La sinistra va abolita. Fa solo confusione!

La sinistra va abolita. Fa solo confusione!

Innanzitutto toccherebbe rendersi conto che la gente non sa proprio dov’è la sinistra. Ti dicono di girare a sinistra e intanto con la mano ti indicano la destra.
E poi c’è la storia del portafoglio. “Ha il cuore a sinistra e il portafoglio a destra”. Cazzata mostruosa: nessuno ha il cuore a sinistra! Sarebbe ora di dirlo a scuola che il cuore dal punto di vista meramente anatomico, sta al centro! Ed è logico che sia così, sta per lo più dietro lo sterno che lo protegge! Se non ci credi guardati una radiografia!
Certo si potrebbe obiettare che dire che il cuore sta a sinistra sia un bene perché così si depistano gli assassini! Chissà quanta gente in più sarebbe morta se i criminali sapessero dove si trova il cuore esattamente!
Ma il più grosso problema della sinistra è che manca il senso delle priorità!
Con la crisi che c’è in giro mi spiegate perché la sinistra non si sbatte per creare gruppi d’acquisto globali? I lavoratori della Volkswagen ce l’hanno e risparmiano dal 20 al 30% su tutto quello che comprano. Sarebbe una cosa di sinistra aumentare il potere d’acquisto della gente. Invece no, perché se fai un gruppo d’acquisto del genere danneggi la Coop e allora i gruppi d’acquisto sono di destra!
Perché la Coop sei tu!
E poi adesso che la Volkswagen è stata beccata con le mani nel sacco non è più di sinistra parlare bene dei sindacati tedeschi

CONTINUA SUL BLOG DEL FATTO QUOTIDIANO