Pannelli solari fotovoltaici

Facebook Instagram TikTok YouTube Twitter Jacopo fo english version blog

RESTIAMO IN CONTATTO!

Pannelli solari: mi spiano, mi pedinano e ascoltano le mie telefonate!!!

Questa notte ho messo insieme una serie di indizi e sospetti. Piccoli fatti insignificanti presi uno per uno che nell’insieme però formano un disegno inquietante.
Da giorni ne avevo il sospetto.
Stamattina ne ho avuto la certezza.
Il sole brillava in maniera indecente, l’aria era tersa e mia figlia una volta tanto era contenta di andare a scuola. Mia moglie mi ha guardato con occhi innamorati quando l’ho salutata, la mia auto si è accesa al primo colpo, nessuno ha cercato di tamponarmi lungo la strada. Indiscutibilmente tutto stava andando in maniera perfetta.
Siamo arrivati a scuola con solo 2 minuti di ritardo, una sconosciuta, che viaggiava su un gippone nero, mi ha sorriso. Al bar sono stato accolto con affetto e mi hanno offerto la colazione. Uscendo dal bar ho di nuovo incrociato la ragazza con il gippone nero. Mi ha sorriso di nuovo. E’ chiaro che mi sta seguendo.
Da qualche giorno ho ricominciato a sentire una serie di k-klak mentre parlo al telefono. Suoni che conosco bene. Questi disturbi li sentivo sempre quando negli ’70 vivevo con i miei genitori. Poi venne fuori che le forze dell’ordine spendevano il loro prezioso denaro per tenerci sotto controllo.
Ho messo insieme tutti questi indizi e sono arrivato all’ovvia conclusione che qualcuno mi sta spiando e sta tramando alle mie spalle.
Ormai ogni elemento si è connesso nella mia mente formando un’immagine nitida e estremamente chiara: c’è un complotto nei miei confronti!
Come sarebbe possibile altrimenti che tutto mi vada così bene in un mondo pieno di violenza e di rancore?
Qualcuno sta cercando in tutti modi di favorirmi in maniera occulta!
Probabilmente qualche potente organizzazione segreta che aderisce alla lobby ecologista ha notato che ci stiamo dando da fare come matti per mettere insieme la proposta per il gruppo di acquisto dei pannelli fotovoltaici. Si sono commossi per la nostra determinazione appassionata e il nostro impegno entusiasta e hanno deciso di darsi da fare per noi.
L’idea che molte persone investano tempo e denaro per fare il mio bene mi sconcerta.
Mi sento circondato da affetto, seguito con amore, benedetto nelle preghiere di persone che neanche conosco.
E’ una sensazione meravigliosa e appagante. E ringrazio Dio di avermi dato la possibilità di vivere rettamente quasi tutta la mia vita tanto da guadagnarmi questo sommo privilegio.

Gentile persona che stai leggendo queste parole, vorrei ringraziare anche te che hai contribuito con la tua presenza su questo blog alla mia felicità. Sì, godo ogni volta che entro in questo blog e vedo che è pieno di persone che mi vogliono bene.
E leggo tutti i commenti e mi chiedo come sia possibile che quasi la totalità sia pieno di messaggi di stima e di amicizia scritti da persone chiaramente dotate di un modo positivo e allegro di affrontare la vita, sempre pronte ad aiutarsi, sostenere le cose che amano, disposte ad ascoltare, curiose, intelligenti, spiritose e dotate di un grande cuore.

Gentile persona che stai leggendo queste parole vorrei ringraziarti e ricambiare facendoti notare che anche tu, quasi certamente, sei al centro di un meraviglioso complotto ordito per procurarti il maggior piacere possibile.
Guardati intorno, cerca di spingere il tuo sguardo oltre le apparenze e gli schemi mentali abituali.
Scopri finalmente che le cose stanno veramente in modo diverso da come pensavi.
Butta al cesso le vecchie paranoie.
Rinasci nella coscienza che il mondo NON è come lo fanno sembrare.
La tv mente!
La tv censura le buone notizie.
Dio non è morto: balla il rock end rool in mezzo ai secondi della tua vita.
Nonostante tu avessi miliardi di probabilità sfavorevoli, tu sei qui vivente e traboccante d’amore e emozioni, disponibile a giocare, ridere e stupirti.
Come puoi pensare di essere capace di fare tutto questo senza l’aiuto occulto di una potenza misteriosa che in ogni istante ti favorisce e ti raccomanda?
Che probabilità aveva lo spermatozoo che ti ha generato di essere lui a fecondare l’uovo? Se tuo padre era praticamente sterile ha emesso almeno 50 milioni di spermatozoi. E hai vinto tu. Il primo premio di questa lotteria era la vita.
E che probabilità immensa avevi di morire prima di nascere, o subito dopo. E quante volte sarebbe bastato un nonnulla per ucciderti. Potevi cadere, potevi incontrare un camionista ubriaco e finire sotto le sue ruote. A me è successo, un fottuto cammionista ubriaco mi è venuto addosso correndo come un pazzo. Ma per fortuna era a piedi e me la sono cavata con un livido. Potevi essere incenerito da una malattia fulminante. In effetti miliardi di terribili batteri hanno a ucciderti in mille modi ma non ci sono riusciti, sterminati da un esercito di anticorpi più numeroso delle stelle del cielo, più determinato dei macigni che rotolano giù dalle montagne. Un’armata fedele allo stremo che la natura ha predisposto apposta per proteggere te.
Perché tu vali e l’Universo lavora giorno e notte da miliardi di anni al solo scopo di rendere possibile la tua esistenza e la tua gioia. Potevi non incontrare mai amici e poteva succedere che nessuno si innamorasse di te.
Invece, nonostante l’inquinamento, le guerre, i criminali, i politici e i funzionari pubblici corrotti sei stato amato, hai amato e hai continuato a vivere, a crescere, a credere, a lottare e a prendere per il culo le oscure forze del Male.
Ma come hai potuto riuscirci?
Quale forza divina ti anima in modo così potente, invincibile, inarrestabile?
Ma quel che va veramente al di là di ogni possibile, ottimistica fantasia e che tu non ti arrendi di fronte a nessun ostacolo.
Altri si sarebbero suicidati mille volte al tuo posto.
Altri avrebbero lanciato la spugna, sarebbero restati annichiliti dalle difficoltà.
Tu no.
Hai incontrato ostacoli insormontabili e hai dovuto camminare a piedi per chilometri, sotto il sole cocente della delusione e della solitudine.
Pareva impossibile ma hai continuato a vivere!
Tu non defletti.
Tu non smetti neanche per un instante di respirare, nutrirti di cibi squisiti e abbondanti, godere, guardare film meravigliosi in tv, parlare con gli amici, curare i figli, digerire, fare la cacca. Ogni santo giorno tu ti svegli di nuovo, con una quantità incredibile di vita pulsante dentro di te.
Tu sei un miracolo vivente, un messia d’amore, una stupefacente anomalia statistica.
Grazie.
Grazie di esistere.
Grazie di essere.
Grazie per il calore del tuo corpo che riscalda questo mondo.
Grazie perché la tua presenza su questo pianeta dà un senso alla mia vita.
Ti giuro che mi impegnerò con tutte le mie forze per ricambiarti della gioia che la tua esistenza mi dà.
Sarebbe orribile godersi tutta questo pianeta magico senza di te.

Dedico questo articolo a Rob Brezsny, l’astrologo di Internazionale (Santi Subito!) di cui ho più volte parlato in questo blog.
Stanotte ho letto il suo libro “Pronoia, 888 metodi per diventare selvaggiamente felici” (Rizzoli) e l’ho trovato una sintesi straordinaria della filosofia comicoterapeutica.
Grazie Rob. Tramerò anche per te!!!