Non fate fare la guerra ai generali!

Dice bene Luciano Scalettari, nel suo blog su ilfattoquotidiano.it, che non ha senso preparare la guerra per decenni appoggiando Gheddafi e poi, quando la guerra è iniziata chiedere ai pacifisti “Cosa fareste voi per evitare il massacro dei ribelli?”. Tu gli spieghi che è un po’ tardi per evitare la guerra, che ormai è iniziata, e loro insistono: “Sì, va beh, ma adesso sei favorevole ai bombardamenti contro Gheddafi o no?” Se insisti a dirgli che non capiscono, s’incazzano e ti accusano: “Allora lei avrebbe lasciato Hitler al potere, libero di sterminare gli ebrei?”
No, io gli avrei impedito di andare al potere evitando la Prima Guerra Mondiale ed evitando di appoggiarlo agli inizi (faceva comodo contro il “pericoloso” movimento socialista tedesco) e avrei evitato di costruire campi di sterminio in Sud Africa per insegnargli come si fa un genocidio.

CONTINUA SUL BLOG DEL FATTO QUOTIDIANO


Commenti

Forse qualcuno si dimentica che il Comandante Gheddafi era all'epoca un ribelle aiutato dagli Americani per salire al potere.

Quante "missioni di pace" hanno fatto salire pericolosi dittatori? Esempio : Osama Bin Laden?
Quante "missioni di pace" hanno fatto Stati veramente democratici? Esempio : Somalia?
Quante "missioni di pace" hanno fatto i soldi con petrolio e uranio e altro? Qui non servono esempi!!!

Siamo sicuri che i "Ribelli" anti-Gheddafi siano veri ribelli? Benissimo bastano poche domande:

1) Che ideali hanno?
2) Chi è il capo della rivolta?
3) Chi li paga, sovvenziona, appoggia.
4) Che governo vogliono?
5) Usano scudi umani per difendersi? Come mai che donne vecchi e bambini non scappano?
6)
7) Hanno appoggio militare esterno? Sono in gran parte MERCENARI?

Come vedete qui ribelli puzzano lontano un miglio!!!

Ciao