Mamme Zen - nuova edizione

Jacopo Fo Mamme ZenPare impossibile che alcune idee fondamentali sui bambini non siano ancora condivise dalla maggioranza degli esseri umani .
E non parlo solo di genitori ignoranti che picchiano i figli. Illustri ginecologi, pedagogisti e psicanalisti non hanno ancora capito che il bambino e’ un individuo con dei diritti elementari che vanno rispettati.
Quando nasce e’ come un foglio bianco, Il fatto che tanti adulti siano incapaci di vivere con pienezza la vita o, addirittura, arrivino a compiere orribili violenze, mostra che sono stati negati loro, nell’infanzia, elementi fondamentali per una crescita piena ed equilibrata.
Il miglioramento della qualita’ della vita umana passa per un radicale cambiamento dell’atteggiamento degli adulti vero i bambini.
Ci vuole piu’ amore e disponibilita’ con i piccoli per avere un mondo migliore domani.

Carissimi,
questa settimana siamo contentissimo di presentarvi la nuova edizione di un libro di Jacopo e di Monica Traglio “Mamme Zen”.
Buona lettura!

Prefazione alla Nuova Edizione
di Jacopo Fo

Rileggendo questo libro dopo quasi 20 anni dalla sua prima stesura possiamo essere orgogliosi di aver contribuito, insieme a tanti altri, alla diffusione della cultura del parto dolce, del rispetto delle esigenze estintive dei neonati, di un rapporto educativo improntato sullo sviluppo delle capacita’ creative del bambino e sul rispetto per la sua persona.
Oggi in tutta Italia e’ finalmente possibile trovare strutture pubbliche dove si pratica il parto non traumatico.
Sono ormai molti i pediatri che consigliano alle madri di seguire l’istinto piu’ delle tabelle, far dormire i bambini con la mamma invece di segregarli nelle culle e dare loro da mangiare quando e quando desiderano.
Molte ricerche scientifiche hanno dimostrato che la operazione della madre dal neonato ha ricadute gravi sulla salute dell’infante. Sui vocabolari medici e’ oggi presente la parola “marasma” che e’ proprio la sindrome psicofisica che colpisce i neonati lasciati soli nella nursery.
E vi sono studi che dimostrano che i bambini che dormono con la madre e prendono il latte quando lo desiderano strisciando verso il suo seno, ne traggono enormi vantaggi. Difficilmente passano le notti a piangere, sono piu’ tranquilli e imparano meglio a respirare, diminuendo la probabilita’ di malattie polmonari. Inoltre allattare di  notte senza doversi alzare e quasi neppure svegliarsi, e’ per la madre un vantaggio enorme. E si inizia a comprendere che vi e’ un nesso tra il parto traumatico e la separazione dalla madre, l’allattamento notturno a orari fissi del bambino tenuto nella culla e lo sbalestramento che poi toglie il sonno ai bimbi di notte facendo impazzire i genitori costretti alla veglia a turno per mesi. Un vero disastro inflitto a genitori e figli senza che ne venga alcun vantaggio.
….
Insomma, il mondo migliora… E’ quindi con piacere e speranza che ti proponiamo queste pagine, immaginando che tu sia una mamma o un papa’ che ha deciso di mettere in discussione le strategie antiquate e irrispettose dei diritti naturali, cercando di dare il meglio per la tua creatura.
Ti facciamo i nostri migliori auguri.