vendessero a 7.000 $ (o 4.400 euri) il prezzo sarebbe comunque eccezionalmente basso.
Vincenzo

Il noto problema associato ai mezzi ad aria compressa, riassunto dala chiosa che l'aria condizionata è compresa..., è che l'aria utilizzata viene custodita in forma liquida a svariati gradi sotto zero e per scaldare l'abitacolo a condizioni adeguate al nostro inverno, con questa massa freddissima adiacente, se ne andrebbe maggior parte dell'energia. Non a caso, infatti, è stata finora commercializzata in paesi caldi.

Fabrizio Bartolomucci Roma

 

Ma allora arriveranno a produrla ?!

Strano! Pensavo che fosse una bufala tecnologica, come spiegato qui:

http://attivissimo.blogspot.com/2006/03/eolo-auto-scomparsa.html

 

bisogna manifestare davanti al parlamento affinchè anche in italia si introduca

questa innovazione tecnologica.