acqua

Basta con la follia dell'acqua minerale in bottiglia!

L'acqua del rubinetto e' buona e costa meno. Lo riconferma una recente inchiesta dell'associazione Altroconsumo, ormai da diversi anni promotrice di una campagna di sensibilizzazione sul consumo dell'acqua pubblica.
“L’acqua del rubinetto e' di buona qualita' nelle maggiori citta' italiane” ha dichiarato il presidente Pietro Vitelli.
Eccellente quella di Potenza, Campobasso e in altre otto citta' del centro-sud. Bocciata solo l’acqua di Reggio Calabria, per infiltrazioni di sale oltre i limiti consentiti.
Tutto in regola anche nelle analisi di laboratorio dove non sono stati trovati inquinanti, metalli pesanti, pesticidi o solventi. Nitrati, cloriti, residuo fisso e durezza nei parametri di legge.
Non bere abitualmente l'acqua che sgorga dal rubinetto di casa vuol dire rinunciare a un prodotto sano, rigorosamente controllato e soprattutto economico: l'acqua di acquedotto costa fino a 250 volte meno dell'acqua minerale “firmata” in bottiglia.
 


Energia rinnovabile dalle porte girevoli

Speciali porte girevoli sottomarine, poste a 6-20 metri di profondita', potrebbero produrre elettricita' da fonte rinnovabile.
L'idea, venuta a Rauno Koivusaari, tuffatore finlandese, durante un'immersione subacquea, consiste in un sistema idraulico che trasforma l'energia cinetica del movimento basculante delle “porte” (da 20 tonnellate ciascuna) in energia elettrica.
Chiamato WaveRoller e prodotto dalla AW-Energy, l'impianto e' in grado di produrre fino a un megawatt di potenza facendo lavorare solo 3 porte girevoli in serie.
Un primo modello-pilota e' stato appena installato al largo del Portogallo.
(Fonte: Corriere.it)
Fonte imm


C'e' poca acqua, non cantate nella doccia!

L'appello arriva da una personalita' di spicco, il presidente venezuelano Hugo Chavez, che ha annunciato una serie di nuove misure per il risparmio idrico.
Durante la conferenza stampa ha dichiarato: “Alcune persone cantano nella doccia per mezz'ora. No ragazzi, 3 minuti sono piu' che sufficienti. Li ho contati e io non puzzo”.
(Fonte: Ansa)

Fonte imm


Acqua minerale in bottiglia? Non in Toscana...

www.commercioetico.itSecondo quanto riportato da Alfredo De Girolamo, presidente di Cispel Toscana (l’associazione regionale delle aziende di servizio pubblico), un toscano su tre beve abitualmente l’acqua del rubinetto.
Arezzo e' la citta' regina con il 50% degli abitanti che consuma sempre acqua dell'acquedotto. Dieci anni fa erano meno del 20%.
Per ridurre le perdite e migliorare la rete idrica regionale sono stati investiti 3 miliardi di euro.
(Fonte: ToscanaOggi.it)