Laboratorio promozione delle ecotecnologie

Formazione di promotori-informatori per le ecotecnologie. A cura di David e Bruno

I blog dei partecipanti
Leggi il blog di Ennio

Resoconto delle attività

 

La rassegna delle ecotecnologie continua…

24-25-26 ottobre

Siamo una squadra fortissimi! Direbbe Checco Azalone.

Ebbene si. Il laboratorio va avanti a gonfie vele e lavora bene per le assemblee. Procede con ottimi risultati riscuotendo interesse nelle persone che vi hanno partecipato; ne abbiamo organizzato ancora due, però stavolta entrambe in una settimana, un altro traguardo del gruppo.

Il risultato è notevole, non c’è più l’emozione della prima volta (com’è per tutte le cose), non c’è neanche Jacopo nè Maria Cristina “è tutto nelle nostre mani”.Siamo cinque: Bruno, Michele, Massimo Faenza, Valerio digubbio ed Emanuele.La propaganda viene fatta sempre con i volantini, non siamo riusciti a scuotere l’interesse della stampa locale per riuscire ad ottenere un trafiletto informativo nei quotidiani, non importa…! Forse ancora non è il momento, ma non ci arrendiamo insistiamo imperterriti, fino a quando non riusciremo a coinvolgerli, se provassero a vedere oltre il loro naso!

La prima delle due ultime assemblee, quella di Pontefelcino si è tenuta al circolo ARCI del paese. Eravamo splendidi, è filato tutto liscio come l’olio, non abbiamo sbagliato nulla. Abbiamo ripetuto lo schema utilizzato precedentemente a PonteValleceppi, 1-1-2: la presentazione di  Michele, il conto energia da Bruno, il GAS da Valerio ed Emanuele. Abbiamo inserito altre informazioni: com’è fatto un impianto fotovoltaico nei suoi aspetti generali e tutti i suoi elementi che lo compongono. A Pierantonio invece non c’è stata l’affluenza di gente che avevamo pronosticato ma comunque abbiamo ricevuto un numero soddisfacente di adesioni.

Continueremo in questi ultimi giorni ad organizzare internamente al laboratorio le ultime fasi del GAS per essere pronti ad affrontare singolarmente nelle proprie città ciò che abbiamo acquisito in questo periodo, un altro elemento importante per una conoscenza più approfondita sarà anche il corso sul fotovoltaico che si svolgerà qui questo fine settimana, dove verrà esposto anche il Decreto del Conto Energia dal Prof. Fauri. 

 

Settimana motivante…by Bruno

dal 16 al 24 ottobre

 

Vogliate scusarmi, gli impegni qui ad Alcatraz sono tanti e tenere aggiornato il diario rientra tra questi, adesso esporrò tutto quello che si è fatto in quest’ultima settimana, attività che hanno coinvolto i gruppi di lavoro in lezioni uniche.

Avere gestito la prima assemblea di promozione del GAS soltanto noi del laboratorio, a nome di tutti, è stato un evento indimenticabile! In seguito ci siamo incontrati con Maria Cristina per discutere di come è andata, in particolare le cose buone e quelle no. Possiamo migliorare l’esposizione di concetti troppo tecnici per una semplice comprensione agli interlocutori.

Dopo questa riunione all’insegna di complimenti dove tutti sentivamo gratificazione nel risultato ottenuto abbiamo continuato ad organizzare quello che serve per attivare altre assemblee e rivedere il video per constatare i nostri errori. Nella settimana il gruppo è stato impegnato in pieno: tra sopralluoghi di fattibilità insieme ad Emanuele e nel cercare ancora informazioni per poter essere ancora pronti a rispondere alle domande che ci vengono poste.

Abbiamo dato anche consulenze in privato, su nel soppalco ed al telefono, a gente che si trovava qui per soggiorno ed a amici di Jacopo che volevano sapere di più sul GAS, per noi è stata un ottima opportunità. Per chi ci conosce  Massimo faenza intratteneva la gente a cena….a 180Kw/h.

La settimana si è svolta all’insegna della “motivazione personale”.

Jacopo è stato il primo con una lezione in palestra, ad esporre come possiamo riuscire ad ottenere dei buoni risultati per gli obbiettivi preposti a monte, il segreto è semplice… basta alzarsi la mattina e ridere ridere, tanto il cervello è stupido e ci crede che sei felice…!

Dopo Jacopo è stato il momento dei motivatori, Carmen e Riccardo, una equipe con l’intento di fare notare  a noi stessi ciò che può servirci per realizzare le nostre aspettative. Un saluto a Jerry “ok?” ospite d’onore di una lezione insieme ai motivatori, che ci hanno dato modo di capire come spesso non siamo capaci di notare evidenti cose di un contesto che per abitudine tralasciamo (…).

Per ultimo, ma non per importanza sono state le lezioni di Riccardo (non quello di prima), formatore psicosociale, egli ha esposto altri modi come il nostro cervello elabora determinati comportamenti, questi modi di fare sono dati da stimoli culturali, che caratterizzano uno stile di vita(…).

Porto i saluti di tutti, per chi ci segue da casa.

LUNEDI’ 15 OTT  ...Bruno

Siamo rimasti in pochi ma buoni.
La settimana inizia, questa sera ci aspetta l’assemblea per promuovere il gruppo d’acquisto, andremo a PonteValleceppi (PG), un paese a 20 Km da Alcatraz.
Mettiamo da parte la tristezza che domenica ha investito tutti, saluti strappalacrime!

Si ricomincia con la solita colazione bio-ricostituente per un inizio da leoni. Subito dopo l’incontro con Gabriella: abbiamo avuto un momento per chiarire qualche dubbio, ci ha invitato a scrivere qualcosa in merito ad un progetto di tipo commerciale sulla base di quello appreso in questo periodo.

Abbiamo finito con il gioco dei complimenti, e su con il carico di ottimismo.

Il gruppo così inizia il lavoro di laboratorio, con noi oggi c’è anche Maria Cristina, per definire gli aspetti da trattare all’assemblea di questa sera:  saremo solo in cinque, Jacopo non ci sarà e noi condurremo l’evento.

Panico negli occhi…”chi comincia?”, e tra un a parola e l’altra, Maria Cristina ha ricevuto lo sta bene da un ente di credito per attivare i finanziamenti ai soggetti interessati all’installazione di impianti fotovoltaici. Grandi passi avanti per il G.A.S..
Riprendiamo il programma di oggi, organizziamo una scaletta per questa sera, fatto questo, il gruppo si aggiorna al pomeriggio per provare ciò che diremo all’assemblea.
Dopo avere definito le fasi importanti questa mattina, nel pomeriggio abbiamo chiarito i concetti: nell’aria aleggia una scia mista tra tensione e senso di responsabilità perché ci teniamo che  tutto vada per il meglio.

Utilizzando il bancone del bar,  a turno, tutti proviamo a fare i relatori di fronte ai ragazzi di Alcatraz.
A cena io non avevo appetito!
Aspettiamo Maria Cristina per andare a PonteValleceppi, il suo conforto non sarà solo morale ma spesso concreto nei momenti di incertezza davanti alla platea.
Il brindisi a cena rompe il ghiaccio prima di affrontare questa fatidica assemblea e tutti pronti si parte insieme alla claque.
Ripassiamo i punti da esporre per l’ultima volta in auto.
Arriviamo a PonteValleceppi alla Casa del Popolo, decidiamo di filmare l’intera serata per poi rivedere eventuali errori e per farci anche qualche sana risata.
Si comincia….. a parte qualche problema tecnico!
Michele ha esposto gli aspetti generali di Conto energia – Incentivo – Motivi, e riesce benissimo con la sua dialettica a tenere alta l’attenzione delle persone presenti, circa 30.
Finito Michele mi cede la parola per esporre gli aspetti tecnici del Conto Energia, come si sviluppa il decreto: beneficiari, tipologia di impianti riconosciuti in base alle dimensioni e tipologia, i concetti di scambio sul posto e cessione, e incentivo statale.
Esposto le parti nodali di questa interessante opportunità ecologica e non solo, lascio l’ultimo argomento ad Emanuele  che parlera del G.A.S e dei suoi obiettivi mentre Maria Cristina conclude esponendo la parte relativa al finanziamento bancario ed alla spesa iniziale per aprire la pratica con il G.A.S.
La gente segue con interesse ogni nostro intervento, quindi chiediamo se hanno domande da porre.
Superata la tensione che avevamo nei primi momenti, rispondiamo in maniera esaustiva.
Gli spettatori interessati che hanno richiesto il pre studio di fattibilità sono stati tanti e questo ci ha gratificato.

Ringrazio tutti quelli che hanno contribuito alla riuscita di questo esordio, abbiamo raggiunto l’intento prefissato.
Saluto ancora una volta tutti gli assenti del laboratorio: Massimo, Ennio, Antonello, David, Vittorio, Giuseppe, Mauro.

Domenica

Ahhh ragazzi, era la prima volta che partecipavo alla Perugia Assisi. Tutti noi di Alcatraz siamo stati a Bastia, una delle tappe intermedie della marcia della pace.

Abbiamo visto passare un fiume colorato di persone, un fiume che è iniziato a vedersi alle  10 ed è continuato per ben 4 ore.

Il nostro contributo più grande alla marcia è stato l’abbraccio gratis! E’ bellissimo farlo ed è altrettanto interessante vedere la reazione sconvolta di qualcuno che evitava quasi impaurito un semplice abbraccio. Certo siamo veramente strani. Un giornalista ha persino chiesto che senso avesse questo gesto. Come se non fosse chiaro il significato di apertura e dono che si fa in tal modo. Ma capisco! Siamo talmente disabituati ad aprirci in questa società, che figuriamoci cosa può rappresentare un abbraccio!.

Ma è stato  tuttavia stupendo scoprire la voglia da parte di tantissimi che invece venivano a chiederlo (molti di più degli scettici a dir la verità).Questo è grandioso!!

Tutti ubriachi di felicità siamo tornati nella quiete di Alcatraz. Ci prepariamo per la cena.

Buona Pace a tutti.

A domani

  

Sabato

Oggi, alle 08.30 il caro Michele mc cloned (soprannominato) ci ha svegliato con un dolce :“buon giorno! Oggi c’è un sole che avremo almeno 1200 kw”. Alla faccia….e nu sciamu a mare?!!(be’ ragazzi questo è il mio adorato dialetto leccese).

La mattinata è proseguita con il creare una mappa concettuale del sopralluogo: Con chi si parla (esigenze cliente, di cosa si parla, come trovare l’abitazione da esaminare, sono questi gli argomenti principali.

Il pomeriggio Jacopo simula un’assemblea di spiegazione del conto energia e del Gruppo di acquisto di impianti Fv, sono presenti  i ragazzi del meet up gli amici di Beppe Grillo venuti anche loro a lavorare nel bosco e a parlare con Jacopo sulle possibili iniziative che si possono fare insieme. Stasera avremo modo di parlarne meglio.

Jacopo Fo e Beppe Grillo, rappresentano attualmente i personaggi pubblici più attivi nell’organizzare progetti sociali orientati ad avere risultati concreti(nel nostro caso creare delle professioni che abbiano un’etica. Comunque mi fa piacere quando gli intenti di creare una società diversa confluiscono nella formazione di gruppi di persone che concretizzano un modello di vita alternativo che sia rispettoso dell’ambiente e critica nei confronti di chi vuol mantenere assopite milioni di persone.

A domani

 

 

22° giorno 06/10
Stamattina si trasloca! Lasciamo la “ormai amata casa bassa”  e ci prepariamo ad andare nella fantastica “casa fattoria” immersa nel bosco a sei Km di jeep da Alcatraz. Il gruppo si prende una pausa e si dedica alla preparazione della marcia Perugia Assisi che si terrà domenica prossima. Abbiamo fatto già le maschere di cartapesta e ci siamo sganasciati delle risate al vedere i nostri goffi risultati. Però per essere la prima volta è andata bene dai! Gli striscioni sono pronti. Stasera poi andremo a vedere uno spettacolo teatrale di Dario Fo, interpretato dal grande attore ed amico Mario Pirovano. Siamo tutti euforici di vederlo recitare (sono molti quelli che lo vedranno per la prima volta). Penso che non avrò altro tempo di scrivere per oggi, quindi vi rimando a domani.
PS Giancarlo, uno di noi, è dovuto partire per tornare al lavoro e alla sua vita. La tristezza ha un po’ dominato nel pomeriggio però rimane forte la voglia di ritrovarsi al più presto. Sei un grande Gianca!  Verremo tutti a scroccarti una pizza nel tuo locale. Ti vogliamo benessere!!

21° giorno 05/10/07
Giuseppe, il nuovo arrivo del gruppo, chiede informazioni sulle attività che si stanno portando avanti. E’ l’occasione di vedere cosa si è appreso fin’ora. Anche se la partecipazione è stata parziale sono evidenti dei passi in avanti. Sono contento perché è gratificante vedere le intenzioni trasformarsi in risultati, pur piccoli che siano. Decidiamo di fare delle simulazioni di un sopralluogo in modo che si acquisisca una certa scioltezza nel parlare di questi argomenti.
Nel pomeriggio Emanuele, Bruno, ed io siamo andati a fare un sopralluogo in un paesino a qualche Km da Alcatraz. Emanuele mi ha chiesto se volessi parlare io con i signori e fornire tutte le informazioni necessarie, e con molta gioia ho accettato.
La casa, in costruzione, è in fase di ultimazione. Il proprietario, un vecchio costruttore edile con tanto di cervello, ci ha illustrato il suo capolavoro: il tetto è ancora sprovvisto di tegole, ragion per cui abbiamo subito suggerito di inserire i moduli al loro posto, rientrando nella integrazione architettonica. La superficie della falda esposta a sud è di 28 mq, superficie utile per installare un impianto di almeno 3,5 Kwp. I muri della casa sono stati riempiti con un materiale coibentante e ciò permetterà già in partenza di avere un basso consumo energetico. La lungimiranza del vecchio costruttore edile si è evidenziata con l’interesse ad installare oltre ad un impianto Fotovoltaico anche uno solare termico. Fossero tutti così gli edili! L’ interessante discussione sul conto energia e sui meccanismi di finanziamento è stata interrotta solo perché non ci si vedeva più in viso (il sole era tramontato da un po’). Al ritorno eravamo molto soddisfatti ed eccitatissimi per come è andata la riunione. A domani.

20° giorno 04/10/07
Il gruppo si riunisce subito dopo colazione per parlare di come è andata l’assemblea e dei passi in avanti che si son fatti. Anche se quest’assemblea non è stata partecipata come quella di Solfagnano Parlesca i presenti erano più decisi ad aderire al gruppo d’acquisto. All’assemblea è emerso la difficoltà ad avere delle spiegazioni chiare sul funzionamento del conto energia. Gli ecofurbi in Italia sono molti! Aziende che si occupano esclusivamente di vendere gli impianti e poi non si occupano più del cliente ce ne sono tanti, come tanti sono quelli che fanno speculazione e mettono in crisi un mercato. Siamo sempre più convinti dell’utilità del gruppo di acquisto. Nel gruppo decidiamo come proseguire. Jacopo ci propone di iniziare a effettuare con Emanuele Cirri i sopralluoghi. Ora si che si inizia a fare interessante il gioco.

19° giorno 03/10/07

Oggi si farà l’assemblea. I comunicati stampa mandati ai giornali non ha avuto nessuna eco e ciò è un po’ fastidioso perché sintomatico di come  la stampa sia restia (diciamo così) a pubblicare buone notizie. Il gruppo si riunisce per sapere se è il caso o meno di dare qualche informazione ai presenti all’assemblea, ma ancora c’è un po’ di titubanza dovuta secondo me alla difficoltà di parlare degli aspetti tecnici. Ma questa carenza sono sicuro si colmerà prima di tornare nelle nostre case.

18° giorno 02/10/07
Si torna alla tranquillità, ora che sono partiti i partecipanti al corso (una ottantina di persone) Alcatraz ritorna ad essere un posto tranquillo, anzi tranquillissimo. Tranne qualche ospite (sempre gradito naturalmente) siamo solo noi gruppi alla pari. Domani ci sarà l’assemblea a Piccione, quindi siamo andati a fare un po’ di volantinaggio. Al gruppo del Fv si sono aggiunti altri due ragazzi e ciò non ci può fare che piacere. Ora siamo il gruppo più numeroso e siamo orgogliosi anche per come sta riuscendo nell’ applicare il piano di azione che ci eravamo prefissato all’inizio. Abbiamo anche deciso di partecipare  alla marcia della pace Perugia-Assisi dove saremo presenti con la nostra voglia di fare tutti partecipi di questa esperienza.
A domani

17° giorno 01/10/07
La giornata è splendida, il gruppo del corso è andato a vedere l’impianto fotovoltaico che è installato qui ad Alcatraz. Un impianto da 2,7 Kwp con inseguitori solari (seguono il sole durante la giornata permettendo a tutta la radiazione solare di arrivare sui moduli Fv in maniera ottimale). Da quando è entrato in produzione, ossia da luglio ad oggi, l’impianto ha prodotto 800 Kwh. E’ un bel traguardo, lo stesso che si otterrebbe con un impianto da 4 Kwp montato fissato al terreno.
La pecca è che purtroppo l’Enel non ha ancora montato il contatore della produzione! Questo potrebbe essere un problema nel conteggio dei Kwh prodotti da parte del GSE che dovrebbe pagare con l’incentivo l’energia prodotta. La delibera dell’AEEG che impone all’Enel un tempo massimo di intervento di 30 gg ancora non è stata completamente attuata. Vedremo come andrà a finire.
Dopo la visita all’impianto il gruppo in toto poi ha seguito l’ultima parte del corso che verteva sugli aspetti finanziari che riguardano il Fv: se decidi di farti un impianto di tasca tua, il tempo di ritorno dell’investimento è di dieci anni, dato che il conto energia dura per 20 anni nei restanti 10 anni  si guadagna poco meno del prezzo di partenza (ci si potra fare un altro impianto).
A domani

16° giorno 30/09/07.

La presentazione del corso fatta ieri sera è stata molto divertente oltre che molto utile a capire i mille modi per risparmiare i consumi e quindi il denaro.
La giornata di oggi è stata naturalmente occupata a seguire il corso di progettisti e installatori di pannelli solari fotovoltaici. L’ing. Fauri ci ha illustrato esaustivamente la legge che incentiva la produzione di energia dagli impianti Fv: il conto energia. L’interesse di tutti verso l’argomento hanno portato a diverse interruzioni, ma quasi tutto è stato chiarito. Una delle cose che per esempio non è chiara è se sia possibile fare un accordo con la banca per far coincidere ed automatizzare il pagamento ricevuto dal GSE e quello dovuto alla banca.Gli impianti che fin’ora sono entrati in produzione sono ancora pochi per poter avere degli esempi. VISUALIZZIAMO ED ACCADRA’!
Il pomeriggio si è parlato invece delle componenti dell’impianto FV, che in ordine sono Campo FV composto da moduli Fv, subito dopo c’è un quadro di corrente continua, l’inverter, quadro di corrente alternata, contatore della produzione, parallelo con la rete enel e contatore bidirezionale.
A domani, siamo stravolti! 

15° giorno 29/09/07
Già alle 10.00 siamo tutti operativi. Oggi inizierà il corso per progettisti ed installatori  di impianti Fv tenuto dall’ing. Fauri. Siamo eccitati all’idea di poter seguire un corso del genere, anche per colmare le lacune tecniche che alcuni di noi hanno. Ad Alcatraz è previsto l’arrivo di circa una ottantina di partecipanti. Noi nel frattempo andiamo avanti con l’indirizzario delle redazioni da contattare per avvisare dell’assemblea che faremo martedì prossimo a Piccione. Speriamo che questa volta si pubblichi la notizia!! Però se pensiamo che all’ultima assemblea anche senza un annuncio su giornale si è potuta avere comunque una buona partecipazione figuriamoci che affluenza si avrebbe se ci fosse stata un po’ di pubblicizzazione sui mass media.
Il volantino di spiegazione del GaS, abbiamo notato, deve essere ancora modificato in alcune sue parti. Ci sono ancora delle imprecisioni.
A domani.
Ps. Una delle cose più belle di questi giorni sono le serate che si improvvisano fino a tarda ora. La casa fattoria, un posto a 25 km da alcatraz si è prestato bene a incantarci sotto un cielo stellato. Che posti magici! Dormire tutti insieme è troppo bello. Il nostro umore è lì sulle stelle.

14° giorno 28/09/07
L’esempio che ci dice cosa dire alla casalinga di Piccione è stato illustrato con una certa enfasi dato che ci siamo trovati nel dopocena. Contro l’abbiocco post cena era necessario essere un po’ teatrali.
Questa mattina è venuta a trovarci Cristina di Merci Dolci per spiegare ulteriormente i meccanismi del conto energia e del Gruppo di Acquisto degli impianti FV. Le due dimensioni  si intrecciano infatti lo stato Italiano investe con incentivi la produzione di energia da impianti Fv perché in tale maniera si avrebbe meno dipendenza energetica dagli altri paesi.
Il potere contrattuale del gruppo di acquisto fa ottenere ai suoi aderenti delle condizioni che non potrebbero ottenere facendosi l’impianto per conto proprio. Una delle agevolazioni date  dal gruppo d’acquisto è la possibilità di accedere ad un finanziamento senza dare garanzie (la garanzia che viene data alla banca è la produzione di energia in grado di ripagare l’impianto) con un tempo di restituzione ventennale (pari alla durata del conto energia). Ciò consente di incassare con la produzione di energia e con parte di quei soldi pagare il finanziamento alla banca. Praticamente riducendo i costi dell’impianto a poche centinaia di Euro!!!
Sarebbe interessante usare questo spazio per porre delle domande o curiosità sulla tecnologia Fv. Vi aspetto. A domani

13° giorno 27/09/07
Ieri con Emanuele abbiamo cercato di capire gli aspetti finanziari che interessano il conto energia. Ci eravamo lasciati con l’affrontare oggi un esempio che possa chiarire meglio cosa dire alla casalinga preoccupata di spendere per avere l’impianto fotovoltaico.
La mattinata è stata piacevolmente occupata dal capire meglio come organizzare le variazioni sul piano di azione (fiere, convegni, marce della pace ed altre manifestazioni). Si è capito per esempio che è necessaria una notevole dose di comunicazione per poter discutere di qualcosa e se è il caso di apportare o meno delle variazioni.
 E’ emerso l’esigenza di sapere di più sulle attività degli altri gruppi. Sarebbe bello che per ogni gruppo ci fosse qualcuno che parli ai ragazzi degli altri gruppi sull’evoluzione delle proprie attività. Ci vuole tanta coordinazione ma dalla discussione, se si parla con rispetto, non può che scaturire una crescita ed un rafforzamento dello spirito di gruppo. Semplificare o essere superficiali non porta a niente di buono.
Il gruppo quindi è andato avanti nell’organizzazione dell’assemblea di martedì prossimo a Piccione.
Il laborioso Massimo Rana ha stampato il nuovo volantino e parte del gruppo è andato avanti a studiare il conto energia e gli aspetti finanziari. Stasera faremo l’esempio, bollette alla mano, di quanto guadagna un impianto da 3 kw. A domani

12° giorno 26/09/07

Ieri alla fine dell’ assemblea ci siamo incontrati con Emanuele: il ragazzo che qui ad Alcatraz ha iniziato il lavoro di andare a fare la prima valutazione di fattibilità d’impianto nelle case(il sopralluogo) di chi aderisce alla proposta del gruppo di acquisto. Con lui dovremmo iniziare a capire quali sono i dati che ci interessa acquisire dal sopralluogo e cosa dovremmo fare. La mattinata è proseguita con una piacevole chiacchierata sul Conto Energia per capire meglio i meccanismi di finanziamento. Parallelamente a tutto ciò si sta organizzando una nuova assemblea a Piccione un altro paesino qui nei paragi. E’ stato trovato il luogo,  ed ora si partirà col volantinaggio.L’unico appunto è che in tre giorni “un ci si fa”come direbbero in toscana. Ma sette sono sufficienti. Bella notizia questa. Nel pm ho spulciato sul sito del GSE  ed ho trovato delle notizie davvero interessanti sull’andamento degli impianti incentivati dal conto energia fin’ora. www.grtn.it  A domani
 

11° giorno 25/09/07

E’ arrivato il giorno dell’assemblea. Il posto, un piccolo circolo Arci a Solfagnano Parlesca vicino ad Alcatraz. Arriviamo alle 21.00 e con fatica troviamo posto per parcheggiare. Noi siamo tre auto piene più un’altra con tre persone. Dentro i posti erano esauriti, una settantina di persone di età compresa dai 30 ai 70 anni. Evidentemente la presenza di Jacopo ha favorito una certa affluenza, ma dalle domande poste a conclusione del suo discorso, si è scoperto essere un pubblico molto preparato e sensibile alle questioni ambientali oltre che attento alle questioni economiche. Fossero tutti così…

La perfetta introduzione del presidente del circolo, in perfetto stile ecologista, mi conquista alle prime battute. La questione della dipendenza energetica dell’ Italia da altri Paesi provoca dei danni anche economici. Il protocollo di Kioto impone agli stati la promozione di fonti di energia alternative. Il Fotovoltaico oggi è incentivato dal governo italiano e chiunque decide di fare un impianto avrà benefici sia dagli incentivi, sia dai mancati consumi di energia dall’Enel (o chi per lei). Il beneficio che ricade sul paese se ogni abitazione italiana fosse fornita da pannelli fotovoltaici è che si avrebbe meno energia da importare e magari diventare persino autonomi non sarebbe solo un sogno!!!.

A livello ecologista si può dire che l’energia FV è totalmente verde quindi contribuisce al ridurre l’emissioni di Co2 nell’atmosfera. Oltre a ciò bisogna dire che alla fine della vita dell’impianto, che è di 40 anni, non andrà tutto buttato, ma si potrà recuperare il 70% delle componenti dell’impianto

[1]

.

All’assemblea erano presenti persone che alzavano tali questioni.

Il discorso di Jacopo è stato orientato a spiegare la sua proposta, ossia farsi l’impianto senza sganciare un Euro! Ciò grazie al potere contrattuale del gruppo di acquisto da lui formato, che permette di ottenere dei finanziamenti ventennali in grado di farti pagare l’impianto con l’incentivo che si prende con la produzione oltre che avere delle garanzie maggiori.

Il nostro gruppo (riflessione comune) ha imparato più oggi sulla promozione del Fv di quanto abbia potuto fare fin’ora.

A domani



[1]

Inciso, mio.

 

10° Giorno 24/09/07
Alle 10  di mattina ci ritroviamo come di solito in palestra (luogo ludico e di apprendimento). Siamo in vena di improvvisazioni: proviamo a vedere cosa succede se è possibile organizzare un'assemblea per il fv nell'arco di tre giorni. Michele, Mario e Corrado si prestano al gioco e si preparano per il pm quando partiranno per cercare una sala per un assemblea. I circoli arci e i C.V.A (centri sportivi delle circoscrizioni locali) si sono dimostrati essere quelli più disponibili a prestare gli spazi. Contemporaneamente negli uffici di Alcatraz continuava la maratona dei comunicati stampa che Massimo, Michele ed altri avevano iniziato già venerdì. Dopo aver penato a cercare tutti i possibili recapiti delle redazioni dei giornali e radio locali si è portata a termine questa fase fondamentale dell'attività avvisando dell'assemblea di domani. Saremo in 500!!!!! forse......
A domani.

 i partecipanti :)

 

9° Giorno 23/09/07
Entriamo nel tecnico: Il Fotovoltaico ed il conto energia. E' Cristina Dalbosco che ci introduce a questi aspetti fondamentali. Dopo aver capito quali sono le tipologie di impianto, da quali elementi è composto e quali sono i vantaggi economici ed ambientali che derivano dall'avere un'impianto FV sul nostro tetto di casa,  la piacevole chiacchierata si è spostata sulla proposta del gruppo di acquisto dei pannelli Fv promossa da Jacopo Fo.
Chi decide ora di fare l'impianto grazie agli incentivi che si offrono nel conto energia riceverà un contributo a ogni Kw prodotto (per es. 46 cent.) nonostante poi consumerà questa energia (e quindi eviterà di consumarla dall'Enel o da chi per lei risparmiando i 15 cent) Con la proposta di Jacopo il discorso è ancora meglio, e non dovrà neanche preoccuparsi di avere il contante per avviare l'impianto. Grazie ad accordi commerciali con la banca infatti si è trovato il modo di ridurre la rata del finanziamento al di sotto della somma che si riceverà come incentivo dalla produzione di energia dall'impianto. Scusate se è poco.
Avremmo comunque modo di parlarne meglio........ A domani

8° Giorno 22/09/07
Oggi abbiamo avuto la fortuna di conoscere come funziona una delle più belle realtà ed esempio di commercio etico presenti in Italia: Merci Dolci (http://www.commercioetico.it). Nata da un'idea di Jacopo Fo, Gabriella, Maria Cristina e Simone da 7 anni Merci Dolci ha improntato un certo modo di fare commercio.
I settori di cui si occupa sono i prodotti bio (dall'alimentazione alla cosmesi, ed i detersivi), insieme ai prodotti del commercio equo e solidale. E' ancora Merci Dolci che si occupa della distribuzione dei libri di Jacopo, Dario Fo, o libri per bambini ed altri. Parallelamente a quest'attività Merci Dolci è impegnata in un progetto di costruzione di centro di formazione per l'agricoltura e l'allevamentoin Burkina Faso. Da qualche anno, e in tempi non sospetti Merci Dolci, sensibile al discorso ecologico, iniziava a lanciare sul mercato i riduttori di flusso per l'acqua (semplice soluzione al problema dello spreco dell'acqua). Recentemente, inoltre, con la liberalizzazione del mercato dell'energia elettrica Merci Dolci ha stipulato con l'azienda AGSM (municipalizzata di Verona) un contratto per ottenere energia elettrica da fonti totalmente rinnovabili e a prezzi bassi.
Il loro catalogo è veramente vario, si trovano dai prodotti biologici ai cosmetici naturali, dai detersivi ai pannelli termoriflettenti per caloriferi. La nostra cara Gabriella, una delle socie di Merci Dolci ci ha spiegato quali sono i principi con su cui si regola l'economia dell'azienda. La trasparenza dei fattori commerciali è il presupposto di qualsiasi forma di collaborazione con l'azienda. La maggior parte dei partner di Merci Dolci sono i GaS (Gruppi di ascquisto Solidale). Merci Dolci è presente in fiere come “Terra Futura”, “Fa la cosa giusta” , "Altrocioccolato" e altre sensibili alla tutela dell'ambientee pubblica online e via mail “Cacao Il quotidiano di buone notizie comiche (19.000 iscritti al quotidiano e 35.000 al Settimanle edito la domenica) ha proprio l'obbiettivo di promuovere il pensiero positivo e realtà economiche responsabili oltre che rendere visibile la possibilità di lavorare in maniera etica. A domani

7° Giorno 21/09/07
Il sole del mattino oggi splende! Non sembra proprio autunno Il gruppo di promozione delle ecotecnologie è già al lavoro. Oggi è la giornata del volantinaggio dell'assemblea e si andrà nei paesini limitrofi ad Alcatraz: Solfagnano Parlesca, ed altri.
Mentre si discute sul modo di approcciare con le persone a cui si darà il volantino, un signore, ospite qui ad Alcatraz si avvicina incuriosito dai nostri discorsi. E' Silvio, un genio delle risorse umane (ATTENZIONE! NON E' IL NANO!). E' lui che ci introduce al mondo dell'approccio con le persone nella maniera più chiara ed efficace possibile. E' lui che ci spiega che per entrare in empatia con qualcuno bisogna capire quali sono i suoi interessi e che tipo di persona è. Per farlo dobbiamo cercare di porre delle domande: se per esempio ci si trova davanti un convinto ambientalista che vuole fare un impianto Fv a tutti i costi, ci si può rivolgere a lui diversamente da quanto si farebbe se la persona fosse interessata al Fv solo per una questione economica, diverso ancora è il caso in cui la persona è mossa da semplice curiosità.
Verso mezzogiorno decidiamo di proseguire l'interessante conversazione con l'amabile e disponibile Silvio che ci illustra come impostare l'assemblea. Poche semplici regole ma indispensabili per la riuscità della stessa.
Dopo pranzo, tutto il gruppo a volantinare. A parte la bellezza del paesaggio umbro, che già in se meriterebbe un'approfondimento, rimaniamo particolarmente colpiti dalla gentilezza delle persone che incontriamo per strada sia dalla cura delle case e del paesaggio urbano. Siamo sicuri che  l'assemblea sarà partecipata. In tre ore abbiamo distribuito 500 volantini!. A domani

 

6° Giorno 20/9/2007
Jacopo fa il punto della situazione chiedendo se all'interno del gruppo si è iniziato a fare uno schema del piano di azione.
Abbiamo capito quindi che per raggiungere un obiettivo è necessario pianificare e organizzare il lavoro in fasi. Ci diamo quindi questa priorità.
Muoversi per fasi significa fissare delle piccole tappe facilmente raggiungibili. Grazie a Gabriella di MerciDolci organizzare queste tappe diventa più semplice. La promozione delle ecotecnologie parte dall'invitare le persone interessate a un'assemblea in cui verranno illustrati i vantaggi sull'uso della tecnologia FV e l'iniziativa del gruppo di acquisto degli impianti, e che si terrà Martedì 25 settembre alle ore 21 a Parlesca, un paesino nei dintorni.
Inoltre si è discusso di organizzare un altro incontro per venerdì 28 sempre nei dintorni.
Prima tappa dunque è quella di pubblicizzare l'assemblea attraverso dei volantini e comunicati stampa su giornali radio e televisioni umbre. Vengono designati due volontari che si occuperanno del primo contatto con i mass media. Tutto il gruppo domani avrà il compito di distribuire i volantini nei paesini della zona. Capire come muoversi su un territorio è di fondamentale importanza: sapere quali sono i luoghi di ritrovo, se si tratta di un piccolo o di un grande centro urbano, se sono presenti dei media locali, diventano i presupposti per organizzare al meglio l'assemblea.
Lo scopo dell'assemblea è incontrare le persone interessate al progetto e che quindi vorranno valutare la fattibilità dell'impianto e richiederanno quindi un sopralluogo.
Ciò che è importante è il metodo con cui si promuove questa ecotecnologia. Quello che faremo qui ad Alcatraz sarà replicato nei nostri territori di provenienza dove saremo a nostra volta formatori di altre persone così come Jacopo e il suo staff di Alcatraz.

Giorno 19/9/2007
Dopo i primi giorni passati a parlare dell'iniziativa sui gruppi di lavoro e a capire come funziona questo meraviglioso posto, si passa a definire più nel dettaglio il lavoro del gruppo.
Il Futuro, le ecotecnologie e la loro promozione.
L'intento comune è quello di creare una professione etica e onesta con due ingredienti basilari: la creatività, qualità intrinseca in ognuno, e le relazioni sociali, base di partenza per costruire e mettere in atto un progetto.

Per ora il gruppo di promozione delle ecotecnologie è quello che ha avuto più adesioni e ciò non fa che consolidare la convinzione che l'interesse verso le fonti di energia alternative è molto forte.

Dopo una breve presentazione di tutti gli aderenti al gruppo ci accorgiamo che non tutti hanno un'uguale conoscenza tecnica degli argomenti. Abbiamo deciso quindi di iniziare a leggere insieme il testo, stampato da internet (http://www.jacopofo.com ), in cui Jacopo Fo spiega come funziona il gruppo di acquisto dei pannelli Fotovoltaici e i meccanismi di incentivazione degli stessi.

Nello spirito di gruppo è palpabile la voglia di aiutare gli altri: Nella lettura del testo infatti chi conosce meglio gli argomenti trattati aiuta gli altri a chiarire aspetti tecnici e dubbi.

E' bello sentirsi protagonisti di un cambiamento epocale della nostra società. Siamo tutti convinti che un'alternativa a un mondo basato sulla competizione e sulla speculazione esista e siamo ad Alcatraz per contribuire a concretizzare questa alternativa.

La forza di questo ragionamento si fonda sulla possibilità concreta, che ognuno di noi ha, di fare piccolissimi passi in questo verso e di conseguire un risultato tangibile. E' il raggiungimento di piccoli obiettivi che ci gratificherà maggiormente (come Jacopo Fo ci insegna).

 

 

 


 

 


Commenti

Così interessante, è lo sviluppo del percorso formativo punto di forza di Alcatraz.

Tutto contornato da uno stile di vita molto differente da quello che è quello di molti che vivono in città. Non mancano gli impegni, ma si affrontano in maniera differente…

Io sono qui con l’interesse di seguire il corso sulle risorse energetiche rinnovabili  prodotti da pannelli fotovoltaici, su idea di Jacopo Fo, che interessa il progetto CONTO ENERGIA.

ADERITE ANCHE VOI!

E’ un idea valida e serve principalmente per cambiare al meglio il sistema di vita.

Oggi, abbiamo la possibilità di ricevere aiuti statali per poter realizzare un impianto fotovoltaico in grado di soddisfare i nostri consumi di energia elettrica o buona parte.

 Non c’è trucco e non c’è inganno

Il gruppo di studio lavora con interesse a questo laboratorio di formazione, la collaborazione di tutti sta dando risultati che serviranno per ognuno di noi a raggiungere gli obbiettivi proposti, siamo tutti coinvolti, si vede la voglia di fare e l’intesa che si è creata riesce a superare in maniera produttiva i dubbi e le incertezze che via va si vanno incontrando.

Può accadere anche fuori da Alcatraz!?

Qui si vive un atmosfera abbastanza “staila” si deve venire per provarlo.

Un abbraccio sgwazzu ( ma solo in piscina) anche ai ragazzi degli altri gruppi di lavoro, benessere e autostrada informatica.

Marlon Brown.

ciao mi chiamo Francesca e mi piacerebbe molto partecipare ai vostri corsi di formazione (  dove li fate ?  ma quanto costano ????? ) ... io purtroppo non sono di famiglia facoltosa, ho dato un'occhiata in internet ed i corsi tipo dell'ISES costano euri 1.000,00 circa ... ! e io non li ho ! ... siccome sto pensando di intraprendere una nuova professione, ovvero mi piacerebbe molto diventare una sorta di bio-consulente e promuovere nel mio territorio ( Lecco e circondario ) l'utilizzo di fonti di energie rinnovabili, in particolare il solare termico per i privati e il fotovoltaico al Tellurio di Cadmio per le aziende, mi piacerebbe seguire un corso ... e trovare anche qualcuni che mi dia quanche indicazione in piu' in questo settore ...

attualmente mi occupo di tutt'altro, ma spero di poter cambiare il mio futuro e quello del nostro paese contribuendo attivamente ad uno sviluppo sostenibile.

attendo che qualcuno mi risponda, anche sul blog ( ma non sono molto pratica !!!! )

altrimenti ecco la mia mail  zoe-revenger@hotmail.it

ciao e grazie

Francesca

salve a tutti,

mi chiamo Paolo ho 25 anni ed ho partecipato al corso sul fotovoltaico nel weekend di fine settembre.

Mi sarebbe piaciuto rimanere lì con voi per partecipare al laboratorio sul fotovoltaico ma sono dovuto tornare a Bologna per impegni di lavoro (almeno fino a dicembre).

Ho competenze informatiche sia per fare siti che per utilizzare youtube montando video;stò seguendo il laboratorio tramite arcoiris.tv e youtube e devo dire che mi interessa parecchio.

Secondo me, il grosso muro da infrangere è la comunicazione efficace per convincere la gente sulla bontà del fotovoltaico; è ancora alto, a mio parere, lo scetticismo o l'ignoranza su questa tecnologia e bisogna risvegliare o proprio svegliare l'entusiasmo per un futuro sostenibile.

Ritengo che la creazione di un sito "raccoglitore" di tutto il materiale e riferimenti tecnico/legali sia un primo passo. Il contributo che posso darvi, per ora, è condividere le foto del corso con annesse didascalie e sollecitarvi a creare un video su youtube  "allettante" sull'impianto ad inseguimento; poi starà ai due registi vederne la fattibilità ;)

Per inserire i miei contributi sul sito www.fotoSvoltaico.com avrei bisogno della password...[aggiornamento al 6/10: pws abolita]

Nei limiti fisiologici sarò connesso su messenger, dove potremo confrontarci; il mio contatto è ventoinpoppa@hotmail.it (lo SPAM non mi spaventa ;)

Ora vado a nanna leggendo qualche pagiina di Olio di colza...

Vi auguro buon lavoro e arrisentirci a presto,

Paolo

 

 

 

ciao,
guardando il video sul laboratorio da arcoiris.tv , mi è venuta la curiosità di approfondire se la tua idea aveva dei precedenti... e ho trovato questo link ad un forum specializzato sulle rinnovabili (che ho inserito in fotoSvoltaico.com) al suo interno poi ho trovato questo riferimento ad un signore americano che dal '76 si dedica alla sua/tua idea e mette in vendita le istruzioni per realizzarlo.
a presto, Paolo
 
ps qui a Bologna ho conosciuto nel meetUp di Beppe Grillo un gruppo di ragazzi con cui stiamo tentando di far partire un "Progetto Energia". Appena ho degli aggiornamenti vi faccio sapere.