Rapina a tazzina armata

Hameln, Germania: entra in un bar, ordina un caffe', prende la tazzina, si gira verso la cassiera e annuncia una rapina. A tazzina armata.
Per salvare il cachemire la ragazza gli ha consegnato tutti i soldi.
Secondo il portavoce della Polizia la ragazza ha agito saggiamente: l'uomo poteva fare un gesto inconsulto in qualsiasi momento, magari col cucchiaino.
E' ricercato da una miscela di agenti.
(Fonte: TicinoNews)

fonte immagine


Commenti

Quattro gocce d’acqua per il Satori

Rosa, maestra di rituale dell’acqua, cercava l’Illuminazione portando, dovunque andasse, un contatore portatile che misurava, beninteso , i sottomultipli del litro.
Per mettere alla prova la Maestra, il letturista comunale le addebitò un consumo veramente ragguardevole. Ma la Maestra di rituale dell’acqua aveva un controllo così perfetto sui consumi d’acqua(era nota per come lavasse la tazzina del caffè con quattro gocce d’acqua) che, con uno dei suoi proverbiali ricorsi, dimostrò l’infondatezza dell’addebito.
Il letturista dovette ammettere il suo abuso specificando l’esatta utilizzazione.
Da quel momento fu illuminato ed esortava ogni utente a lavare una tazzina da caffè con quante più poche gocce d’acqua fosse possibile!
(da: Lo Zen di Mia Nonna, © 1999)

Nello Zen di mia nonna ci sono anche alcuni haiku, riporto qui quello che riguarda Rosa affinché dallo stesso sia possibile formarne uno che condensi la purezza, la sfericità e il vuoto stesso di una nota musicale che sono l’esattezza dello haiku e l’esattezza, direi l’emozione concentrata, che c’è nell’istante d’eccezione dell’atto della rapina con la tazzina:

HAIKU per la Maestra di rituale della tazzina e dell’acqua:
Rosa fa scorrere l’acqua
Una goccia cade nella tazzina
Oh! Che maestria!

HAIKU per il Maestro di rituale della tazzina e della rapina:
Il rapinatore agita la tazzina
Qualche goccia di caffè cade
Oh! Che maestria!