Bertinotti, vai a vedere la Coca Cola in Colombia!

Nicola Raffa, consigliere delegato della Coca Cola Italia srl, ha risposto con una lettera pubblicata su Repubblica (del 24/11/2005) alle accuse di violazioni dei diritti umani e sindacali in Colombia, lanciate giorni fa da Fausto Bertinotti.
La multinazionale viene accusata dal sindacato colombiano Sinaltrainal di aver fatto uccidere un sindacalista che si opponeva alla "ristrutturazione" di un settore dello stabilimento di imbottigliamento. Due livelli della magistratura colombiana e la Corte di Miami hanno invece stabilito che la Coca Cola non c'entra nulla, e che anzi la l'azienda avrebbe condannato gli atti di violenza e avrebbe commissionato a una societa' la certificazione delle condizioni di lavoro dei dipendenti.
Un altro sindacato colombiano, il Sinaltrainbec, ha pubblicato un documento ufficiale per smentire le accuse del Sinaltrainal.
Raffa conclude la lettera invitando Bertinotti a sospendere il suo giudizio e visitare lo stabilimento. Vai, Fausto, e tira fuori gli scheletri dall'armadio.