CommercioEtico.it

Le notizie di www.commercioetico.it

I GERMOGLI

Carissimi,
dopo l’esperienza entusiasmante dei nostri estrattori di succhi e degli essiccatori, ambedue presenti nel nostro catalogo ormai da anni, ci siamo resi conto che ci mancava un prodotto davvero importante per chi, come noi, sa che “siamo ciò che mangiamo”: i germogliatori.

I Germogli

Bella scoperta, direte voi… E’ vero, di germogli in cucina si parla da decenni, noi ricordiamo bene esperimenti semi-fallimentari (nel senso che i semi sono proprio falliti…) condotti ancora negli anni ‘80 con vaschette piene di garze imbevute di acqua e semini che nella migliore delle ipotesi stentavano a crescere, nella peggiore ammuffivano. Archiviata l’esperienza, ci siamo adattati ad acquistare le vaschette di germogli di soia quando presenti (e freschi…) nei banchi dei supermercati o a farne incetta le volte che riusciamo a mettere piede in un negozio bio.
Di germogli abbiamo ricominciato a sentire spesso parlare da quando usiamo l’estrattore, durante le nostre ricerche in rete per trovare nuove idee e ricette, e ci siamo resi conto oggi ancor più di allora – complici forse anche gli studi che in questi ultimi anni e in questo campo si sono sempre più specializzati – che le proprietà dei germogli sono davvero tante e straordinarie. Minerali, vitamine, proteine, enzimi…

CONTINUA A LEGGERE CACAO DEL SABATO


Gruppo di acquisto Olio extravergine di oliva

Gruppo di acquisto Olio extravergine di oliva

Cari amici,
anche per quest’anno siamo lieti di potervi presentare uno dei nostri prodotti d’eccellenza: l’olio biologico “Selezione Merci Dolci” prodotto dagli amici dell’oleificio Ranieri. E chi poteva farlo meglio di Sabina, che da anni tiene, con affetto e precisione, i contatti con i numerosi GAS che si affidano a lei per gli ordini e con il nostro fidato fornitore? A lei, dunque, la parola!

“Come molti di voi sapranno quest’anno è stato un anno difficile per la produzione dell’olio a causa di un’infestazione degli olivi che ha creato innumerevoli danni e ridotto drasticamente la produzione. Da più di un mese sia i telegiornali che la carta stampata non hanno fatto che parlare dell’infestazione da “mosca” a macchia di leopardo che ha interessato l’olivaggio italiano, un’infestazione che ha ridotto e impoverito la quantità di olio di cui dispongono gli oleifici di tutta Italia. Questo, ovviamente, ha portato a un aumento talvolta esagerato dei costi del nostro olio di derivazione “esclusivamente italiana”. Come tutti gli anni, in collaborazione con i nostri amici dell’oleificio Ranieri, CommercioEtico ha lavorato per poter offrire un prodotto di qualità nonostante tutte le difficoltà incontrate nel reperire olive biologiche sane, di buona qualità e rigorosamente italiane. Quest’anno, dopo oltre 10 anni, per la prima volta abbiamo davvero temuto di non riuscire a soddisfare le richieste dei nostri cari e fedeli clienti, di coloro che da anni conoscono e apprezzano la nostra filiera, di coloro che numerosi ci hanno contattato per acquistare l’olio “Selezione Merci Dolci”.

Eh sì, cari amici, a distanza di pochi giorni dall’uscita della nuova produzione dobbiamo confessare che quest’anno più che mai è stato difficile riuscire a reperire un olio biologico dalle qualità elevate come abbiamo sempre fatto nell’arco di questo decennio. In Italia, purtroppo, sono poche le aziende agrarie che sono state in grado di produrre un olio certificato ed è facile immaginare cosa sia successo ai prezzi, che hanno registrato un’impennata record. I danni alle coltivazioni hanno messo in ginocchio grandi e piccole aziende che, in alcuni casi, non sono state più in grado di garantire la certificazione biologica. Capirete bene, quindi, quanto impegno abbiamo dovuto dedicare per riuscire a ottenere una nuova produzione rispettosa di tutte quelle caratteristiche di qualità che fanno del nostro olio un prodotto d’eccellenza.

CONTINUA A LEGGERE CACAO DEL SABATO


Estrattori di succhi vivi

estrattore di succhi vivi

 

Provate a immaginare: Estate. Seduti al fresco delle colline in chiacchiere tra amici. Non sono chiacchiere banali: si sta parlando di salute, di stili di vita, di alimentazione.

- Volete davvero dare una svolta alla vostra quotidianità? - A parlare è un medico fisiatra, esperto in medicina antroposofica, una persona con una vita straordinaria. – Prendetevi un estrattore di succhi, costa un po’ ma vi assicuro che li ritrovate tutti in salute! -

 

Nei giorni successivi la frase mi rifrulla in testa… e allora togliamoci ‘sta curiosità! Navigo in rete e rimango affascinata: non è una centrifuga, è proprio un sistema che “spreme” frutta, verdura e semi scartando solo un minimo residuo. Ora, io credo che tutti noi, in uno dei nostri attacchi salutisti che periodicamente ci si abbattono addosso, abbiamo prima o poi deciso di convertirci ai centrifugati di frutta o verdura, di solito con esiti così deludenti che il sacro fuoco della passione tende a svanire dopo pochi giorni… Spesso scoraggiati proprio dalla bassa resa di succo, con troppo residuo, che eliminare tanto bendiddio è davvero uno spreco.

 

Scorro le varie pagine web e penso che il nostro amico medico su una cosa ha senz’altro ragione: l’aggeggio costicchia ma mano a mano che leggo con più attenzione mi rendo conto che si tratta di uno strumento straordinario. Intorno a quel tavolo, due sere prima, il tema era la salute: è ormai assodato che l’apporto degli alimenti di origine vegetale nella nostra alimentazione è assolutamente fondamentale per contrastare malattie (anche gravi) e - perché no, vista l’età? - anche un po’ l’invecchiamento. Ma chi se la sente (e poi non farebbe nemmeno tanto bene…) di mangiare ogni giorno chili e chili di mele, carote, mirtilli, cavoli e chi più ne ha più ne metta? E poi i succhi di frutta, che tanto consumiamo soprattutto in estate, con che frutta (frutta????) vengono prodotti?

Insomma, mi decido, procedo all’acquisto su un negozio on-line e tre giorni dopo un estrattore Hurom troneggia nella mia cucina.

Tutto questo accadeva 5 mesi fa.

Se sono soddisfatta? Non è il termine esatto: sono e-n-t-u-s-i-a-s-t-a.

 

CONTINUA A LEGGERE SULLA NEWSLETTER


Il circuito di affiliazione di www.commercioetico.it ha superato le 50 adesioni!!!

Sono veramente contento.
Si tratta della prima rete di affiliazione italiana per prodotti ecologici e etici. Centinaia di prodotti, gruppi di acquisto, libri, dvd, magliette, ecotecnologie, prodotti per la casa ecologica, imbottite di seta, materassi, vernici naturali, prodotti per il corpo a base di erbe, olio biologico super extra vergine.
Questa nuova affiliazione è partita da un paio di settimane e già sta raccogliendo adesioni numerosissime. Siti che pubblicano una piccola vetrina potendo scegliere quali prodotti pubblicizzare e in che formato. In cambio ottieni una percentuale sulle vendite. E' come se dentro il tuo sito aprissi un negozio con centinaia di prodotti

In pratica pubblichi un banner, uno spazio pubblicitario, sul tuo sito internet e se una persona clicca dal tuo sito e poi compra qualche cosa tu ottieni una percentuale.
Il sistema si basa su un software che identifica gli utenti registrando il sito dal quale provengono le persone che comprano.
Abbiamo sognato a lungo di riuscire a costruire una piattaforma di questo genere e Simone Canova si è maciullato con Nicola (super informatico) per mesi per riuscirci (onore comunista!!!).
Adesso c'è.
L'obiettivo è quello di dare più forza ai siti progressisti. Offrire la possibilità di sviluppare non solo informazione ma anche proposte che facciano risparmiare e che proteggano l'ambiente.
E che diano la possibilità ai siti etici di autofinanziare la loro importantissima attività potenziandola e traendone la giusta soddisfazione anche economica.
Insomma 3 piccioni con una fava.
Questa iniziativa è connessa con un'altra che sta mietendo un notevole successo: www.stradaalternativa.it, un circuito di scambio banner pubblicitari che raccoglie ormai più di 300 siti etici che si sono scambiati più di 30 milioni di impression (contatti/utenti toccati dal messaggio pubblicitario), a un ritmo crescente che attualmente è sui due milioni al mese.
Nella home di www.stradaalternativa.it ci sono poi le ultime notizie in rss provenienti da decine di blog, ordinati per numero di cliccate.
Un modo semplice per aumentare i visitatori del tuo sito, basta mettere un codice sul tuo blog e inviare il tuo banner! Il resto è tutto automatico.
Sempre su www.stradaalternativa.it trovi anche un manuale gratuito molto semplice e chiaro su come sviluppare la visibilità del tuo blog, ad esempio imparando a comunicare con i motori di ricerca.
Crediamo che sarebbe un vantaggio per tutti se connettessimo i nostri blog, creando appunto una STRADA ALTERNATIVA con la sua rete di negozi ecologici.
Nella strada ognuno esibisce capacità e conoscenze, spettacoli e claunerie, informazione e arte e così si attira molta gente nella nostra strada, e i negozi vendono di più. Poi i negozi danno ai professori, ai giornalisti e agli attori una percentuale sugli incassi....
Non sarebbe bello?
Credo che i siti che potrebbero aderire a questa iniziativa siano almeno 5.000. Ti immagini che potenza avremmo tutti insieme con una rete del genere che arriva a una platea di circa 3 milioni di amanti delle buone pratiche.
Già oggi tutti insieme abbiamo una platea di milioni di progressisti. Ma in modo disperso, non sinergico, non interconnesso.
Qui una volta tanto non si tratta di sbattersi per convincere i benpensanti che Berlusconi è malvagio.
Si tratta di fare una cosa semplice solo apparentemente: convincere 5 mila straconvinti ecologisti equi, solidali a fare una cosa che teoricamente tutti ti dicono che è giusto fare. Hai mai trovato un ecologista che ti dica che è giusto che ognuno di noi coltivi il suo orticello in modo geloso e separato?
E allora, buon Dio, perché è così difficile poi fare veramente anche solo un semplice scambio banner che non ti costa un solo euro?
Ancora si stenta a capire che prima di tutto noi progressisti coscienti e politicamente impegnati dobbiamo fare un salto mentale, agire a rete, fare economia antagonista, se vogliamo pensare di muovere un passo fuori da questa palude morale e sentimentale.

Non perdere tempo. Aderisci alla sub rete claun!!!
(Facciamo i fatti. Le chiacchiere stanno a zero!)

 

Carissimi,
grazie al software di Affiliazione che abbiamo installato su Commercioetico.it http://www.commercioetico.it/affiliazione e' ora possibile promuovere sul proprio sito internet la vendita online dei nostri prodotti guadagnando una commissione sugli ordini andati a buon fine e provenienti dal proprio spazio web.
Il programma traccia gli ordini provenienti dai vari siti affiliati (grazie a un particolare link di affiliazione generale) e in automatico calcola le commissioni, che vengono accreditate in una sorta di conto virtuale.
Quando le commissioni raggiungono un determinato valore, i soldi diventano reali!
I vantaggi sono interessanti per entrambe le parti: l'affiliato guadagna sulle vendite (e meglio promuove i prodotti sul suo sito piu' incassa), il negoziante aumenta il traffico nell'e-commerce e crea nuove reti di vendita.
Il tutto in pochi click, basta infatti iscriversi al programma e copiare nel proprio sito internet uno dei banner proposti nelle campagne pubblicitarie.
Per maggiori informazioni clicca qui http://www.commercioetico.it/affiliazione

Con l'Affiliazione a Commercioetico.it e' possibile guadagnare una commissione del 10% sulle vendite delle imbottite di bambagia di seta pura, del 20% sui dvd di Dario Fo e Franca Rame e su tutti i libri di Jacopo Fo e del 5% su qualsiasi altro prodotto del nostro catalogo.
Quando le commissioni accumulate arrivano a 150 euro, Merci Dolci s.r.l. provvede al pagamento di quanto dovuto.

COME FUNZIONA

Per iscriversi all'Affiliazione clicca qui http://affiliati.commercioetico.it/affiliates/index.php

Completata l'iscrizione (e attesa l'approvazione) si riceve una mail con il nome utente e la password da utilizzare per entrare nel Pannello di controllo Affiliato (http://affiliati.commercioetico.it/affiliates/login.php), dove si trovera' il proprio Link Affiliazione Generale.

Scegliete un banner o un'immagine dalla sezione Banner e link, oppure direttamente dal sito www.commerciotico.it, caricatela nel vostro sito e metteteci il link al Link di Affiliazione Generale.
Da qual momento il software traccera' ogni click proveniente da quel banner e se l'utente fara' acquisti, calcolera' la commissione.
Buon guadagno a tutti!
 


Hai un sito internet o un blog? Affiliamoci!

Carissimi,
grazie al software di Affiliazione che abbiamo installato su Commercioetico.it http://www.commercioetico.it/affiliazione e' ora possibile promuovere sul proprio sito internet la vendita online dei nostri prodotti guadagnando una commissione sugli ordini andati a buon fine e provenienti dal proprio spazio web.
Il programma traccia gli ordini provenienti dai vari siti affiliati (grazie a un particolare link di affiliazione generale) e in automatico calcola le commissioni, che vengono accreditate in una sorta di conto virtuale.
Quando le commissioni raggiungono un determinato valore, i soldi diventano reali!
I vantaggi sono interessanti per entrambe le parti: l'affiliato guadagna sulle vendite (e meglio promuove i prodotti sul suo sito piu' incassa), il negoziante aumenta il traffico nell'e-commerce e crea nuove reti di vendita.
Il tutto in pochi click, basta infatti iscriversi al programma e copiare nel proprio sito internet uno dei banner proposti nelle campagne pubblicitarie.
Per maggiori informazioni clicca qui http://www.commercioetico.it/affiliazione

Con l'Affiliazione a Commercioetico.it e' possibile guadagnare una commissione del 10% sulle vendite delle imbottite di bambagia di seta pura, del 20% sui dvd di Dario Fo e Franca Rame e su tutti i libri di Jacopo Fo e del 5% su qualsiasi altro prodotto del nostro catalogo.
Quando le commissioni accumulate arrivano a 150 euro, Merci Dolci s.r.l. provvede al pagamento di quanto dovuto.

COME FUNZIONA

Per iscriversi all'Affiliazione clicca qui http://affiliati.commercioetico.it/affiliates/index.php

Completata l'iscrizione (e attesa l'approvazione) si riceve una mail con il nome utente e la password da utilizzare per entrare nel Pannello di controllo Affiliato (http://affiliati.commercioetico.it/affiliates/login.php), dove si trovera' il proprio Link Affiliazione Generale.

Scegliete un banner o un'immagine dalla sezione Banner e link, oppure direttamente dal sito www.commerciotico.it, caricatela nel vostro sito e metteteci il link al Link di Affiliazione Generale.
Da qual momento il software traccera' ogni click proveniente da quel banner e se l'utente fara' acquisti, calcolera' la commissione.
Buon guadagno a tutti!
 


Pace, amore e imbottita di seta pura

Un amore di imbottita
Hai acquistato un'imbottita di bambagia di seta pura su CommercioEtico.it?

 

 

Manda a info@commercioetico.it la foto di un bacio sotto la trapunta, la pubblicheremo sul blog e scateneremo una tempesta di energia positiva sul mondo. Lo hanno fatto anche John Lennon e Yoko Ono!!!

Marianna & Armando

Ecco il nostro contributo da Tokyo :)
La coperta è molto molto calda e migliora con il passare dei giorni.
Ciao
Giulio, Asami e Riki

Nora & Jacopo

Pia & Simone

 


La maggioranza dei ricchi non capisce niente del lusso

Quella che vedete qui sotto e' la migliore coperta possibile. Ed e' progressista.
E fra poche righe spieghero' perché.
A qualcuno sembrera' strano che mi occupi di un argomento cosi' vacuo come la qualita' delle coperte. Proprio in questo momento, nel quale la finanza mondiale sta crollando, non ho di meglio di cui parlare?
Invece il confronto di qualita' tra le coperte e' essenziale.

Imbottite di bambagia di seta pura

I mercati crollano perché non capiscono un cazzo della qualita'. Oggi potete comprare una coperta o un piumone per cifre astronomiche.
Sicuramente c’e' qualche manager di Wall Street che si e' bevuto miliardi di dollari passando le notti sotto trapunte pagate 10mila dollari. E’ sempre successo che i ricchi volessero il meglio. Ma e' una novita' storica che i miliardari oggi non comprino i prodotti piu' confortevoli ma solo i piu' cari.
Ricchi ma fessi. Tempo fa me la sono presa con un nuovo prodotto: lenzuola di cachemire da 3 mila euro. Una stronzata perché dormirci dentro e' tutt’altro che confortevole. Inoltre la lana a contatto con la pelle favorisce le infezioni cutanee. Il cotone e' meglio e costa 100 volte meno. Al massimo possiamo discutere sul lino d’estate… Ma resto convinto che il cotone e' il massimo.
Per questa critica delle lenzuola di lana mi sono beccato una causa dalla ditta produttrice. Ho evitato di pagare miliardi di danni perché in Italia puoi dire che un prodotto fa schifo.
Ma ho capito che la questione del lusso e' un argomento molto sensibile. I ricchi generalmente si fanno fregare dalla massoneria del finto lusso. Vivono male e per questo sono particolarmente cattivi, avidi e vendicativi.
Sono incazzati perché gli avevano detto che i ricchi hanno il meglio e loro invece sotto sotto sanno che pagano milioni per delle cagate.
E’ come per le donne rifatte. Una ragazza con le tette di silicone fa la sua figura. Ed e' comprensibile che qualche ricco complessato voglia esibirne una con una misura di reggiseno strabiliante. Gente che non ama palpare veramente i seni delle donne. Perché indiscutibilmente il seno siliconato al tatto non da' la stessa soddisfazione del seno naturale. Ma comunque quest’esibizionismo della tetta della donna che hai conquistato la si puo' capire anche se non riesco a condividerla perché per me toccare le tette e' una forma di religione… Ma mi spieghi dove sta il bello nelle labbra a gommone?
Le donne con i labbroni sono indiscutibilmente piu' brutte. Ma che ci vuoi fare, va di moda, e' uno status symbol, e giu' a farsi gonfiare le labbra tanto che gli restano rigide come due salsicce…
E che dire della fiera della ristorazione d’élite?
La maggioranza dei ristoranti di lusso, incensati dalle guide gastronomiche, fanno schifo perché friggono con l’olio di semi industriale e cucinano pesante. Cibi troppo lavorati, conditi, male accostati. Ma i clienti non sono provvisti di un palato capace di cogliere la differenza tra il salmone e la salmonella. Si fidano delle guide e mangiano robaccia. Pero' si beano a consumare vini da 100 euro a bottiglia anche se, per la predetta lesione gustativa, non saprebbero distinguerli da un vino da 1 euro. Pagano una fortuna per rovinarsi lo stomaco con banalita' percettive inventate dal marketing.
I venditori di lusso sono la peggio razza. Ti vogliono convincere che una stanza in un albergo, per essere veramente di lusso deve costare migliaia di euro. Ma cavolo! Ci devi solo dormire? Che senso ha buttar via 10mila dollari per dormire una notte?
E’ chiaro che stanno approfittando di te, povero ricco.
I miliardari si fanno fregare come qualunque massaia che compra il Dash perché lava piu' bianco.
Ma la massaia magari e' analfabeta, molti ricchi invece sono pure laureati.
E poi non dovevano essere loro i signori del mondo?
Invece vivono da fessi.
Allora io credo che un punto non secondario della lotta per il progresso sia deridere il lusso finto, che e' una colonna culturale sulla quale si modella la cultura del denaro.
Credo sia molto utile smascherare il consumismo fine a se stesso. Il consumismo che si basa su una scala di valori dove l’amore, l’amicizia, il gioco e la solidarieta' non valgono niente.
Ma per arrivare a negare i valori essenziali della vita, il consumismo deve mentire su tutto.
Molte persone dotate di grandi ricchezze e potere rinunciano a costruire un mondo migliore (anche per loro, alla fin dei conti) perché sono convinte che solo questo offra la possibilita' del vero lusso a cui aspirano. Spiegargli che si tratta di un’aspirazione egoistica e' spreco di tempo. Ed e' inutile anche dir loro che vivere in un mondo senza fame e senza guerre e' il piu' grande lusso. Si fa prima a dimostrare che il vero lusso non e' quello che comprano loro a dieci volte il suo valore (poveri fessi) ma e' un altro ed e' compatibile con una societa' piu' giusta ed ecologica.
Da anni il ristorante di Alcatraz dimostra che si puo' servire la cucina migliore del mondo, biologica e fantasiosa, su tovaglie di carta, a 24 euro per un pranzo illimitato (mangi tutto quello che vuoi senza extra). E i nostri vini, tutti al di sotto dei 15 euro, non hanno paura di nessuno. E Alcatraz produce piu' energia di quanta ne consuma e controbilancia la propria impronta ambientale gestendo la trasformazione di 3 milioni di metri quadrati di boschi depauperati in boschi ad alto fusto e con la piantagione di 370 mila metri quadrati di nuovo bosco.
Questo e' il nostro lusso.
Non ne parliamo mai. E’ ora di farlo.

Inizio quindi da questo articolo a presentarvi una serie di schede sui prodotti migliori del mondo.
E parto dalla trapunta che citavo all’inizio di questo articolo.
Nel 1973, andai con i miei in Cina. Mia madre durante quel viaggio mi regalo' una coperta molto particolare. Era un’imbottita di bambagia di seta, seta non tessuta. Hai presente il cotone idrofilo? Ecco la seta che riempie queste trapunte, rivestite di cotone, e' come quella bambagia.
Si ottiene dai bozzoli del baco quando lo si lascia vivere. Quando il baco diventa farfalla rompe il bozzolo per uscire. I fili di seta non possono quindi essere utilizzati per tessere perché sono spezzati. Vengono quindi lavati accuratamente, stesi in strati sottili e utilizzati cosi', senza altra lavorazione, per formare grandi pezzi di bambagia di seta che tagliati a misura diventano l’imbottitura delle trapunte cinesi.
Si tratta di un tipo di coperta che in Estremo Oriente si usa da millenni ed e' considerata in assoluto la migliore possibile. Leggera, anallergica, non si polverizza nel tempo (non te la respiri dormendo), ha soprattutto il vantaggio di mantenere semplicemente la temperatura corporea senza scaldare. Una sola coperta e' perfetta sia in primavera che in pieno inverno. Sembra impossibile ma e' cosi'. Sono trentacinque anni che uso quella coperta che mia madre mi regalo'. Non ho mai trovato niente di meglio, niente che sia anche solo lontanamente paragonabile. Per questo quando abbiamo iniziato a costruire un negozio etico on line abbiamo inviato una persona in Cina per cercare dove fosse possibile comprarle, verificando anche le condizione di lavoro degli operai che le producono (ci piace la qualita' totale).
Da 8 anni sono diventate le coperte ufficiali dei letti della Libera Universita' di Alcatraz e le proponiamo con successo su internet. Migliaia di persone le hanno sperimentate e ci hanno confermato che sono le migliori.
La cosa divertente e' che le migliori coperte del mondo costano al massimo 365 euro e durano una vita. Le farfalle le adorano e pregano per la fortuna di chi dorme nella bambagia di seta e si veste di cotone.
Ma pochissimi ricchi lo sanno.
Poveretti.

Jacopo Fo

Nel video: Il potere dei consumatori. Le aziende sono costrette a produrre ciò che chiede il mercato. orientarsi verso prodotti etici, biologici, puliti, non inquinanti, equi e solidali potrebbe costituire una svolta nella produzione globale...

Categoria: I video di Jacopo Fo


Libri: "SALVARE L'AMBIENTE CONVIENE" di Jacopo Fo

Carissimi,
questa settimana vi presentiamo un nuovo libro di Jacopo Fo, dal titolo “Salvare l’ambiente conviene”, ed Nuovi Mondi. Leggere per credere.
Buona lettura!

Per leggere l'estratto clicca qui sotto la scritta in rosso "LEGGI TUTTO".

Jacopo Fo, “Salvare l’ambiente conviene”

Puoi acquistare il libro online cliccando qui oppure direttamente sull'immagine.
Credo che la classe politica italiana e internazionale si vedra' costretta a operarare un cambiamento drastico solo a seguito di una mutazione culturale nella quale agiranno due forze: la protesta e la costruzione di pezzi di economia e cultura alternativi ma oltremodo concreti (gruppi d’acquisto, ecotecnologie, commercio equo, cultura, ricerca e informazione, nonche' rifiuto dei prodotti che veicolano e alimentano guerre, sfruttamento del lavoro,
inquinamento).
Se da un lato la contestazione implica un soggetto in grado di capirla e di tradurla in azione; dall’altra, l’azione diretta, nel momento in cui ottiene un risultato positivo, e' gia' cambiamento.
Intendiamoci, costruire non e' mai facile; ideare e realizzare qualcosa di innovativo genera quasi sempre forti critiche e innumerevoli problemi.
Ciononostante, sono proprio le esperienze nuove ed efficienti a ottenere i più grandi risultati perche' le cose che funzionano tendono a essere imitate.
Ecco dunque il più autentico dei cambiamenti: quello alla portata di tutti. Migliaia di persone stanno mutando le loro abitudini, i costi sostenuti per la gestione familiare calano, il bisogno di dipendere da politiche distruttive e guerrafondaie diminuisce di conseguenza.
L’idea di scrivere un libro sulla salvaguardia dell’ambiente – che, attenzione, non solo può essere sostenibile ma persino piacevole! – e' nata da un’esperienza personale: dal pazzesco successo di un’iniziativa di risparmio energetico e dalle migliaia di adesioni che essa ha ricevuto in tutta Italia. Il nostro paese più di ogni altro ha bisogno di punti di rottura, di iniziative semplici ma efficaci perche' sono in molti ormai ad aver capito che non servono grandi o eclatanti gesti per salvare l’ambiente. In fin dei conti, se ci pensate bene, le basi per rivoltare il pianeta come un calzino sono “giusto” un paio: la consapevolezza (e qui gioca un ruolo cruciale l’informazione) e il buon senso. La prima, la consapevolezza, per scoprire e capire fino in fondo cosa non funziona nell’attuale gestione politica ed economica rispetto alle questioni ambientali, chi sta agendo in maniera scorretta, quali sono i reali problemi che affliggono sia l’ambiente che le persone che lo popolano, quali saranno le conseguenze che noi e le generazioni future dovremo subire. Il secondo, il buon senso, per capire come migliorare la situazione con piccoli passi nemmeno definibili “sforzi”, come imparare a prevenire le emergenze attraverso la gestione responsabile e quotidiana delle risorse a nostra disposizione.
Il libro che avete tra le mani nasce dunque da questi due semplici presupposti e, nella sua ideazione e realizzazione, vuole rispettare tale semplicita' presentandosi come una guida immediata e chiara. In poche parole: alla portata di tutti, proprio come il cambiamento di cui parlavo poco fa.
Le parti di cui si compone il libro sono due: la prima in cui si ritrae la situazione attuale e la seconda in cui vengono presentate molte proposte per modificare quanto c’e' di sbagliato e valorizzare gli esempi virtuosi. Leggendolo, non troverete un approfondimento accademico o giornalistico su tutte le problematiche ambientali, ma uno strumento concreto e agile, per muoversi, per agire. E per farlo subito.

PERCHE' IL MOMENTO DI SALVARE IL MONDO E' ADESSO!
NON ABBIAMO UNA SECONDA POSSIBILITA'!

Puoi acquistare il libro direttamente online cliccando qui
http://www.commercioetico.it/libri/librijacopo/salvare-ambiente.htm

 


Stile Marginale

Carissimi,
lo diciamo sempre ma stavolta e' vero in modo assoluto: siamo veramente orgogliosi di presentarvi un cd musicale dove musica, testi, arrangiamento, incisione e confezione sono a cura di 40 ragazzi e ragazze (tra i 14 e i 25 anni) affidati ai servizi sociali delle Ausl di Casalecchio di Reno (Bo) e delle Cooperative Sociali della zona.

Si chiama "Stile Marginale" e nasce da una storia di diversi anni di laboratori musicali, dove gli educatori hanno messo a disposizione le loro competenze in laboratori di dj, di chitarra, di batteria, di canto. Sappiamo tutti che la musica e' la forma culturale piu' accessibile, tutti i ragazzi ascoltano musica, e' un argomento di discussione e coesione, definisce l'appartenenza a un gruppo e una identita' culturale.
Quante volte abbiamo sentito la frase "la musica mi ha cambiato la vita"? A volte usata in maniera appropriata, a volte meno, ma viene esclamata sempre con un'enfasi che comunica passione, impegno, fatica e orgoglio di appartenere a un "movimento culturale" che, con la sua forza espressiva, coinvolge e a volte travolge in maniera positiva la nostra vita.
Cosi' e' successo anche questa volta.

I 40 ragazzi e  ragazze che hanno partecipato al progetto hanno "travolto" l'equipe educativa che li ha seguiti e coordinati: con il loro entusiasmo, con la loro passione, con la loro voglia di esprimersi. ma anche con la loro incredibile capacita' di trovarsi insieme nella musica, in ore e ore di prove e di  registrazioni, infaticabili come solo i ragazzi sanno essere, presi dalla passione creativa.

8 diverse etnie in questo cd per 13 brani con differenti stili musicali... tutti veri in modo profondo... Un grande risultato anche per gli Educatori coinvolti: in un momento in cui sembra che il "diverso", e solo quello, sia la causa di tutte le malefatte del nostro Belpaese, vedere che c'e' chi invece crede che si possa convivere in modo pacifico, che si debba lavorare per trovare terreni comuni anche quando il disagio e' grande... beh, fa ben sperare.

Buon ascolto!

Per acquistare il cd su CommercioEtico.it http://www.commercioetico.it/dvdvhscd/stile-marginale.htm

Link diretto al carrello online  clicca qui