inature

Luca, Paolo e un'idea

La prima di linea di cover per iPhone 100% biodegradabile

La storia di come nascono le cover per iPhone biodegradabili iNature

Quando Maria Cristina mi parlò di inserire in catalogo una cover per iPhone la guardai perplessa. E che c’azzecca? … per dirla come quello che in parlamento non c’è più.
“Sono biodegradabili” mi rispose lei guardandomi da sopra gli occhiali.
“Ok, e…?”
“E sono italiane.”
E questo era senz’altro un punto a favore. Sì, perché gadgettini naturali se ne trovano un sacco, ma arrivano tutti dalla Cina, non che si abbia niente contro l’Oriente ma la filiera è tutt’altro che corta e non sappiamo mai se i prodotti cinesi arrivano o no dallo sfruttamento della manodopera. Non a caso gli unici prodotti che importiamo sono le imbottite di seta e di queste abbiamo visitato la fabbrica, sappiamo tutto del trattamento economico e sindacale degli operai. Praticamente siamo quasi parenti.
“Hanno vinto un premio prestigioso: l’Innovation 2012 Design and Engineering Award al Computer Electronics Show di Las Vegas. La più celebre fiera internazionale durante la quale vengono presentate ogni anno le principali novità dell’elettronica di consumo”.
Ero impressionata, non tanto dal premio quanto dalla mia socia. Era informatissima.
Ma ancora non ero del tutto convinta, so che a lei interessa la storia delle persone, di solito non si fa colpire dai nomi altisonanti.
“E poi” aggiunge “la storia di questi due ragazzi mi sembra proprio bella”.
Eccola lì! Adesso ci siamo.
Vado a leggermi un po’ di cose. I due ragazzi si chiamano, guarda te, Luca e Paolo, proprio come i due comici ma qui finiscono le somiglianze.

CONTINUA A LEGGERE CLICCA QUI