fatto quotidiano

Il lusso capitalista fa schifo!

L’italiano è bombardato da una serie di trasmissioni televisive incentrate sul glamuor-spazzatura.

Da un po’ di tempo in tv si danno da fare, schiere di leccatissimi droni che si spacciano per grandi viveur che pontificano di stile, e vanno a caccia di povere creature prive di autostima e senso del ridicolo, e gli rifanno il look e l’appartamento, gli insegnano a ricevere gli ospiti a cena e a fare sesso moderno.
Diffusori di un’idea troglodita del lusso, non inteso come saper godere delle bellezze del mondo ma come ostentazione.
Questi hanno l’estetica anoressica da nazisti onirici con il senso dell’erotico lobotizzato.
Cioè, avrai visto le sfilate di moda?
Ti pigliano delle ragazze che sono un miracolo dell’armonia divina, le mettono a pane e acqua, e poi te le fanno camminare incrociando i piedi e caracollando in una fastosa andatura da cammelle isteriche tutte scattose.
Bisognerebbe denunciarli al tribunale dell’Aja, sui crimini contro l’Umanità e rimettere in servizio Wiesenthal.

CONTINUA SUL BLOG DEL FATTO QUOTIDIANO


Dio punirà la destra?

Obama vinse grazie al cataclisma finanziario. E Bersani?
Ce l’avrà anche Bersani un colpo di fortuna clamoroso?

Oggi mi sento profetico. Secondo me le forze imprescindibili dell’Universo hanno deciso che B. ha rotto i santissimi. Sta per succedere un evento travolgente che tracimerà in modo tzunamesco spazzando via i sogni del team dei gaglioffi.
Quindi non spaventarti: la rimonta di B. è solo un fuoco di paglia.
Che cosa succederà, esattamente?

Ho interpellato l’Oracolo della Montagna ed ecco il responso: ci sono addirittura parecchi modi nei quali il Pdl può affondare.

1) Veronica Lario scrive una lettera a Repubblica con allusioni alla scarsa virilità di B. La destra perde 6 punti, e il centrosinistra vince il premio di maggioranza in Lombardia e Sicilia e ha una maggioranza da paura al Senato.

CONTINUA LEGGERE SUL BLOG DEL FATTO QUOTIDIANO


Pillole oniriche contro la depressione

Antanas Mockus ritratto da Jacopo FoHai assolutamente bisogno di colorarti di rosso il naso e destabilizzare il regno del terrore con un assalto claun!

Per migliorare il mondo serve innanzi tutto capire quali sono le esigenze fondamentali del popolo. Cosa rende migliore la vita delle persone, cosa le rende migliori. Quello che ci serve sopra ogni altra cosa è mettere l’amore in cima alla scala dei valori. Sento già i conati di vomito di qualcuno: ma come si fa a parlare d’amore in un momento come questo?
Cosa c’entra l’amore in un momento di scontro con le forze del male, Berlusconi, gli Speculatori Internazionali, gli Inquinatori Immondi, i Ladri Carogne.
La gente non arriva a fine mese, cosa vuoi che conti oggi l’amore?
C’entra! Entra tantissimo. La crisi del sistema Italia è la crisi di un popolo che non è più capace di cooperare, di unirsi, di mettere al primo posto il Noi al posto dell’Io. Lo scontro epocale che stiamo vivendo, dietro le tende opache della politica, è tra un vecchio tipo di essere umano, figlio di millenni di guerre e individualismo, e un nuovo essere umano capace di ricostruire le basi empatiche della società.

CONTINUA A LEGGERE SUL BLOG DEL FATTO QUOTIDIANO


Caro Beppe, i fascisti no

Ho aspettato a buttar giù questa lettera per scrivertela con calma.
Come sai ti ho sempre ammirato e sostenuto. Sono anni che pur non aderendo al M5S collaboro amichevolmente con voi…
E sono contento del successo del M5S. Io sono per l’unità dei progressisti, e sono convinto che finalmente il prossimo Parlamento riuscirà ad approvare una serie di riforme essenziali, grazie al fatto che tra tutti manderemo in Parlamento un numero mai visto di persone nuove, e si verificherà un’alleanza nei fatti tra i sinceri progressisti, dal Pd al Sel al RC al M5S (ma quante sigle!).
Questo per ricordarti che non faccio parte di chi ti dà addosso…
Ma questa storia che hai detto, davanti alle telecamere, a un gruppo di fascisti, che il M5S è un movimento ecumenico, quindi se un fascista condivide il programma del M5S e non ha pendenze penali, può aderire e addirittura candidarsi, scusami, ma non la digerisco proprio.
Va bene il superamento delle ideologie e dell’odio, va bene essere disposti ad allearsi con tutti su obiettivi fondamentali, ma io ce l’ho sempre in testa la linea morale invalicabile…
Posso collaborare anche col Diavolo su un obiettivo giusto, ma non lo ammetto nel mio movimento.

CONTINUA SUL BLOG DEL FATTO QUOTIDIANO

 


Arrestati i vertici delle Ferrovie

L’accusa è procurata scoliosi e ritardo orizzontale.
Una forza composta dalle squadre d’assalto dei carabinieri ha fatto irruzione negli uffici della direzione centrale dell’azienda ferrotrasportatrice e ne ha tratto i dirigenti ammanettati in lunga fila.
Il colonnello Trenino ha dichiarato poi: “La giustizia ha finalmente individuato e catturato i responsabili delle sottili violenze subite per decenni dai viaggiatori binari”.
Infatti milioni di italiani hanno subito per anni danni permanenti alla colonna vertebrale a causa della forma demenziale dei sedili dei treni.
Una concezione perversa del corpo umano, diffusa tra i capi delle strade ferrate, ha fatto sì che mani anonime munissero le poltroncine delle carrozze, di un cuscinetto all’altezza della testa che costringe i passeggeri a ingobbirsi.
Andreotti è l’unico che ci viaggia comodo!

CONTINUA SUL BLOG DEL FATTO QUOTIDIANO

 


Aderisci al Movimento Calzini Spaiati!

Movimento Calzini SpaiatiBasta con lo spreco omologato imposto dalla moda! Vorrei che i partiti e i movimenti progressisti lo fossero anche nei fatti mettendo ai primi posti dei loro programmi innovazioni semplici ed ecologiche, oltretutto a costo zero.

Grillo, Vendola, De Magistris e Bersani potrebbero compiere un gesto rivoluzionario mostrando, durante i comizi, di indossare calze bicolori.

Ad alcuni sembrerà questione di poco conto visti i nazionali problemi. Ma in realtà l’odiosa abitudine consumista di indossare calzini dello stesso colore porta danni enormi al Sistema Italia e al mondo in generale.

Sul pianeta infatti ci sono almeno 3 miliardi di persone abbastanza ricche da indossare calzini. Calcolando che un paio dura mediamente 2 anni, e che un calzino di ogni coppia si consuma o sparisce (i calzini hanno un’anima ribelle) prima dell’anno e mezzo, ne discende che ogni anno vengono buttati 750 milioni di poveri calzini perfettamente funzionanti.

CONTINUA SUL BLOG DEL FATTO QUOTIDIANO

 


La mossa migliore che ho fatto? Andare a vivere ad Alcatraz

È stato un po’ faticoso perché all’inizio c’erano solo ruderi e io modestamente non sapevo neanche che il cemento si doveva impastare con la sabbia…
E ho anche scoperto che la terra è bassa e che la cazzuola sembra leggera… Comunque c’ho guadagnato, perché sono 31 anni che al ristorante di Alcatraz, oltre che a mangiar bene si incontrano persone interessanti che ti raccontano le loro storie.
È un effetto collaterale del buon vino e del brasato con la polenta.
Un giorno una sociologa mi ha consigliato un libro illuminante: La massa critica di Philip Ball e mi ha raccontato un esperimento curioso.

CONTINUA A LEGGERE SUL BLOG DEL FATTO QUOTIDIANO


Le onde cerebrali stanno meglio in compagnia!

Gli zapatisti del Chapas hanno un problema. Quando arrivano in visita attivisti dal nord America e dall’Europa non riescono a spiegare loro l’essenza del pensiero dei Maya rivoluzionari.
Dicono che siamo troppo individualisti per capire come la pensano.
Enrico e Finaz, della Bandabardò, mi hanno raccontato di aver seguito un corso per stranieri nel quale i militanti zapatisti cercavano di far capire come loro sentono il concetto di collettività. Per riuscirci propongono ai visitatori strani esperimenti.
Uno di questi funziona così: un grande gruppo di persone viene suddiviso in gruppi affini: studenti, professori, contadini, operai, prostitute. Poi però alcuni a caso finiscono in gruppi che non corrispondono alla loro attività.
Così un professore di New York finisce in mezzo al collettivo delle prostitute messicane.

CONTINUA SUL BLOG DEL FATTO QUOTIDIANO


Caro Bersani, che bello se il Pd diventasse meritocratico

Oggi in Italia ci sono 22 comuni che producono tutta l’energia e il calore necessario per i cittadini e l’amministrazione pubblica da un mix di fonti rinnovabili.
Sono 319 i comuni che hanno reti di teleriscaldamento alimentate da fonti rinnovabili e offrono così ai cittadini risparmi dal 30 al 45%.
I comuni che producono con impianti a energie rinnovabili l’energia necessaria all’amministrazione pubblica sono invece 2.068 (vedi rapporto di Legambiente sui comuni rinnovabili).
Questi comuni risparmiano denaro e migliorano quindi i servizi per i cittadini proteggendo l’ambiente, evitano all’Italia una parte delle multe che dobbiamo pagare perché siamo in ritardo con la realizzazione degli accordi di Kyoto, diminuiscono l’inquinamento e aumentano la salute dei cittadini e contribuiscono alla diminuzione dell’importazione dall’estero di petrolio.
In Italia ci sono 8.092 comuni, di questi almeno la metà sono amministrati da giunte di centrosinistra.

CONTINUA SUL BLOG DEL FATTO QUOTIDIANO

 


Aumentiamo le tasse o i sogni?

I progressisti sono prigionieri di vecchi modi di pensare. Come si esce dalla crisi? Molti in questo momento propongono di aumentare le tasse ai ricchi. Come funzionerebbe? Tassare di più chi guadagna al di sopra di un milione di euro è una bella idea, moralmente giusta. Ma in una situazione drammatica come quella italiana dovremmo chiederci anche se è un’idea funzionante, se ottiene lo scopo.

Uno dei più grossi problemi italiani è che le aziende straniere non investono in Italia. Vanno altrove per tre semplici motivi: la burocrazia folle costringe ad aspettare anni per iniziare qualunque attività, altrove bastano pochi mesi. L’energia costa il 30% in più della media europea. Le tasse sono le più alte del mondo. Alziamole ulteriormente e potremo mettere una pietra sopra agli investimenti stranieri. Possiamo permettercelo con la situazione di disoccupazione che c’è? Non credo proprio.

CONTINUA SUL BLOG DEL FATTO QUOTIDIANO