Jacopo Fo e Moni Ovadia si raccontano al pubblico online con Santibriganti

In un mondo fuori dall'emergenza sanitaria i mesi invernali sono quelli di maggiore attività per i teatri, ma purtroppo tutte le rassegne sono bloccate: non fa eccezione “Come sassi nell’acqua”, la stagione che Santibriganti aveva programmato per Il Teatro fa il suo giro a Caraglio, Busca e Dronero. Per non far sentire abbandonato il proprio pubblico, Santibriganti propone sulla sua pagina facebook una serie di video in cui gli attori, i registi e gli autori degli spettacoli che sarebbero dovuti andare in scena in questo periodo nei tre teatri e al Teatro Civico Garybaldi di Settimo Torinese, ne raccontano la genesi, retroscena e curiosità.

Il primo incontro è oggi, mercoledì 10 febbraio, con Moni Ovadia, che sarebbe dovuto andare in scena al Garybaldi con il suo “Carta Bianca”, ed è visibile qui.

Venerdì 12 febbraio è il turno di Jacopo Fo che racconterà il suo “Com’è essere figlio di Franca Rame e Dario Fo”, in programma al Teatro Civico di Busca.

L’iniziativa era già stata sperimentata a gennaio con i primi spettacoli delle stagioni, ottenendo un buon riscontro di gradimento del pubblico. I video racconteranno quindi gli spettacoli, che verranno in ogni caso riprogrammati non appena sarà possibile, ma anche la loro genesi, le curiosità e il modo in cui gli artisti stanno attraversando questo periodo così travagliato.