“Chi l’ha visto” minaccia la salute mentale degli italiani!

Domani e' la  Giornata mondiale degli Insetti a Strisce.
E c’e' un profondo nesso tra questi due fatti e il tuo tasso dopaminico.

Mentre scrivo la deprivata emotiva di “Chi l’ha visto?” sta chiedendo ai telespettatori: Quanti bambini italiani verranno rapiti e ridotti in schiavitu'?
Ma porca di una vacca boia!
Ma come ti fa a venire in mente di lanciarmi una sciabolata di terrore di questo genere a freddo, mentre inzuppo pacificamente la mia fetta biscottata nella tisana di achillea e malva?
Per fortuna il numero di bambini italiani rapiti e ridotti in schiavitu' e' bassino. E’ cento volte piu' probabile che il piccolo venga indotto al suicidio da trasmissioni menagrame. E’ ora che lo si urli a gran voce: “Chi l’ha visto?” provoca piu' decessi dell’influenza di tipo A. Che, per inciso, sta uccidendo molta meno gente della normale influenza che non fa paura a nessuno e che comunque manda al creatore un migliaio di cristiani apostolici all’anno. Per non parlare di quel che fa ai buddisti.
Resta misterioso come mai Franceschini non si sia scagliato contro le minacce ai genitori italiani. Ce ne sarebbero gli estremi. Credo che il reato di diffusione di notizie false e tendenziose non sia stato ancora abrogato. E le associazioni dei consumatori che fanno? Tocca occuparci di tutto noi! Allora, per favore, c’e' un avvocato o un’avvocatessa disposti ad agire e fare causa per danni a “Chi l’ha visto?”. Dico sul serio. Questa e' guerra psicologica, dobbiamo rispondere colpo su colpo. Devono saperlo che il Ministero della Giustizia della Libera Repubblica di Alcatraz scatenera' offensive internazionali, visto che ci irradiano  con le loro scemenze generatrici di depressione del sistema immunitario (e' provato! Una notizia di merda ti abbatte i livelli di dopamina nel sangue e il fegato ne risente).
Vorrei chiedere un milione di danni alla Rai. Magari anche di piu', se si puo' fare una class action. Vorrei vincere. E vorrei che in futuro gli spacciatori di paure si chiedessero: “Questo lo passiamo dire o la Repubblica di Alcatraz ci fa causa?” Fottutissime merdacchiette!
(Sei un legale? Cosa pensi di poter fare di piu' divertente di far causa a “Chi l’ha visto?”? Ti rendi conto degli effetti diuretici e fluidificanti che avrebbe sul tuo organismo presentare una denuncia contro questi terroristi?
Ti rendi conto di che cifra spropositata di denaro incasserai quando il giudice li condannera' ai lavori forzati in Crimea e al pagamento delle spese legali? Le “spese legali” SEI TU! Senti gia' che ti si galvanizza il velopendulo?)
Ovviamente chi fara' causa per noi alla Rai otterra' anche la nomina a Ministro di Giustizia della Repubblica di Alcatraz, nonche' un fine settimana di piaceri olfattivi, uditivi e gustativi nei territori indipendenti.
Il nostro ministero non si chiama “Grazia e Giustizia” ma solo “Giustizia”. La Grazia la usiamo altrove. E vorrei anche informare tutti che i testi sacri ritrovati nelle grotte di Monte Urbino contengono chiarissime profezie sul fatto che i Ministri di Giustizia della repubblica libera acquisiscono con la nomina il potere taumaturgico di guarire la sciatica con la sola imposizione delle mani. Che non e' poco. Anche perche' le statistiche dimostrano incontrovertibilmente che le signore attempate afflitte dall’infiammazione del nervo sciatico hanno nel 43% dei casi una nipote affezionatissima con una consistenza della massa pettorale che gli esperti giudicano morbida ma tonica al punto giusto e un nipote che parla sette lingue, e' gentile di natura e ha un pene capace di movimenti rotatori; entrambi considerano la gratitudine verso persone che guariscono la sciatica delle loro zie una missione religiosa assoluta. 
Carissimi, domani non a caso e' la Giornata Mondiale degli Insetti a Strisce.
E questo fatto non solo e' un monito verso chi pratica il terrore catodico e digitale.
E’ anche un invito rivolto alla tua anima laica e divoratrice di sogni. Sei tu che puoi scegliere come vivere la Giornata Mondiale degli Insetti a Strisce. Quest’estate mi sono dedicato in modo metodico e ossessivo a massacrare le vespe che ci hanno invaso. Quelle stronze mi hanno punto 3 volte. Non so perche' Dio le abbia create. Le api erano piu' che sufficienti. Se sei incazzato come me con le vespe puoi dedicare la giornata di domani a stritolarne il piu' possibile.
Io ho comprato una specie di racchetta da tennis gialla con un metro di diametro e quando colpisci la vespa, la racchetta lancia un rantolo di gioia. Eticamente ripugnante ma praticamente indispensabile.
Se spiaccicare le vespe ti da' il voltastomaco puoi scegliere di acquisire punti nel Grande Gioco della Vita provando a parlarci, magari a gesti, compiendo graziose giravolte. Le stronze comunicano ballando nell’aria. Per il resto stanno zitte. Se riesci a convincerle di piantarla di rompere le palle agli umani avrai purificato il tuo karma, arricchito il tuo darma e avrai anche diritto a una fetta di prosciutto di Parma.
Riesci a visualizzarti mentre insieme a Richard Gere o a Cameron Diaz ti mangi la fetta di prosciutto col sistema greco? Lo conosci? Si addenta contemporaneamente la stessa fetta e poi si avanza avvicinandosi, con un movimento agglutinante di labbra e mandibole. Molto lentamente. La star dei tuoi sogni ti guarda con occhi colmi di desiderio e promesse di paradisi proibiti. Se hai immaginato la scena con tanto di sapore salatino in bocca allora hai iniettato nel tuo grazioso corpo una dose supplementare di dopamina e in questo momento i tuoi leucociti sono in preda alle visioni mistiche e percorrono le tue arterie massacrando ogni sorta di virus stronzo. Fai mentalmente il tifo per loro. Se vuoi puoi anche urlare. L’esistenza su questo pianeta verde e blu e' cosi': a ogni passo puoi scegliere se darti piacere o darti noia!

PS
Per saperne di piu' sulla Libera repubblica di Alcatraz http://www.repubblicadialcatraz.com/

Per ottenere la cittadinanza (passaporto, banconote, monete, francobolli, autoadesivo auto) http://www.repubblicadialcatraz.com/node/5


Commenti

Grazie Jacopo!
Uno scritto che sembra semplice ma che dentro ha tanta di quella forza contro i disseminatori di paure, i sensazionalisti che fanno del terrore la loro unica arma per catturare un pubblico assuefatto alle lobotomizzazioni dei grandi fratelli, senza tenere minimamente in conto che c'è una buona parte dell'italia che vomita quando sente nominare "reality show" e vuole notizie vere, non emozioni forti a basso costo.

Ciao,
Francesco

Ciao Jacopo

Era tempo che non trovavo tempo e le mie sinapsi si inebetivano di propaganda silviesca!

Una triste realtà. Una triste verità.

Ma finalmente ho accantonato le mie ordinarie priorità e, da buon ateo anticlericale, ho seguito la massima cristiana "gli ultimi saranno i primi". Così ho letto questa tua niusletter che da anni non trovavo più il tempo di leggere, pensare, riflettere. E sono rimasto sorpreso. Mentre negli ultimi anni tutto è tramontato in un new deal decadentista, la tua verve è rimasta la stessa! Tanto vigore, tanto spirito, tanta ironia. Un vero menestrello! Grazie per avermi offerto una piccola paraentesi di euforia mentale.

E per questo ti ringrazio, con malcelata ipocrisia, indirizzandoti a un pò di lettura alternativa su www.bacomentale.com

Grazie ancora

bacomentale

Ciao Jacopo,
hai mai letto un libro di Cristina Cattaneo? E' uno dei più preparati medici legali italiani, esperta di identificazione dei cadaveri (quando è molto difficile farlo) e soprattutto è una persona che fa il suo lavoro con grande passione. Con molto impegno prova a dare un nome ai cadaveri sconosciuti, li chiama cadaveri senza nome, tutte persone "dimenticate"...Fa sicuramente un lavoro scientificamente affascinante e umanamente molto coinvolgente, ma non ha un database di persone scomparse a cui riferirsi, non ottiene molto supporto o informazioni valide al di fuori del suo laboratorio (il Labanof). Nei suoi libri però ringrazia sempre "Chi l'ha visto" che spesso fornisce informazioni utili per le sue indagini. Spettacolarizzare il dolore non è bello, ma una redazione che lavora seriamente e può fornire informazioni attendibili in situazioni così difficili è utile vista l'assenza di altri mezzi ufficiali.