Sindrome da shopping

La Rivolta di Judith
Una sera d'inverno, nella metropolitana di New York, Judith Levine decise che era stanca. Era stanca di tutte quelle persone accalcate con borse e sacchetti della spesa in mano, Ipod alle orecchie, scarpe costose ai piedi, vestiti griffatti addosso.
Decise che era stanca del consumismo e che per 12 mesi avrebbe rinunciato a tutti gli acquisti. Per autoconvincersi dell'iniziativa blocco' le carte di credito.
Dalla sua lunga avventura, in cui le hanno proposto ogni genere di facilitazione per tornare a una vita normale, Judith ha ricavato un libro, un diario personale. Lo si puo' acquistare il rete, con la carta di credito...
Ve lo riassumiamo, cosi' risparmiate i soldi. Il libro scopre quello che gia' molti psicologi sostengono: esiste una vera e propria mania e dipendenza da shopping, una malattia al pari di tabagismo e alcolismo.
Il consumatore americano viene attirato nella trappola con 400 miliardi di dollari di pubblicita' spesi ogni anno.
Nessun dato economico allarma i governi piu' di una flessione nel "consumer spending".

(Fonte: Greenplanet)