automobili

Sono pazzi questi inglesi

Nel Regno Unito, dove pare non siano ancora arrivati i navigatori satellitari, una ricerca dell'agenzia di assicurazioni Sheilas’ Wheels (da notare il sito internet http://www.sheilaswheels.com/) rivela che in media ogni automobilista inglese spreca nella sua vita circa 2.000 sterline di benzina perche' sbaglia strada e si vergogna a chiedere indicazioni ai passanti o agli altri automobilisti.
Il 41% degli uomini e' convintissimo di sapere dove sta andando anche quando si e' totalmente perso! (26% tra le donne).
Il governo sta pensando di insabbiare lo studio.
(Fonte: Ecoblog)


La car-puccino

Gli scienziati del programma televisivo Bang Goes The Theory, in onda sulla BBC1 sono riusciti a mettere a punto un'auto a caffe'.
Il prototipo e' riuscito a percorrere 240 miglia da Londra a Manchester utilizzando circa 70 kg di caffe' macinato.
Perfettamente funzionante ha un solo difetto: ogni 100 km vanno puliti i filtri, basta svitare in due la macchina.

fonte immagine


Mobilita' sostenibile

Nel corso del 2009, negli Stati Uniti sono state rottamate 14 milioni di auto mentre ne sono state vendute 10 milioni. Il parco auto degli USA si e' quindi ridotto del 2% ed e' la prima volta dalla fine della seconda guerra mondiale.
Anche se la crisi economica sembra la spiegazione piu' ovvia del fenomeno non e' la sola: dal 2005 al 2008 l'utenza del trasporto pubblico nelle citta' americane e' aumentata del 9% e citta' come Phoenix, Seattle, Houston, Nashville e Washington DC hanno potenziato gli autobus e le metropolitane, hanno creato piste ciclabili e pedonali, e nuove corsie preferenziali per i bus veloci.
Se la tendenza rimane costante si stima che entro il 2020 ci saranno in circolazione 25 milioni di automobili in meno.

 

fonte immagine


Il bollo auto ecologico

In Olanda, dal 2012 per i furgoni e i camion e dal 2018 per le auto, il bollo non sara' piu' collegato al mero possesso di un mezzo ma ai km percorsi in un anno.
E' la nuova legge che si appresta a varare il governo olandese. Si parla di 6,7 centesimi di euro al km, con sovrapprezzi per i veicoli piu' inquinanti. Il chilometraggio percorso verra' monitorato tramite un sistema Gps.
“Tassare i chilometri percorsi - ha dichiarato Andrea Lepore di Greenpeace - ha l'indubbio vantaggio di disincentivare ogni giorno l'uso dell'automobile in favore di mezzi di trasporto pubblici”.
Il progetto sembra piacere molto anche al governo belga che avrebbe gia' messo tra i lavori del parlamento la discussione di una legge simile.
(Fonte: Repubblica)


Non e' una buona notizia

A quanto rivelato da una ricerca dell'associazione Codacons che ha monitorato il traffico a Roma, Milano e Napoli, tra ingorghi e rallentamenti si perdono fino a 260 ore l’anno. Il record negativo va a Roma, dove si perdono al volante 10,8 giorni. A Milano il traffico 'brucia' 240 ore (10 giorni esatti all'anno), mentre a Napoli le ore perse sono 210 (8,75 giorni).
Ogni volta che scegliamo di prendere l’auto invece che i mezzi pubblici pensiamo a cosa potremmo fare in quei dieci giorni… anche solo dormire.
(Fonte: Ansa.it)


L'inabilita' alla guida e' genetica

Secondo una ricerca della University of California-Irvine esiste una particolare variante di un gene che, se presente nell'organismo, tra le conseguenze ha quella di non saper condurre bene un'automobile.
Nel test, condotto su 29 persone, i 7 con la variante genetica attiva hanno avuto risultati nella guida del 20% inferiori rispetto ai 22 senza variante (piu' precisamente si tratta di una proteina, chiamata Fattore Neurotrofico Cerebrale).
I risultati sono ulteriormente peggiorati nel secondo test, effettuato a distanza di 4 giorni.
Secondo gli esperti andrebbe tolta la patente al 30% degli americani, che pero', grazie alla stessa proteina, sono piu' resistenti alle malattie neurodegenerative.
(Fonte: Zeusnews)

Fonte imm


L'airbag per le cinture di sicurezza

Lo sta sperimentando la Ford, nei crash-test del modello Explorer.
Si tratta di un sottile airbag inglobato nella cintura di sicurezza, si gonfia in 40 millisecondi e riduce di 5 volte la pressione della cintura sul torace in caso di incidente. E' stato studiato soprattutto per la sicurezza dei bambini: troppo spesso infatti per loro le cinture risultano essere troppo rigide.
(Fonte: Repubblica)
Fonte imm