Sky, Prodi, i pompini e il compito dei rivoluzionari.





Sky, Prodi, i pompini e il compito dei rivoluzionari.

Prodi giustamente si è rivolto a Sky per spiegare la sua posizione agli italiani. Per inciso sono proprio d’accordo con lui quando sostiene che gli italiani sono fuori di testa.
Molti si sono stupiti per vari aspetti di questa intervista. Nessuno ha parlato del fatto che Sky sia oggi uno dei maggiori distributori di pornografia in Italia.
Ed è strano perché la destra si era fin’ora dimostrata disposta a usare qualunque mezzo contro Prodi. Ma a nessun reazionario gli è venuto in mente di accusarlo di essere in combutta con i peggiori mercanti di sesso violento.
Mi stupisco che nessuno (neanche il più moralista) dica mai una parola su questo aspetto di Sky.
Ogni notte Sky trasmette a pagamento una decina di film porno.
Ma Sky non si limita a questo: ha scelto di trasmettere solo e unicamente film porno che non possiamo definire altrimenti che fascisti.
Quello che mostrano i film proposti da Sky non sono semplicemente piani di sessi maschili inseriti in tutti i pertugi femminili. Questi film non propongono semplici rapporti sessuali ma azioni che hanno come centro non il piacere ma l’umiliazione della donna.
Per rendersi conto del livello basti dire che nel 90% dei casi, dopo che gli attori hanno fatto di tutto, il rapporto si conclude con il maschio che si masturba eiaculando sul viso della femmina. Ora converrete che, dal punto di vista del piacere sessuale questo sia il modo in assoluto meno piacevole di concludere un amplesso.
Inoltre tutti i coiti rappresentati si svolgono all’insegna di modalità accelerate e violente che nulla possono dare in termini di reale godimento (il piacere sessuale richiede morbidezza, rilassamento e lentezza). Le donne vengono soffocate da peni enormi, prese a schiaffi, maneggiate malamente nelle zone intime. E c’è gran profusione di scene disgustose come gli inserimenti alternati ano-bocca.
Inoltre si propongono sequenze che propongono comportamenti igienicamente disastrosi come l’inserimento penetrazione vaginale successiva a quella anale, pratica che provoca infezioni vaginali di vario tipo. Insomma una schifezza.
La sessualità proposta da Sky è quindi non semplice pornografia ma propaganda alla violenza, al disprezzo della femmina, a un sesso triste e poco piacevole.
Ma come mai Sky ha scelto proprio questo tipo di ponografia? Non mancano certo nel mondo pellicole pornografiche che mostrino primi piani altrettanto efficaci, ma all’interno di rapporti sessuali basati sull’allegria e la reciprocità del piacere.
Ma Sky ha scelto il porno più di merda che esista.
Ora io dubito che Murdock abbia detto ai suoi uomini di comprargli tutta la merda che offre il mercato. E dubito che una simile scelta sia stata fatta dall’amministratore delegato di Sky Italia.
Il meccanismo decisionale credo si sia basato su una semplice meccanicità delle scielte. Hanno detto a un povero sfigato di comprare 1000 film porno e quello lì ha comprato semplicemente “il prodotto medio offerto dal mercato” senza ragionarci su neanche un secondo.
Se avesse ragionato avrebbe capito che offrire del porno di qualità leggermente superiore sarebbe stata una scelta migliore sia dal punto di vista etico che da quello economico, visto che sul web trovi gratis milioni di porno di merda. Qualificare l’offerta della pay tv sarebbe stato commercialmente efficace.
Sicuramente a Sky non hanno mai discusso seriamente della merda che trasmettono. Preferiscono non parlarne neanche tra di loro.
Afforntare la sfida della complessità è faticoso.

Ora io sono qui a chiedere aiuto per lanciare una campagna proprio su questo punto: scriviamo lettere a Sky chiedendo un porno che esalti la sessualità e il piacere invece dell’umiliazione.
So benissimo che lo faremo in 5 ma credo che sia importante farlo.
Anche perché su questo punto Sky si vergogna e quindi è molto sensibile al fatto che se ne parli.
Ma vorrei spiegare meglio l’importanza strategica di questo discorso.
Innazi tutto rientra esattamente nella logica vincente dei piccoli passi. Delle microazioni che possono realmente essere cambiare qualche cosa. E offrire a milioni di maschi immagini di un piacere condiviso sarebbe meglio perché è più arrapante visto che non tutti i fruitori di pornografia sono totalmente tarati, semplicemente consumano quel che offre il mercato. Ma sarebbe anche un grosso risultato culturale perché la qualità della sessualità proposta agisce sull’immaginario, mette in crisi certi valori. E se si facesse vedere come si fa un pompino veramente piacevole alla gente verrebbe in mente di provare quel tipo di contatto (vedi in questo blog Pompini solidali Pompini solidali Come far impazzire di piacere una donna. Apriamo un laboratorio strategico!)
Ma questa questione, apparentemente ultrasecondaria, riassume anche il fulcro del disastro globale che stiamo vivendo e occuparcene ci permette di intaccare la logica stessa che ci sta portando al tracollo sociale e economico.
Agire su questo punto ha un valore simbolico enorme, lo definirei quasi un atto sciamanico. Ora mi spiego.
Da tempo ripeto che la crisi attuale è una crisi di sistema. Stiamo verificando che il modello della prevaricazione non funziona.
Nel 2001 avevamo previsto che l’aggressività Usa avrebbe portato ad estendersi il conflitto cristiani-musulmani provocando a un disastro totale. I 650 mila civili morti in Iraq, e l’estendersi del conflitto a Afghanistan, Libano, Iran eccetera sono la prova che avevamo ragione. Il modello occidentale è al collasso. Le guerre, il sistema petrolio, l’impoverimento sociale e morale, l’esplosione della grande criminalità e della piccola violenza stanno facendo grippare il mondo. Quando in Europa ogni notte vengono bruciate centinaia di auto e viene rubato il rame dei binari ferroviari devi capire che il patto sociale sta saltando.
Si tratta di una crisi periodica del sistema.
Successe lo stesso negli anni sessanta quando i neri Usa e studenti e operai europei si incazzarono.
Alla fine i potenti del mondo abbozzarono e dovettero fare grandi concessioni.
Può dar fastidio a molti quest’ultima affermazione. Da molti punti di vista non è cambiato niente. Ma è importante capire che ora abbiamo difficoltà a notare le grandi vittorie di quegli anni per un problema di prospettiva: tendiamo a vedere le ingiustizie di oggi e a dimenticare quelle di ieri.
Negli anni ’60 tutta la società era rigida, la dittatura del conformismo più retrivo dominava tutto.
Molti parlamentari italiani negavano tout cour l’esistenza della mafia, il sistema sociale era bloccato, le possibilità per un figlio di operai di laurearsi irrisorie, in Usa i neri non potevano entrare nelle scuole dei bianchi né sedere nei posti dei bianchi sugli autobus.
In Italia l’aborto e il divorzio erano vietati e il codice penale considerava lo stupro era un reato contro la morale e non contro la persona, un reato secondario. La disparità di trattamento economico tra uomini e donne era abissale. I gay erano clandestini.
Il disprezzo per i diversi, fossero disabili o ragazze madri, era totale.
E anche il potere d’acquisto era differente. Negli anni 60 possedere un cappotto era una novità. Comprare un auto un grande sacrificio.
E potrei continuare a elencare fatti per mezz’ora. Il mondo oggi è realmente totalmte altro rispetto a 40 anni fa. Le lotte di quegli anni sono state chiuse da una repressione militare feroce ma soprattutto dalla rinuncia agli aspetti più beceri dell’oppressione.
E attenzione, queste concessioni sono andate di pari passo con la capacità dell’umanità di costruire pezzi di realtà che mancavano e certamente questo aspetto ha contribuito almeno al 60% del miglioramento della qualità della vita dell’Umanità.
I capelli lunghi, le minigonne, la musica rock, la liberazione sessuale, i nuovi costumi sociali improntati al femminismo, al rispetto dei diversi e dei disabili, la solidarietà sociale, il parto dolce, il commercio solidale, i centri di cultura alternativa (dai bar agli agriturismi) l’educazione rispettosa dei bambini, il cibo biologico, la controcultura, la riscoperta del corpo e della spiritualità, la non passività davanti alla propria salute (non credere ciecamente al primo medico che incontri), la diversa scala di valori, i nuovi stili di vita, sono tutti elementi che oggi rendono tanto diversa (e migliore) la nostra vita. Spratutto la vita di chi ha fatto proprie le idee della rivolta. Infatti oggi il benessere non è solo economico. Una persona che è restata ferma alle concezioni degli anni ’60 oggi vive molto peggio di chi ha compiuto questo percorso di rivoluzione (ovviamente a parità di situazione economica!).
E questo è molto interessante: noi abbiamo dimostrato, con la nostra vita negli ultimi 30 anni, quel che urlavamo a 17 anni per le strade: questo sistema non è capace di darci la felicità. Dobbiamo lottare per prendere la nostra felicità, cambiando la nostra vita e il sistema che ci domina.
E ci siamo riusciti dimostrando nei fatti che il capitalismo che riduce tutto a una questione di soldi è una bufala.

Ora siamo nel pieno di un altro periodo di crisi mondiale.
Le masse del terzo mondo stanno premendo ai confini dell’impero perché non vogliono più essere depredate. E d’altra parte il petrolio sta finendo, l’acqua scarseggia e l’aria fa vomitare.
E’ chiaro che anche un cretino come Bush capisce che la sua idea di sterminare l’umanità e vivere felice coi bisonti non funziona. L’Iraq è stato il loro Vietnam. Andranno avanti a massacri ancora per un po’ (speriamo poco) ma poi dovranno iniziare a trattare e affrontare il terrorismo nel modo che noi proponevamo nel 2001: facendo concessioni economiche e sociali, tagliando gli sprechi energetici e burocratici e ridimensionando il potere di criminali, corrotti, terroristi e speculatori chiudendo i paradisi fiscali e eliminando il segreto bancario.
Non hanno altre vie.
Ieri i quotidiani davano notizia di un evento che è un segno che quanto dico sta iniziando a succedere. Un avvenimento che sarebbe parso fantascientifico solo sei mesi fa: Bush ha firmato un documento che stabilisce che gli Usa non tratteranno più e non forniranno aiuti ai paesi che non hanno governi democratici che combattano realmente l’illegalità e la corruzione. Subito dopo aver firmato questo solenne impegno Bush è andato a cena con un dittatore massacratore di un piccolo stato dell’ex Urss. Ma questo è secondario. Già il fatto che lo dica è una novità epocale…
Questo era il primo punto della lettera che firmai con i miei genitori all’indomani dell’11 settembre e che provocò un linciaggio in Italia, parole furibonde del Time e la cancellazione della tournè di mio padre e mia madre in Usa. Perché gli Usa arrivino realmente a porre condizioni di umanità ai loro alleati ci vorrà molto di tempo. Ma ormai il principio è stato digerito anche dai più nazisti. Non si può farne a meno. Ormai la ruota si è mossa.
E, attenzione, chi preme di più in questa direzione sono gli economisti delle migliori università Usa: una nazione amministrata in modo democratico ha un potere di acquisto tre volte superiore a una nazione sottoposta a una dittatura corrotta. E si sa che quando arriva il potere d’acquisto alla fine tutti si inginocchiano.
Spece sa Ford è fuori dalla grazia di Dio che nessuno gli compra più le sue auto.

Quindi sono estremamente pessimista per l’immediato. Viviamo nel bel mezzo di un grande massacro e la mattanza deve ancora toccare il massimo dell’orrore.
Ma sono ottimista per quel che succederà entro cinque anni (speriamo prima).
Ovviamente non ne sono certo. Ma l’alternativa è il medio evo con i villaggi fortificati e la vita media che scende anche in Europa sotto i 50 anni.

Sono ottimista anche sul fatto che l’accettazione da parte dell’Impero di un nuovo patto sociale (estendere la cittadinanza “romana” anche agli abitanti delle più lontane province) sarà ancora una volta solo una parte del miglioramento.
La rivoluzione culturale degli anni sessanta ha avuto origine dall’avvento della tv e del tempo libero (la grande conquista delle otto ore e delle ferie pagate). La rivoluzione culturale odierna ha basi materiali cento volte più potenti: internet, il telelavoro, la necessità di cambiare le modalità di consumo energetico, l’enorme risparmio economico e aumento della qualità degli acquisti che sta costringendo i consumatori ad affrontare la sfida della complessità dei loro bisogni.
Le occasione per il movimento di sfruttare questa onda lunga di cambiamento sono formidabili.
Proprio per questo, mentre il Movimento langue nel riflusso, è essenziale che chi è ancora in piedi e combattivo si concentri sull’attacco ai tralicci culturali del Sistema del Dolore. E sicuramente, inisieme ad altri, il crimine segreto della pornografia violenta e sessuofoba è un terreno importante.
Come sono importanti iniziative basiche come quelle dei laboratori di condivisione dei problemi di salute e piacere che proponiamo in questo blog (Vedi alla voce LABORATORI nella colonnina di destra di questa pagina).
Ugualmente è centrale che si sappia far vivere un modo di ribellarsi basato sull’arte e il comico che sono le minigonne e i capelli lunghi di oggi.
Per questo è così importante affermare la rivoluzione copernicana della strategia ribelle basata su piccoli obiettivi realmente raggiungibili che diano risultati immediatiIl nemico da battere è il pensiero lineare.
Si tratta di disegnare una nuova strada per la ribellione. Una nuova concezione del Militante Politico che diventa Giocatore Esistenziale.
E’ la sfida meravigliosa dell’inventare un modo di pensare diverso da quello che ha dato origine ai problemi che abbiamo davanti.

Per approfondire
Come far impazzire una donna a letto
Il desiderio femminile e le vacanze di sogno
Tutto quello che non sai sul sesso su www.sessosublime.it!
Eiaculazione Femminile. Quanto eiaculano le donne? Apriamo il dibattito.

Ricordo che stiamo cercando risposte ad alcune domande:AIUTACI!


Commenti

Ciao jacopo,
non ho il tempo di fermarmi che stò correndo come un razzo,però non posso fare a meno di dirti:

questa foto del bozzolo è fantastica! in assoluto la più bella che abbia visto quà dentro, secondo i miei gusti, è bellissima!E' così dolce, e evocativa, bella bella.....

Purtroppo non riesco a leggere bene, solo a saltelloni, ma volevo dirti che mi piace molto questa impronta, mi piace la foto, l' invito che hai fatto, anche con la foto sotto,
mi pare che questa impronta che dai sia bellissima, mi piace davvero molto

i mi pare sono legati al non avere letto con attenzione, ma in attesa che il mio cervello si liberi non volevo perdermi l'occasione di dirti che

MI PIACEEEEEEEEEEE!!! AVANTI COSììììì OLèèèèèèèèè OLèèèèèèè!

volo ciao

Ho letto. Senti jacopo, io parteciperei volentieri a quelle 5 lettere, ma ho un problema.
La televisione noon so quasi dov'è, sky è fantascienza per me, e film porno mai ne ho visti. Si lo so è una mancanza, ma mi mancano altre cose nella vita e non ho il tempo di coprire questa lacuna.

Ergo quindi non saprei proprio abbozzare una lettera a sky che gli dica cose che non sento perchè non so manco cosa è la televisione.
Però scribacchio mica male quando qualcosa mi appassiona, ai laboratori sul sesso ho partecipato quindi un' idea di quel che porto avanti puoi anche andarlo a vedere,

se mi trovi un modo di occuparmi di ribaltare quelli di sky dalle sedie, mi ci posso anche appassionare,
è che devo sapere di che parlo, insomma non so se mi sono capita

non mandarmi un abbonamento a sky per favore
e nemmeno cassette, non riesco ad imparare come funzia il registratore,
fammi sapere

ciao ele

Io, pur non avendo sky e pur non guardando la tv (sono diversi anni che le mie informazioni le attingo da internet, i film li guardo al cinema o in dvd e per tutto il resto mi limito alla radio, facendo eccezione solo per alcuni rarissimi programmi, tipo Report della Gabanelli o Parla con me della Dandini) posso essere uno di quei 5 di cui parli.
Anche io trovo rivoltante il sesso come viene proposto nei film porno e umiliante il loro messaggio, sia per le donne e per gli uomini. Anche io condivido il pensiero che su questo argomento Sky sia in imbarazzo. Anche io credo che questo agire per piccoli passi possa dare grandi frutti.
Chapeau, Jacopo. Ottima idea.
Joebar

Non guardo la tv, e non ho sky.
Sta di fatto che sono pienamente d'accordo con te, jacopo.
Ecco, volevo sottolineare che i popoli islamici hanno il loro kamasutra che si chiama" giardino profumato", Mentre noi poveri cristiani educati da Pietro e Paolo, ci leggiamo quello degli altri di nascosto.
Nel giardino profumato per esempio c'è scritto:
-"Così avviene che tutte le guerre traggono origine dalla ricerca del voluttuoso piacere che la vagina dà, e che è una delle più grandi fortune di questo mondo..."

E guarda come proseguono i nostri cugini mediterranei:
-"...indispensabili i libri sul coito. In ogni paese, grande o piccolo, sia il ricco che il povero ha il gusto di questi libri, i quali si possono paragonare alla pietra filosofale, che trasforma i metalli vili in oro."

Penso che loro disprezzerebbero quel sesso trasmesso da sky, e andrebbero su tutte le furie.
Loro le donne le velano si, ma al letto per loro viene prima il piacere della donna e poi quella dell'uomo, almeno così consiglia il giardino profumato. Percui invece di gridare al velo... guardiamo quale immagine di donna diffondiamo noi! Come volete che i nostri cuginetti non siano arrabiati con noi?
Purtroppo non si legge più, si sta davanti alla tv, è più semplice.

Mi arruolo fra i cinque... chissà perchè siamo quelli che non guardano la tv... chi la guarda non alza dito su tastiera.

Chi scrive kamasutra cristiano?
Posizione missionario, farlo solo per procreare... e poi non mi venite a dire che facciamo le guerre per amore della pace? O perchè c'è insoddisfazione sessuale dilagante?
Facciamo l'amore con addosso 2000 anni di sensi di colpa, accumulati nella nostra genetica... siamo sotto stress antinatura.
Il nemico da battere è il sesso lineare... ah ah ah...

abbracci

I tuoi cugini(non i miei per favore)velano le donne ma mettono il piacere femminile fra le priorità? Ma davvero... e l'infibulazione chi la pratica,i poveri cristiani di Pietro e Paolo? Inoltre io non ho letto questo giardino di cui parli,ma se è simile al kamasutra dev'essere una bella fessata:il kamasutra non è altro che una rassegna di posizioni meccaniche le più delle quali inutili e impraticabili o di suggerimenti erotici ridicoli tanto è vero che dovresti sapere che le edizioni circolanti sono quasi tutte vendute all'estero,insomma robaccia per turisti. Andiamo invece a vedere i poemi lesbici di Saffo,o le grandi tematiche dell'amor cortese del XIIsecolo.L'amante è in totale devozione dell'amata,non chiede nulla se non porsi ai suoi servigi.La priorità del corteggiamento...
Ecco magari un pò di cultura classica non guasterebbe invece di andare a rovistare nella robaccia altrui;se poi aspiri a far parte dell'harem di uno sceicco che ti tratta come una bambola gonfiabile o ad essere infibulata,insomma se sei nel profondo dell'animo una masochista convinta,i tuoi cuginetti ti accoglieranno a braccia aperte,vedrai che lì il rispetto della persona,la carità cristiana e altre sciocchezze non troveranno spazio.Dopo avere fatto un giretto da quelle parti quando torni (se torni)raccontami.

Ciao rossorossini, grazie per avermi rinfrescato la memoria...
Nell'amore cortese si parla di corteggiamento soltanto, o anche di come fare l'amore? Questo non me lo ricordo.
Non credo che l'infibulazione sia di tutti i "cugini" se non ricordo male, si pratica in Africa, da dove viene tramandata da tempo.
Perchè ce l'hai contro i miei cugini? Fai di tutta l'erba un fascio, così come io ho fatto con Pietro e Paolo, e me ne scuso.
Il giardino profumato, sinceramente non penso si possa definire come kamasutra, direi piuttosto come letteratura erotica.
Certo si parla di dovere dominare la donna, questo non perchè inferiore all'uomo, ma perchè la sua furbizia fa paura, la donna è considerata più intelligente dell'uomo.
Se vuoi una vita felice, devi dare la massima soddisfazione alla tua donna. Sottomissione e adorazione: c'è dualismo nel cuore degli uomini. Ma solo i miei cugini sono afflitti da tale dilemma?
Non sto facendo proselitismo ai cugini, dico solo che ogni medaglia ha due facce, così come la luna, e che ogni tanto bisognerebbe curiosare sull'altra faccia.
Non hai mai pensato che la tv fa pubblicità ai lati negativi delle popolazioni "diverse da noi"? E noi a benedire i potenti che vanno avanti con le loro crociate redentrici?
Invece di cercare ciò che ci divide, cerchiamo di vedere cosa ci accomuna. Se fare l'amore ci accomuna, allora perchè non parlarne?
Si fanno mille riunioni conferenze... si parla di fame, di inquinamento... ma l'alcova è tabù, robetta per turisti.
Voglio bene ai miei cugini, perchè fra loro milioni di bambini che non hanno colpa alcuna, di donne che soffrono in silenzio. Perchè dovrei odiarli per colpa degli uomini violenti? Questi stanno buttando fango su una civiltà che ha il culto delle acque e dei giardini.
I violenti vincono due volte con la loro violenza...
primo perchè tolgono l'amore per la vita a donne e bambini, (per non dire la vita!)
secondo perchè ci fanno odiare nel nostro odiare loro, anche chi colpa non ne ha...un 'intera civiltà, donne e bambini bombardati,
e con questo tra la la... chissà se rossorossini tornerà?

C'è del vero in quello che dici e io non mi sognerei mai di disprezzare o peggio odiare i tuoi cugini(a parte che cristo diceva che siamo tutti fratelli),la loro cultura il loro amore per i giardini e le acque(sta a vedere che il giardino di boboli l'hanno progettato loro).Però non puoi nemmeno tirare il sasso e poi nascondere la mano:primo questo fatto di prendersela sempre con la morale cristiana è indice di qualche rabbia repressa,io personalmente ho frequentato scuole cattoliche ma ho sempre avuto una vita sessuale più che soddisfacente dai tempi del liceo ad oggi,secondo a me sembra che nei paesi cristiani ognuno fa un pò quello che gli pare e se un prete si arrabbia a chi vuoi che gli importi,terzo visto che dici che l'infibulazione è diffusa solo in certi paesi musulmani dell'africa posso ribadirti che il bigottismo imperante è diffuso solo nei paesi cattolici,ma ci sono una decina di chiese cristiane riformate alcune delle quali addirittura ammmettono le donne al sacerdozio(ma pensa!)alcune addirittura i gay dichiarati e insomma il cristianesimo è complesso non consiste solo in quattro regolette che dicono che se ti fai le pippe vai all'inferno,se usi il preservativo vai all'inferno ecc.ecc. ci sono dibattiti interni da decenni,purtroppo le alte gerarchie ecclesiali sono composte da ottuagenari che hanno una visione un pò datata delle cose(come del resto mia nonna,che ci vuoi fare!).In compenso io a letto ho fatto sempre tutto quello che mi è passato per la testa,ma l'educazione cattolica è stata formativa e ne vado fiero.Come vado fiero della libertà di cui godo e ricordati che se siamo qui a dibattere su internet e se godiamo di una moltitudine di diritti e privilegi lo dobbiamo alla nostra tanto vituperata cultura occidentale,classica ed ellenica;se poi uno si vuol guardare i porno non vedo cosa ci sia di male,libero di farlo in ogni caso mi spiace ma non mi sforzerò assolutamente di accettare una cultura(quella araba)che non mi piace e che non ha prodotto nulla di buono(a parte i numeri lo so..e poi i canali di irrigazione e pure l'hashish ok..).
Il loro disprezzo totale per la figura femminile è poi disarmante e non capisco come una donna emancipata possa difenderli,comunque mi piacerebbe ricredermi ma più passa il tempo e più mi convinco che il dialogo sia necessario con questi cugini ma da parte mia non nutro alcun interesse per loro.
Ciao

Ciao rossorossini, mi fa immenso piacere che tu parli di fratellanza, guardando oltre il cugino. Mi fa immenso piacere vedere che siamo liberi di dire la nostra. Il dialogo da sempre buoni frutti.
Non sai quanto immenso piacere mi faccia che la tua educazione cattolica ti abbia fatto crescere libero. Anch'io ho ricevuto educazione cattolica, e sono cresciuta libera, come nessuna cugina penso lo sia. Noi donne occidentali siamo fortunate, oggi abbiamo delle opportunità grandissime, che nemmeno immaginiamo.
Ecco, io non vedo solo il loro disprezzo totale verso la figura femminile. O comunque non sempre fu così. Nel giardino profumato datato 1500, ci sono visioni della femminilità diverse da quelle diffuse oggi.
Ora perchè mi interesso di queste mie cugine? Non lo so. Forse perchè come te, sento il bisogno di dialogo. Magari nel mio piccolo potrebbe essere superfluo pensarci, ma il futuro oggi è incerto e dobbiamo uscire dal bozzolo.
A proposito di prendermela con la morale cattolica... beh qualche leva dovevo forzare per provare a richiamare qualcuno a dialogare!
Nutro interesse per il dialogo, sono una chiacchierona... ciao

Caspita mi è capitato di riprendere in mano il libro "la forza sessuale o il drago alato" di O. M. Aivanhov!!! E devo dire che mi ha fatto riflettere e cambiare punto di vista circa il giardino profumato... che non è poi così profumato. Penso sia necessario ascoltare molte campane. Per un po' ho voluto ascoltare la campana del piacere, ascoltare come veniva cercato, vissuto... ora sta suonando un'altra campana e il suo suono è di altra natura...divina.
Per un attimo mi ero smemorata... capita a tutti. :)))

Sky non manda in onda 10 film porno, ma centinaia nell'arco di tempo di un mese.
Ora, non sto a processare il porno, non voglio parlare di morale, non voglio parlare del Papa. E' tutto un'ipnosi mentale, dei maledetti ostacoli inculcati nella nostra mente da bambini. Il problema è un altro.
Avete mai sentito parlare di Nuovo Ordine Mondiale?
Si, quelle pseudo cazzate delle cospirazioni alla Icke, alla Grande Fratello di Orwell. E guarda caso, il buon vecchio Murdoch, magnate americano marpione, ha in mano i maggiori gruppi di cinema, intrattenimento, nonchè tv satellitare, in Europa, in America, ed in Asia.
La sua fortuna la costruisce iniziando da Gran Bretagna e America, guarda caso, i due maggiori poli bancari.

Da Wikipedia:
E' anche il vettore dei "neocons", i neoconservatori francofobi del Pentagono, come Paul Wolfowitz, teorico della dottrina che porta lo stesso nome, che definisce il ruolo politico e militare degli Stati Uniti come quello "di assicurare che nessuna superpotenza rivale si erga contro l’America".
L'"Europa potenza" voluta dalla Francia è un ostacolo a questa dottrina. Il Weekly Standard è la Grossa Berta del Pentagono per sradicare questo ostacolo. Si ritrovano gli stessi argomenti sentiti alla NATO, nelle pubblicazioni di Lord Black.
Il suo ispiratore? Richard Perle, presidente del "Defence Policy Board", comitato consultivo della difesa, legato a Donald Rumsfeld. Araldo della crociata anti-francese, ha sempre un posto d’onore presso Rupert Murdoch e Lord Black. Conosce bene questi due magnati della comunicazione. È salariato del secondo alla testa della Hollinger Digital e nel consiglio d’amministrazione del Jerusalem Post, filiali del gruppo Hollinger International che pubblica il Daily Telegraph nel Regno Unito. Nell’agosto scorso, M. Perle spiegava dalle colonne del Daily Telegraph "perché l’Ovest deve tirare per primo contro Saddam Hussein".

Perle, Rumnsfield, Wolfowitz, tutta gente ispiratrice del programma Nuovo secolo americano, iniziato nel 2000, pianificando la guerra all'Iraq, con la farsa delle Torri Gemelle.
Vi ricordo che Fox News, Sky Group, sostiene Bush & Co. e la loro squallida politica.

Dopo questa breve introduzione, qual'è il motivo per cui quel porco di Prodi ha rilasciato un'intervista proprio su Sky?
Prodi, un bilderberg d'eccellenza, al comando dei Signori della Finanza mondiale, i banchieri.
Quel porco di Prodi, illusore di migliaia di poveri esserini italioti, che lo hanno votato non sapendo chi fosse. Non che il suo antagonista sia meglio, sia chiaro. Ma, per lo meno, il nano si faceva i conti in tasca e non guardava all'estero come invee fa quel porco.
Tu, Jacopo, la butti sulla pornografia: e non fai male, perchè ci stimola, ci illude, ci fa immaginare, ci svia dalla realtà, ci fa trattare le donne come oggettini su cui sfogare le nostre frustrazioni animali. Ed allora, apriamole 'ste cazzo de menti!
Caro porco di un Prodi, andare su un canale satellitare non è da democratici, ops comunisti, ops ....... boh!
Tu, servo dei banchieri, schiavo e schiavista della nostra vita, con questa finanziaria ci schiavizzerai ancora di più.
Quindi, vivete liberi, vivete il sesso indipendentemente dalla pornografia, vivete liberi dalla politica, e aprite cuore e mente per uscire da questa folle illusione chiamata società.
Ciao Ciao

enjoy, non riesco nemmeno a leggere il tuo post,
la violenza di "quel porco di Prodi" è sconvolgente.

La violenza di sky e la violenza che ognuno di noi perpreta di momento in momento, è sconvolgente.
forse dovremmo dire basta a noi stessi, prima che tutto.

non è una accusa e una critica, te lo giuro, sono solo sconvolta,

ele

...... volevo solamente dire che l'essere umano è nato per amare, e solo amando si può progredire, pensando al prossimo come a se stessi, amando le donne come se fossero il completamento dell'io iniziale.
Solo uniti, non che l'essere umano sia già UNITA', uniti tutti quanti, immagina che energia si sprigionerebbe, beh solo la nostra unità di intenti riuscirà a farci uscire dall'ipnosi reale che viviamo.
Il corpo è virtuale, è solo impulso magnetico, è solo un istante dell'immortale spirito/anima che noi siamo, e per questo motivo che considero tutto ciò che ci circonda uno splendido giochetto che non deve sottometterci e non deve crearci paure e angosce, generatrici dei mali.
Ci è stato dato uno scafandro di pelle, e per la durata di questo scafandro, godiamoci la vita nella sua essenza terrena.
L'amore è la risposta, l'unica risposta: il resto è IPNOSI COLLETTIVA.

Grazie Enjoy
come ti dissi, per i motivi esposti sopra, non riuscivo a leggere il tuo messaggio, forse per questo me ne è sfuggito completamente il senso. soprattutto non ritrovavo di te la dolcezza e l'armonia che ritrovo invece nella quà sopra risposta,
ti chiedo scusa per avere frainteso,mille baci, ele

ecco un piccolo contributo: http://blog.libero.it/ragazzexverse/1904940.html
W il web corteo!

www.kuda.tk

Veramente molto belli i manifesti. E anche il vostro sito.
Grazie.
Tra l'altro credo che questo tipo di sito che avete creato possa offrire sviluppi notevoli.
Mi piacerebbe discuterne... In questo blog ci sono parecchie persone che potrebbero collaborare...
Intanto grazie.

tempo fa ho scaricato il video sul web corteo e non ci ho capito nulla.
però i germi rimangono dentro e allora è nata l'idea di creare un sito dove si spinge le persone a confrontarsi su quello che non vogliono dire di solito, non so quanto durerà ma sicuramente sta avendo un bel successo (basta vedere quanti accessi in pochi mesi e senza pubblicità) c'è una gran voglia di confrontarsi e ogni spazio è buono.
poi tante ragazze e donne hanno partecipato a costruire il blog e ieri mi sono lanciato nel rilanciare la campagna su Sky, per vedere di nascosto l'effetto che fa...

ps: il mio vero sito è www.kuda.tk, se vuoi facci un giro, ciao
kuda (ps: l'autore della tesi di laurea "Stupidi, scemi ed altri geni"

Veramente molto belli i manifesti. E anche il vostro sito.
Grazie.
Tra l'altro credo che questo tipo di sito che avete creato possa offrire sviluppi notevoli.
Mi piacerebbe discuterne... In questo blog ci sono parecchie persone che potrebbero collaborare...
Intanto grazie.

Io non sono d'accordo con questa battaglia. Credo che debba poter esistere liberamente qualunque tipo di pornografia. La pornografia ha uno scopo 'catartico': non serve necessariamente a spiegarci cosa dobbiamo fare nella realtà, ma a far sfogare in modo mediato certe pulsioni. In secondo luogo, credo che ciascuno abbia i suoi metodi per raggiungere il piacere e che non si debba decidere a priori in base a criteri aleatori quali sono i modi giusti e quali sono i modi sbagliati: questo è lo stesso modo di procedere della chiesa. Se durante il sesso una persona vuole umiliare o farsi umiliare e l'altra persona è d'accordo, non vedo cosa possa esserci da obiettare.
Ammiro molto alcune battaglie di Jacopo Fo, ma trovo che in questo caso stiate sconfinando ampiamente nel moralismo.
Mosè

jacopo io c'ho una foto a mano fatta da mondo nuovo, anche un pò nuda a dire la verità, ma come cavolo faccio a metterla?
ti vedo in linea e volevo parlati per chat, ma lo sai che la chat non va da un secolo? o non va a me?
poi volevo scrivere nella zona delle notizie del lettore ma non trovo nemmeno quella, sigh

comunque sia apparte che mi sono persa
c'ho una foto un pò nuda se interessa

ciaoooo

e poi se la metto la vorrei mettere sotto quel topic là tuo di te con i soli calzini, che ti voglio fare concorrenza
ma non trovo nemmeno quello

uffffaaaaaaaaaaaa

senti il nudo è mio nel senso che sono io,domani sono certa che ho cambiato idea, stasera sono un pò bevuta e magari la metto
se non mi fili me la cavo e non mi propongo più!

:ò)

Elle, mia cara, quanto hai bevuto?

JOEBAR è bellissima!! ahahhaahha

vai a vedere come l'ha messa ba... heheheeheh

hihihihihi

tanto jaco non m'ha risposto, non ti preoccupare che ti mando una gigantografia solo a te, prima del trattamento pubblicitario... :ò)

ma te l'hai visto si o no quanto bello è il mio ombelico? di la verita!

bellissimo... e nn posso fare a meno di immaginare il resto!!!!
J

grazieeeeeeee!

va bè dai, stòper andare a nanna e l'offerta foto semi nuda è decaduta,
come cambio allora lascio la famosa lettera da cui è nata l' idea della foto:

3 o 4 anni fà, lessi un articoletto di willy pasini sull' ombelico, che mi fece un poco arrabbiare, dal che gli scrissi una lettera.
Indirizzata a Grazia perchè la rubrica di pasini era su quella rivista.
Il seguito non ve lo dico che è lungo, pigliatevi questo, che è pur sempre in tema di sessualità :

"Buongiorno a voi tutti.
Stamani facendo colazione leggiucchiavo Grazia, essendo ormai il fine settimana mi sono rimaste solo le notizie minori.
Ho quindi letto " ombelico al vento" di W.Pasini, e mi si è strozzata la fettina di pane in gola.

A parte che già prima dello strozzamento la frase "l'ombelico è un organo inutile" m'era andata di traverso.
Scientificamente corretta e ben inserita nel contesto dell' articoletto, ma Santo Cielo... un pò sciagurata da un punto di vista poetico.

Comunque la frase che contesto è questa :

" Perchè non si mostrano con identica frequenza gli ombelichi maschili? Perchè non fanno sognare nè rimandano ad altro".

Bene.

Gli ombelichi maschili non si mostrano in identica frequenza di quelli femminili, per ovvi motivi. Inutile discuterne.

E giacchè come bene diceva W.Pasini la frase più sopra, nella seduzione è più importante immaginare che vedere, la non ostentazione dell' ombelico maschile fà si che noi donne non s'abbia sviluppato nessun abbattimento degli stimoli a tal riguardo.

E quindi al Signor Pasini vorrei dire che, casomai, gli ombelichi maschili non fanno sognare Lui, nè rimandano ad altro nel Suo di immaginario.

Niente di strano sotto il sole.

Magari si potrebbe chiederla a una donna, una saggia opinione sugli aspetti evocativi dell' ombelico maschile, così... tanto per provare...

E Piantiamola con questi luoghi comuni... daiiiiii!!!!!!

saluti elena "