Signor Papa, ma quanta responsabilità ha la Chiesa nella diffusa mancanza di senso del sacro della vita?


Signor Papa, che fa?
Ancora lei accusa altri di immoralità, se la prende con gli omosessuali, con chi soffre tanto da non poter più vivere, con chi cerca di avere figli con l’inseminazione artificiale. E strepita contro il decadimento dei costumi, la perdita del senso del sacro del Natale.
E io mi pongo due domande.
1: chi le dà il diritto di dire come debbano vivere gli altri?
2: di chi è la colpa del decadimento dei costumi?
Lei dice che il diritto di stabilire ciò che è giusto glie l’ha dato Gesù direttamente affidando a San Pietro il compito di edificare la Chiesa del Signore.
Ora ci sono due cose che stanno sotto gli occhi del mondo: la Chiesa stessa ha ammesso che i Papi per secoli si sono macchiati di grandi crimini: hanno condotto guerre di conquista, bruciato decine di migliaia di supposti eretici e supposte streghe. Hanno incarcerato persone usando come prova della loro colpevolezza l’accusa di essere stati visti in sogno da qualcuno danzare col Demonio (li chiamavano Beneandanti).
E ci sono stati Papi che hanno venduto il perdono per gli assassini, pagavi ed eri perdonato prima ancora di commettere l’omicidio. Sono stati i frati Francescani a dare inizio alla tratta degli schiavi costata decine di milioni di morti. Sono stati i Papi a benedire lo sterminio di decine di milioni di nativi americani e tutti gli sterminii di 5 secoli di colonialismo. E cosa dire della persecuzione degli ebrei durata secoli e tollerata a volte, a volte incoraggiata dalla chiesa? E cosa dire di secoli di stupri e di ruberie, della complicità imperitura con ogni despota assassino, della benedizione dei colpi di stato, delle torture…
Insomma, se una cosa è certa è che l’infallibilità dei Papi è un’assurdità.
Ora si dice che i papi possono errare sulle questioni materiali, politiche ma che la loro parola è infallibile sulle questioni spirituali.
Fu spiritualmente corretto vietare la traduzione dei Vangeli e la loro lettura ai laici fino al 1800?
Fu spiritualmente corretto far mercato delle cariche religiose, delle indulgenze, costringere alla conversione ebrei e indios?
In realtà, signor Papa, è sotto gli occhi del mondo che i Papi commisero ogni sorta di crimini e di errori dottrinali. Tant’è che via via molti si staccarono dalla Chiesa di Roma formando chiese meno impudenti. I protestanti di Martin Lutero, i Calvinisti, i Valdesi…
Le scelte attuali della Chiesa di Roma discendono non dalle parole di Gesù ma dalle scelte dottrinali di quei Papi dei quali la Chiesa ha recentemente riconosciuto le colpe.
La concezione della parola di Gesù che la porta oggi ad essere così severo e poco tollerante, tanto da accettare che il povero Welby, non abbia un funerale in chiesa, non discende dai Vangeli. Discende dalle decisioni di uomini che avevano le mani sporche di sangue.
Nei Vangeli c’è scritto ben poco di quello che la Chiesa considera dogma religioso e di quel che viene insegnato a Catechismo.
Gesù non nacque nell’anno zero ma qualche tempo prima, non nacque il 25 dicembre, non fu crocefisso a 33 anni.
Da nessuna parte nei Vangeli si dice che Maria fosse vergine fino alla nascita di Gesù, non si parla di Sacramenti, non si nomina né il Limbo né il Purgatorio e gli accenni all’Inferno sono molto vaghi e discutibili. Non si nominano chiese e cattedrali e anzi Gesù invita a non pregare in pubblico. Non si parla di sacerdozio né tanto meno di celibato dei preti (che fu stabilito solo intorno all’anno mille ma che fino al 1600 si poteva evitare comprando un’indulgenza).
Non si parla del diritto della Chiesa a possedimenti materiali o a possedere banche (Gesù scacciò i mercanti dal Tempio). Non si parla di divieti sessuali: Gesù difese due donne condannate alla lapidazione per la loro condotta sessualmente immorale. Gesù le salva dicendo: perdonatele perché hanno peccato per troppo amore, stabilendo in questo modo l’assoluzione a priori delle trasgressioni amorose.
La dottrina della Chiesa è in realtà molto lontana dalla parola di Gesù. Per questo i Papi hanno vietato per più di un millennio la conoscenza diretta dei Vangeli e hanno torturato e ucciso chi cercava una pratica religiosa più vicina alla parola di Gesù: i Patarini, i Catari, Dolciniani. Sono morti perché volevano seguire i Vangeli. Rinchiusero in una cella immobilizzato, per anni Jacopo da Todi per la sua fede in Gesù. Quando fu liberato le sue ginocchia erano calcificate e non potè più camminare. Con Lutero non ci riuscirono.
E quel che vedo, signor Papa è che ancora la Chiesa di Roma è restata a difendere posizioni autoritarie. Ancora vediamo l’amicizia con i dittatori sanguinari, banche e grandi interessi economici.
Per fortuna non bruciate più nessuno sul rogo ma quando qualcuno parla in modo irritante le leve economiche e politiche vengono spinte in modo tale da colpirlo violentemente.
Ancora oggi la chiesa usa del suo potere terreno per condurre guerre contro gli eretici. Mi creda, caro Papa, gliene potrei raccontare parecchie subite personalmente.
E allora mi sembra che qui ci siano parecchi problemi inerenti alla fede.

E direi che lei, che mi dicono essere un fine filosofo, non può non notare che il seme della decadenza morale ha le proprie radici proprio nell’alveo della Chiesa di Roma, madre della cultura europea.
Quindi caro Papa, non possiamo non annoverare tra le cause storiche che hanno portato alla perdita del senso del sacro e alla mercificazione della vita il cattolicesimo stesso. Da questo punto di vista le religioni primitive hanno dimostrato un’indiscutibile superiorità morale.
Ora, santità, io e lei abbiamo una cosa in comune. Entrambi crediamo che solo da una rinascita del senso del sacro possa scaturire qualche cosa di buono.
Ora, se lei ritira i suoi scherani, e mi permette di lavorare, potremmo combinare qualche cosa di buono insieme.
Dall’alto della sua profonda conoscenza di grandi e indiscussi cristiani come San Tommaso potrà certamente convenire che Dio è mistero e che qualunque tentativo di definire questo mistero è una riduzione dell’immensa imponderabilità del segreto dell’esistenza del mondo.
Quindi, che ci mporta se Maria era Vergine o no? Converrà che non è quello il centro del problema.
E che ci importa se il matrimonio dei gay viene riconosciuto?
La questione è trovare il modo di raccontare la magia del mondo. Regalare agli altri la nostra sensazione di stupore di fronte al fatto di essere vivi.
La gratitudine che l’essere coscienti di vivere sprigiona. E l’amore!
Ma servono grandi gesti, oggi, per comunicare questa gioia (intermittente) assurda e impossibile di fronte alla sfida della vita.
Ecco, vorrei dire, lei, tutto inamidato, che appare al balcone e lancia anatemi, non mi sembra proprio il massimo dal punto di vista del marketing dello stupore della sensazione della comunione con il sacro.
E’ un modo un po’ retrò…
La vedrei più francescano, essenziale ma dinamico… Comunque non discuto.
Ma diamoci da fare veramente: ci sono milioni di possessori di cellulari da evangelizzare. Gli parli veramente di Gesù laddove dice che un’ora passata a giocare con i propri figli vale molto di più di un’auto nuova. Una sola ora. Suppongo che lei sia d’accordo sul concetto. Lo so che Gesù non lo ha detto con queste parole. Però ha detto: lasciate che i bambini vengano a me e qualche cosa a proposito dei semplici che erediteranno la terra. Bisogna giocare con i bambini. Perché avvicina al senso del sacro.
Lei che può faccia una postilla ai Vangeli. Oppure perché non si fa riprendere mentre gioca per un paio d’ore con un gruppo di bambini? Proprio giocare.
Sarebbe un’immagine potente pensi ai titoloni sui giornali: “Anche il Papa ha bisogno della spiritualità dei bambini.” Portentoso!!!
Un’immagine così potrebbe fare muro contro la decadenza dei costumi!!!
Che poi, decadenza… smettiamola di parlare di decadenza. Nonostante tutto negli ultimi duemila anni c’è stato un continuo miglioramento morale.
Anche nell’ambito dei Papi.
Sono solo 150 anni che i Papi hanno smesso di essere dittatori sanguinari.
E oggi la gente si indigna di fronte ai crimini e alle ingiustizie.
Solo 50 anni fa non esistevano quasi i volontari della solidarietà che oggi in tutto il mondo sono decine di milioni.
E fino a 50 anni fa picchiare le mogli e i figli era un diritto sancito dalla chiesa e dallo stato. Oggi è un crimine.
E vogliamo parlare di alfabetizzazione, di cultura, di qualità della fede?
Le cose vanno meglio. E questo succede proprio perché esiste una potente forza positiva che muove la storia umana verso una continua, difficile, lenta e contraddittoria crescita mentale e spirituale.
Dobbiamo affermare questo. Dobbiamo sostenerlo. Dobbiamo farlo sapere.
Basta con questo vezzo apocalittico. E’ possibile avere fede in un mondo migliore.
Dio ci vuole veramente bene!

Per approfondire vedi: Papi all'inferno... Qui il prezzario delle indulgenze.


Commenti

approvo e sottoscrivo
sono ESASPERATA da questa continua presenza del papa e del vaticano su ogni ogni ogni ogni ogni cosa della nostra vita quotidiana. ieri sera vedo il papa per la tremiliardesima volta al tiggì in una settimana, e dico " ma possibile che tutti tutti i giorni lo mettano al tigg'?"
mi rispondono " perchè siamo sotto natale"
io chiedo " e quando non siamo sotto natale è mica uguale? ma sbaglio o tempo fà il papa non li si vedeva ad ogni pie sospinto come ora?"

e poi veramente, NON NE POSSO PIù della manipolazione mediatica operata dal vaticano per ogni cosa, comprese quelle di massima importanza. una folla di persone che seguono le direttive del vaticano su come votare, su cosa è giusto su cosa è sbagliato, sulla via la verità e la vita.
Che capisco che dicano le stesse cose, ma con toni diversi: con dolcezza e con un pò d'umiltà, con la specifica che quello è illoro pensiero e ciò che raccomandano alle loro genti, ma non che sia un editto divino valido per tutti i continenti del mondo!!!

AHHHHHHHHHHHHHHHHHH!!!!

non scrivo oltre perchè non voglio essere fraintesa e meno che mai cadere in presunte offese per chi segue con passione queste vie,
dico solo che sono ESASPERATA dai modi, dalla presenza oppressiva e così fortemente POTENTE su tanto dell' immaginario collettivo, e inevitabilmente su ogni questione di Potere.

ahhhhhhhhhhhhhhhhhh! mi contengo,

ciao ele

Ieri sera davanti alle immagini del tg, ho pensato esattamente ciò. L'ho espresso in qualche modo in poche parole e mi è stato risposto:
-"Se fai cadere la Chiesa, togli quell'ultimo tessuto sociale di solidarietà che c'è. Che lo stato non c'è più."
In tutto ciò è bello pensare ai bambini.
Ma questo tessuto sociale filato da sepolcri per lo più imbiancati,
come si fa a non farlo cadere? Rendere consapevoli che Dio ci ha reso liberi, per molti è innamissibile. Si ritroverebbero nel caos delle loro indottrinate idee.
Una speranza c'è: sono i bambini.
Giocare a nascondino, sssss.
Mio figlio conosce Gesù come colui che pescò tanti pesci, facendo gettare la rete dalla barca, e dove prima non c'era nulla, ora c'erano migliai di pesci.
Ci sono bisogno di tante postille nei vangeli, sono d'accordo.
Allora a quando l'incontro fra Jacopo e Benedetto?
Possibile non ci sia nullla da fare?
NOn ebbe forse giustizia la vedova bussando ogni giorno alla porta del giudice.
Certo Jacopo non è una vedova! Ma con un po' di trucco, da Befana lo possiamo travestire. Non penso Dio se ne accorgerà.
Non dimenticare le mutandine rosse! Quelle sono di ordinanza.
aaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhh non mi contengo,
Così si sentono due campane, una fa ying, e l'altra fa yang.
PPSSSSS Se riesci ad ottenere un udienza, porti noi POF con te?
ciao ciao (non rileggo, se no mi auto censuro!)

Caro Jacopo,
leggendo il tuo pezzo non ho potuto fare a meno di pensare a una giullarata proposta da Dario in Mistero Buffo, quella di Bonifacio VIII, anche perché la sto preparando per il mio corso di recitazione. La scena conclusiva, quella in cui il pontefice carnefice e dissoluto riceve un calcio sulla parte che siede da parte di Gesù Cristo, è assai illuminante. Bonifacio si proclama vero principe, dando al Cristo (diretto verso il Golgota) il titolo di "capo degli asini".
Le eresie progressiste fanno ancora paura al papato. Ieri erano i frati di Dolcino, oggi tutti coloro che difendono la libertà e i diritti umani.
Urgono nuovi giullari!
Buon 2007!
L'elefante e la luna.

Teorema di Hurdy.Se da un lato di un ipotetica bilancia morale mettiamo tutto il cristianesimo dalle origini ad oggi (persone,fatti) e dall'altro una cimice in pessime condizioni di salute dovute a eccessi sessuali,chi pesa?
Risposta:pesa chi ha ingannato di meno la natura.

Uno stupendo libro: "Il libro ritrovato" di Richard Bach. Il titolo originale, tradotto dall'inglese: Manuale del Messia - Una guida per l'anima progredita. E' una sorta di oracolo, anzi molto di più, si pensa ad una domanda e si apre il libro a caso. Dopo aver letto il post di Jacopo ho fatto la seguente domanda al libro: Il mondo sta migliorando?
Ed ecco la sua risposta: Vivere all'insegna della creatività e dell'amore è il modo più sano di affrontare la vita. Fare ciò che rende felici guarisce e protegge.

POF POF POF !!!
Scelgo di essere felice! :D

Caro Jacopo,
a roma c'è un detto molto popolare che definisce bene e sinteticamente quelli che attribuiscono agli altri colpe o condizioni che sono proprie, e cioè "er bue che dice cornuto all'asino".
Nella fattispecie, la chiesa e i suoi scherani, hanno dimostrato nel corso dei secoli passati talmente tanta infamia, che dovrebbero tacere per almeno i prossimi venti secoli e lasciar fare ai veri "uomini di buona volontà".
A questo proposito vorrei riportare un passo degli atti degli apostoli da dove si capisce la profonda voragine esistente fra colore che hanno sognato e vissuto, anche se per un breve periodo, un mondo nuovo, e coloro che hanno falsificato e usato la parola di Gesù per i propri fini.

Atti capitolo 2
44 E tutti quelli che credevano erano insieme, ed avevano ogni cosa in comune; 45 e vendevano le possessioni ed i beni, e li distribuivano a tutti, secondo il bisogno di ciascuno. 46 E tutti i giorni, essendo di pari consentimento assidui al tempio, e rompendo il pane nelle case, prendevano il loro cibo assieme con letizia e semplicità di cuore, 47 lodando Iddio, e avendo il favore di tutto il popolo. E il Signore aggiungeva ogni giorno alla loro comunità quelli che erano sulla via della salvazione.

Questo è quello che succedeva nella chiesa primitiva, poi.................è arrivato paolo da Tarso, poi......tutti gli altri e infine benedetto XVI.

Quiz dei semplici:
chi sono i cornuti?

Ciao a tutti

Jacopo... hai visto cosa è successo a Bossi dopo aver accusato il Papa?

Comunque sei un grande!

Ciao Jacopo.
ho trovato in internet questo link:
http://www.rolliblog.net/archives/2003/12/04/sedici_condoni_edilizi_per_...
Un po' screditante.
Io te lo segnalo poi vedi tu.
Felice 2007!

Gianmarco

Seguo spesso il tuo blog e purtroppo vedo sempre che tra qualche verità ne spari grandi bugie frutto spesso di luoghi comuni piuttosto che di fatti storici. Solo qualche esempio:
- la conversione forzata degli indios è uno di questi luoghi comuni. Mentre i soldati spagnoli (molto poco cristianamente) inseguivano l'oro uccidendo a destra e manca, erano i missionari a difenderli (infatti spesso si scontravano con i conquistadores). Se poi i missionari portavano la parola di Gesù non vedo cosa ci sia di male, infondo Gesù disse di portare il suo messaggio a tutti.
- picchiare mogli e figli era un diritto? Per favore citami le norme sia del codice di diritto canonico che quelle del codice civile che autorizzavano ciò.
- Gesù salvo le due adultere per troppo amore? Ma che Bibbia hai? Lui le salvo perchè erano pentite dei loro peccati. Ed infatti disse "vai e non peccare più".

Mi femo qui. Con cordialità
Michele

nel febbraio 2006, a Bangalore - India, si è svolto un evento unico nella storia dell'umanità: due milioni e mezzo di persone, da 150 diversi paesi, si sono riunite in celebrazione e hanno meditato insieme. sono stati 3 giorni di festa, unici nel loro genere, a cui hanno partecipato personalità politiche e religiose di ogni parte del mondo e di ogni cultura. le maggiori televisioni mondiali hanno mandato l'evento via satellite.
si trattava del silver jubilee, il 25° anniversario, della fondazione dell'Art of Living Foundation, che è la più grande organizzazione di volontariato del mondo ed è stata creata da Sri Sri Ravi Shankar, guida spirituale riconosciuta a livello mondiale.

in italia quest'evento non ha avuto neanche due righe al telegiornale di mezzanotte. chissà perchè.

per approfondimenti: www.silverjubilee.org

Non sarebbe meglio che Jacopo Fo scrivesse direttamente al Papa anziché utilizzare solo ed esclusivamente il suo blog per sciorinare i suoi consumati luoghi comuni sulla Chiesa, sul Pontefice, sul Vangelo e sulla storia? Ormai, sparare a zero su Benedetto XVI è diventato lo sport maggiormente praticato. Perché dare un'eccessiva attendibilità agli inattendibili e discutibili manoscritti di Qumran? Se preferite andare dietro alla falsa storia, fate pure; ma non ditevi veri cristiani.

su tante cose che predichi, non hai torto.
Innanzitutto, auguri di buon 2007.
In primis, ti premetto che come top di Papi ho una coppia d'assi a cui far sempre riferimento e che penso sono stati quelli che realmente hanno cercato di dare un significato al reale compito che la Chiesa dovrebbe avere verso tutti. Questi due eccelsi uomini sono Giovanni XXIII (a cui era devoto, e ben motivato, mio padre) e Giovanni Paolo II, che io ho sempre chiamato GP2.
Il primo scongiurò con il suo intervento, la terza guerra negli anni '60, Cuba/Russia/Kennedy.
Il secondo abbattè il comunismo esteuropeo con l'abbattimento del muro di Berlino, predicò per Madre Teresa, e rifiutò le cure che non servivano a guarire (per citare il caso Welby).
Spesso mi sono ritrovato a discutere con mia moglie sulle scelte di Benedetto XVI. "Rompe troppo i coglioni e mette bocca dappertutto" dico io, homo de chiesa. "Pensa che stai parlando di Gesù in terra e tutte le sue scelte devono essere illuminate dal Signore" mi ribatte mia moglie, ormai in preda alla drasticità religiosa ed integralista, a cui volge la religiosità attuale.
E' l'immagine dell'Italia spezzata in due: chi vuole che la Chiesa metta bocca in tutti i campi, e qualche volta anche a sproposito, e chi ritiene giusto che la Chiesa si limiti a parlare quando si toccano temi etici e di natura umana.
Perchè la Chiesa non si è mai espressa sulla schiavitù umana, nei confronti delle BANCHE? Vedi lo IOR.
Perchè la Chiesa non si è mai opposta alla guerra in mediooriente? Sono musulmani ed hanno il petrolio che serve all'umanità (ammeregana!).
Purtroppo, per mia ignoranza e per pigrizia, non ho ancora letto la Bibbia. Ho letto di tutto, ma ogni volta che mi prometto di leggerla, ecco che spuntano fuori nuove letture.
Sono curioso di leggerla, stando ai fatti di Lutero, per cercare di capire, sempre sotto influsso divino chiamato Spirito Santo, per vedere, come diceva San Tommaso, se le interpretazioni che si sono date finora, coincidono con le restrizioni clericali.
Poi, se consideriamo che una rivisitazione del testo fu fatta, stando ai storii, in occasione dell'editto di Costantino del 313 d.c., che la prima Bibbia scritta fu stampata da Guttemberg a ridosso del XVI secolo (22 marzo 1457), e che solo nel 1800 fu accessibile a pochi, beh immaginate che discernimento che dovrò fare, per dare una mia interpretazione al messaggio reale che si nasconde dietro.
Questo messaggio alla fin fine è UNICO per tutti, e cioè che Dio è Amore, ogni cosa del creato è parte di Dio, che esiste un solo Dio, ama il prossimo tuo come te stesso: il resto è relativo!
E allora mi deve spiegare, caro Papa Ratzinger, per quale cazzo di motivo non è andato giù in Iraq a proibire la bullonesca esecuzione (perchè si tratta di una pantomima, tutto falso, nessuna esecuzione).
Paura di future guerre sante? Ma non crede che i diritti umani vengano prima?
Perchè non prende di petto le vicende, ma si limita a meri messaggi domenicali, in occasione di messe?
Perchè devono essere i suoi panciuti cardinali o vescovi, a parlare?
Perchè sta nuovamente cambiando l'organigramma del Vaticano?
Tante cose da lei dette, le trovo sacrosante, ma alcunne gesta emblamatiche le potrebbe anche compiere a verità delle parole che dice, o mi sbaglio!
A noi, il compito di pregare, come fedeli in Cristo, ma lei deve essere l'esempio di Cristo in terra.
E si incazzi ogni tanto, come fece Nostro Signore nel tempio contro i mercatari.
Le chiedo tanto?
Amo la vita, amo il mondo, amo la mia famiglia e, ahimè farò peccato (???????), amo le donne nella loro essenza femminile, nel loro fascino, nel loro corpo, nella nostra completezza da esseri maschili.
E vedere tanti omicidi e massacri, inutili a mio avviso, è un delitto verso l'umanità e quello che ci hanno sempre insegnato.
O ci avete raccontato frottole?
Già la storia è stata modificata a piacimento dei pochi, l'amore viene da dentro, perchè Cristo vive in noi. Non ce lo faccia mai scordare e NON SE LO SCORDI LEI SANTITA'.
Ciao Jacopo, e di nuovo auguri a tutti d buon 2007.
See you (altra canzone dei Depeche Mode, targata 1983).

Non so se Gesu` era davvero marocchino o scuro di carnagione.
Quello che so e` che piu` si cercano conferme alla fede (da un punto di vista storico) e piu` s`incappa invece in tante falsita` ed aggiunte di cui la Chiesa di Roma e` la prima responsabile.
In Italia, vi e` una velata censura su tutto quanto sia inerente la Chiesa di Roma nel senso di critiche.
Quando dico 'velata' non intendo che la cosa sia leggera ma intendo che la cosa sia velata e cioe`...con qualcosa davanti che la nasconde.
Ebbene si....
In Italia, quasi non si e` parlato di uno dei tanti libri del genere 'cristologico' che e` uscito ultimamente.
E` vero che, se ne escono tanti, uno piu` od uno meno non e` fatto da destare attenzione ma in questo caso si!
Luigi Cascioli ( storico/aspirante prete eppoi ravvedutosi dalla vocazione ) ha scritto un libro ( La favola di Cristo ) in cui sembrerebbe dimostrare che Gesu` Cristo ( per come ci viene descritto dai vangeli ) sarebbe un personaggio che non sarebbe mai esistito (ma creato sulle spoglie di Giovanni da Gamala della famiglia degli Asmonei/Maccabei)che sarebbe bene che ogni cristiano leggesse.
Chi sta` scrivendo questo commento non e` ateo, tutt`altro.
Sono un cristiano in viaggio nella storicita` ed autenticita` della Bibbia.
Io non voglio offendere la fede ed il credo di nessuno ma lasciatemi fare una piccola considerazione.....
Non so voi ma io, da buon cristiano che si rispetti, non avevo mai letto la Bibbia e come la maggior parte di voi, ne conoscevo si e no il pentateuco ed i Vangeli...che poi, dire che li conoscessi e` davvero esagerato visto che il tutto si riduce ai tempi del catechismo.
La Bibbia pero`, non e` un testo qualsiasi....e` il testo che tutti i cristiani considerano sacro.
Prima ancora di aprire la Bibbia e cominciare a leggerla, dobbiamo per forza di cose, fare una considerazione iniziale e cioe`:

se almeno di Bibbia ne esistesse un`unica versione a cui, non importa a quale congregazione si appartenga, tutti si ispirassero, si potrebbe almeno prendere il libro e cominciare a leggerlo.
Il problema e` che di Bibbia, non ne esiste una sola versione....esiste il canone canonico cristiano, quello ebraico, esiste la versione greca 'dei 70', esiste quella mistificata dei Testimoni di Geova, ne esistono altre di altre sette.....
Ma allora......come si fa` a prenderne a priori una versione e leggerla?
La risposta logica e` che non e` possibile o lo e` eventualmente solo dopo aver capito davvero quali sono le differenze tra esse ed aver operato quindi una vera scelta.
Ecco perche`, da cristiani, se la Bibbia a cui ci ispiriamo e` quella della C.E.I., occorre dapprima capire che cosa s`intende per canone cattolico e quali sono i motivi che fanno ritenere 'ispirati' alcuni libri ed altri no.
Il fatto che vi siano i testi nominati apocrifi in senso dispregiativo, non significa che quella letteratura non conti o non esista.
Tutt`altro.....
E` proprio capendo che cosa sono i libri di Enoc e che cosa significhi 'apocalittica giudaica' a cui appartiene anche il libro canonico di Daniele, che potremo capire che cosa stiamo leggendo.

Occorre capire in senso storico quale fosse la cultura e quali fossero le radici di questo popolo e sopratutto cominciare dal sapere che non si sa davvero nulla di chi abbia scritto i Vangeli che seppur trasmettano l`immagine del Cristo e del suo messaggio spirituale che e` intoccabile, insieme al libro Atti degli apostoli, rappresentano un falso bell`e buono che ci presentano un personaggio che non appartiene alla storia e la cui nascita sui vangeli fu` aggiunta solo nel IV secolo da quelli che diverranno santi come padri della chiesa (Eusebio da Cesarea, Ambrogio da Milano, tanto per citare il falsario e lo scrittore.....)
Invito innanzitutto i cristiani a documentarsi meglio sulla storia della palestina e su cio` che scrissero gli storici contemporanei (Giuseppe Flavio ( ma non quello derivante da Esegippo e scritto da Ambrogio da Milano ), Filone Alessandrino )e che, come disse anche Goethe:

"...Questo Gesu...faceva miracoli, ridava la vista ai ciechi e faceva camminare i paralitici....ma gli storici contemporanei, non lo hanno minimamente citato."

In conclusione.....

La chiesa ha sempre fatto quello che ha voluto inventandosi un dogma che non e` nella bibbia, proprio grazie all`ignoranza di noi che di Bibbia NON SAPPIAMO NIENTE.
Se la fede e` forte, non teme verifiche!!
Ma la Chiesa di Roma ( ed ogni fedele nel suo intimo) si rifiuta all`analisi critica delle cose e la teme!!
Ma allora la fede e` dogma ma non ha ne` basi e ne` puo` avere obiettivi.

Dio e` buono davvero e perdonera` anche voi come ha perdonato ecclesiastici per molto di piu`.

Claudio Ingravallo

Non ci sarebbe molto interesse nel processo di fine per malattia terminale del papa.Quando uno crede molto e ha un immagine di sè molto radicata,il dolore non sortisce alcun cambiamento.La mia speranza sarebbe dunque di assistere, nel contesto di una malattia gravissima del nostro papa attuale,che, come per miracolo, la sua fede svanisse a causa degli atroci tormenti continui. Auspicherei che arrivasse a chiedere la fine della sua esistenza ! Allora si che rideremmo ! No ! Santità ! Cosa pensa ? Lei deve vivere ! Si ricorda ? In effetti lo smarrimento psichico globale in cui si troverebbe sarebbe l'esatto compimento del suo karma.Invece di ribaltarlo sulla gente,ogni cattolico dovrebbe provare sul suo karma queste atroci sofferenze purificanti ! La sofferenza avrebbe senso...

E' con estremo dispiacere che continuo a notare su questo sito dell'interesse verso l'attività mentale e culturale della chiesa. Io stimo Jacopo Fo perchè lui è figlio di Dario, e si interessa di cose che condivido,ma deve avere qualche turba non meglio specificata,poichè su questo sito continuano a comparire parole che arrivano addirittura ad essere di elogio per personaggi della chiesa (come il commento qui sotto). La chiesa e i cattolici hanno il dovere morale di soffrire. In ogni modo possibile e immaginabile, ed è a loro che tocca ogni malattia seria.
Se non soffre un cattolico, soffrirà la sua progenie, un congiunto, un vicino, e in maniera molto più atroce e bizzarra. Estirpare la chiesa dal globo è, perciò, compito di ogni essere senziente, impresa possibile oggi che esiste internet e la tv. Fino ad allora, è ovvio che non si possa incitare delle attività tipo arancia meccanica verso i preti, ma, se incontri un cattolico, inquadralo subito; egli va sfruttato, fino al midollo, per estrarne lavoro e beni materiali, indi va soppresso, se non fisicamente, psicologicamente, poichè egli rappresenta l'entità biologica più infima e infame . Il suo compito è dimostrare cosa l'essere umano NON è.
Un omaggio a quei pochi esseri umani che posso dire di stimare e conoscere minimamente ; Robert Dilts, Richard Bandler, eccetera . Coraggio, guariremo !! 

Robert Dilts ha ultimato e prodotto un lavoro video, chiamato "le strategie di Gesù", riassunto di alcuni seminari tenutisi a Milano nel 2006 da una azienda che si occupa di pnl, formazione e comunicazione. Ho appena acquistato la serie di 3 dvd .